Mission aziendale: come, perché, esempi

di Mirko Cuneo

clock image10 minuti

mission aziendale

Cosa fa la mia azienda? Perché è stata fondata? Quali sono i principi ai quali si ispira?

Queste sono alcune domande fondamentali che dovrebbe porsi ogni imprenditore per poter definire la propria mission aziendale. Una solida mission, infatti, costituisce uno dei punti fermi per un business, in grado di imprimere un forte senso di appartenenza e integrazione a dipendenti e collaboratori.

Si tratta di un obiettivo comune e ben definito, che deve essere avvertito in maniera tangibile sia all’interno dell’organizzazione che all’esterno.

La mission aziendale non è altro un breve testo che descrive gli obiettivi generali dell’azienda, le motivazioni da cui è supportata e i comportamenti che vengono portati avanti. Ma questa è esclusivamente la forma in cui viene presentata, poiché quello che rappresenta ha un valore decisamente più profondo.

In poche righe vengono descritte le linee guide da seguire rispetto all’etica e ai valori aziendali, a cui devono ispirarsi i dipendenti e il management.

Tutte le grandi aziende ne hanno una. Quella di Linkedin è una delle più note “Connettere i professionisti di tutto il mondo”, e descrive perfettamente gli intenti che si pone l’azienda. 

Per fare un salto di qualità, è necessario che anche la tua azienda ne abbia una, così da imprimere una maggior forza alla tua cultura aziendale. Solo in questo modo i dipendenti avranno ben chiaro dove state andando e in che modo possono dare il loro contributo.

Se preferisci accelerare i tempi e definire la tua mission con professionalità, richiedi ora la tua consulenza di business coaching.

Cos’è la mission di un’azienda 

Affinché un’azienda abbia successo non può porsi come unico intento quello di fare soldi. La realtà è che ogni impresa ha una vera e propria ragione di esistere, che viene stabilita al momento della sua costituzione.

Questa, in genere, viene descritta in una dichiarazione d’intenti e può contenere anche l’etica aziendale e i valori da cui trae ispirazione. A livello formale si tratta semplicemente di un testo breve, che può raggiungere, al massimo, la lunghezza di un paragrafo.

Ma il significato di mission aziendale va ben oltre la semplice formalità: essa serve per comunicare ai tuoi dipendenti e al resto del mondo la tua reason why, lo scopo per cui la tua azienda è stata fondata.

La mission, in poche righe, risponde ad alcune domande fondamentali sulle attività aziendali, sui valori che sostengono il tuo modo di lavorare, sugli obiettivi che stai perseguendo.

Il concetto trascende il mero interesse economico ma descrive un sistema di valori che dovrebbero essere perseguiti da tutti i membri dell’organizzazione affinché la macchina si muova nella stessa direzione, in modo coordinato e armonico.

In genere, la mission viene stabilita già prima della fondazione, ma non si tratta di un monolito che non può essere smosso. Anch’essa si evolve nel tempo e può essere cambiata accanto all’azienda.

Perché è così importante?

“Cosa me ne faccio della mission? So già quali sono i valori della mia azienda”. Questa è una delle obiezioni che sento ripetere più spesso durante il mio lavoro di business coaching. 

Sebbene possa sembrare una pratica superflua, costruire e mettere per iscritto una mission è un passaggio che fa parte delle fondamenta di un business.

Non basta che il fondatore o l’imprenditore sappia perché ha voluto intraprendere un certo tipo di percorso. Egli ha il compito di condividerlo anche con gli altri, in modo che si sentano parte integrante dell’organizzazione e sappiano in quale direzione devono muoversi.

A livello pratico, è fondamentale per gestire il lavoro del reparto marketing, tuttavia lo è anche per gli altri collaboratori affinché si sentano parte di un gruppo.

Tra le mie attività di coaching alla ricerca della mission si trasforma spesso nell’ enfatizzare il lavoro di squadra, a cui partecipano tutte le risorse aziendali. Questo esercizio è fondamentale per arrivare a una definizione comune e fa emergere anche le criticità che esistono all’interno del gruppo di lavoro.

Per farti capire l’importanza della mission, ho riassunto i pro in un elenco:

  • può diventare centrale nelle campagne di marketing;
  • contribuisce a motivare i collaboratori;
  • il maggior coinvolgimento dei dipendenti aumenta la produttività dell’azienda;
  • indica la direzione comune verso la quale indirizzare la propria attività;
  • definisce meglio l’organizzazione agli occhi del pubblico;
  • aiuta a fidelizzare i clienti;
  • costituisce un punto fermo anche se si verificano cambiamenti ai vertici dell’azienda.
i vantaggi di definire la mission aziendale

Questi obiettivi possono essere raggiunti solo a patto che vi sia una profonda coerenza tra concetti e pratiche attuate. Altrimenti le parole si trasformerebbero solo in fuffa, a danno dell’immagine aziendale.

Ma la mission coincide con la vision? 

Qual è la differenza tra mission e vision aziendali

Il concetto di mission è fortemente connesso a quello di vision, entrambi, infatti, si soffermano sulla gestione dell’azienda ma da punti di vista differenti: 

  • la mission descrive come lavora l’azienda e quali sono i principi su cui si fonda;
  • la vision, invece, si focalizza sugli obiettivi a lungo termine che l’imprenditore intende raggiungere.

A livello temporale, possiamo pensare alla mission come al presente dell’azienda, mentre la vision si proietta nel futuro.

In particolar modo, la mission fissa gli obiettivi a breve termine e descrive le modalità scelte per raggiungerli. La vision aziendale si concentra sugli obiettivi a lungo termine e sulla direzione che verrà presa.

Sono concetti complementari che servono per progettare le attività aziendali e mettere tutti nella condizione di lavorare in maniera coerente e coordinata verso gli stessi obiettivi, a breve e lungo termine. Inoltre, vanno a stabilire le modalità di lavoro e i valori che sottendono alle pratiche aziendali.

Se definite correttamente, mission e vision possono incidere fortemente sia sulla produttività dei tuoi dipendenti che sulla percezione del target, apportando notevoli benefici al tuo business. 

Come si definisce una mission aziendale? Come posso trasmettere il motivo della mia esistenza?  

Come esprimere la mission in modo efficace

Un buon imprenditore sa perfettamente quale sia la mission della sua azienda, poiché spesso coincide con quello che prova e con il suo modo di lavorare. Soprattutto in un paese come l’Italia, in cui la maggior parte delle imprese è familiare, il management sposa completamente il complesso di valori della propria realtà e lo conosce sotto ogni aspetto.

Purtroppo, questo non significa che sappia condividerlo con i propri dipendenti né, tantomeno, con il suo target. 

Per questo motivo è necessario concentrarsi a fondo per andare a definire gli aspetti più concreti che descrivono il tuo modo di lavorare e la tua ragione di esistere, ossia la tua mission.

Inizialmente potrebbe esserti d’aiuto focalizzarti sullo scopo della tua azienda, sull’utilità delle attività che svolgi e sulla definizione del target.

Ti consiglio di concentrarti su un passaggio alla volta per non andare in confusione.

Una volta che avrai una visione più chiara dell’attività aziendale, tralasciando le singole attività specifiche, potrai pensare al modo di trasmetterle.

Le regole auree per esprimere la mission aziendale sono due: 

  1. Utilizza un linguaggio semplice, che possa essere ben compreso e condiviso sia dai dipendenti che dal tuo pubblico;
  2. Considera la tua impresa come una persona, con una personalità e un linguaggio proprio, e lascia che trasmetta il suo modo di essere in maniera genuina.  

Così facendo potrai attirare i dipendenti più adatti e avvicinerai un pubblico in target.

Cosa fanno gli altri? Da quali mission potrei trarre ispirazione?

esempi di mission aziendale

Esempi di mission aziendale

Ti mostro alcuni degli esempi più interessanti di mission aziendale in modo che tu possa vedere come si raccontano le grandi aziende:

  • Amazon: “La nostra mission è quella di aumentare continuamente il livello di esperienza del cliente utilizzando internet e la tecnologia per aiutare i consumatori a trovare, scoprire e acquistare qualsiasi cosa, e dare alle aziende e ai creatori di contenuti la possibilità di massimizzare il loro successo”.
  • Apple: “Apple progetta i Mac, i migliori personal computer al mondo, insieme a OS X, iLife, iWork e software professionali. Apple guida la rivoluzione della musica digitale con i suoi iPod e il negozio online iTunes. Apple ha reinventato il telefono cellulare con il suo rivoluzionario iPhone e App Store, e sta definendo il futuro dei media mobili e dei dispositivi informatici con l’iPad”.
  • Nike: “Per portare ispirazione e innovazione a ogni atleta* nel mondo. (*Se hai un corpo, sei un atleta)”.
  • Patagonia: “Costruire il miglior prodotto, non causare danni inutili, utilizzare il business per ispirare e implementare soluzioni alla crisi ambientale”.
  • PayPal: “Per creare la soluzione di pagamento più conveniente, sicura ed economica del web”.
  • Tesla: “Accelerare la transizione del mondo verso l’energia sostenibile”.
  • Virgin Atlantic Airways: “…abbracciare lo spirito umano e lasciarlo volare”.
  • Walmart: “Far risparmiare denaro alle persone per farle vivere meglio”.

Vediamo cosa fare dopo aver definito la tua mission.

L’importanza di tenere fede alla propria mission

La prima cosa da tenere a mente quando si parla di mission è che non si tratta di un’idea astratta.

Una volta che avrai stabilito la tua mission aziendale, sarà necessario agire in modo concreto secondo i principi dichiarati in quelle righe.

Sono molte le aziende che tradiscono i principi dai quali sono partite, per interesse o per l’incapacità di far coincidere etica e pratica. Un esempio eclatante di questo fallimento sono le portate avanti da aziende che si dichiarano green.  

Ma questo non può che andare a discapito del business e dell’imprenditore. 

Il leader, infatti, dovrebbe essere il primo a investire nel proprio progetto, portando avanti i valori e gli obiettivi dichiarati. Se egli non agisce con coerenza, tutto il resto dell’organizzazione farà lo stesso. E tutto ciò verrà avvertito anche all’esterno, provocando enormi danni all’immagine, alla credibilità e ai profitti del brand.

Un vero leader è colui che difende i valori dell’azienda con integrità e si pone come un esempio per i dipendenti.

Immagina per un attimo l’azienda come una famiglia, vedendo l’imprenditore nel ruolo genitoriale. Quando un padre o una madre non si comportano in modo scorretto, i figli sono confusi e ritengono che quello sia l’esempio da imitare.

Vuoi che i tuoi dipendenti si comportino in modo corretto e coerente con i tuoi principi? 

Allora sii un vero leader e allinea il tuo modo di fare nel quotidiano alla tua mission.    

Come definire la tua mission e mantenerla

So bene che non è sempre facile comportarsi in maniera etica e coerente con i propri principi. Ma avere una mission e sentirla come parte integrante è fondamentale per il successo di un business.

La mission, infatti, non si esaurisce nella figura dell’imprenditore ma fa parte della personalità e dei valori dell’azienda e deve essere condivisa da tutti i dipendenti. Si tratta di frasi che vanno scritte sui muri, sul sito internet e sul materiale di comunicazione ma, per prima cosa, vanno incise nella struttura aziendale e nelle persone che la compongono.

Se desideri che la tua organizzazione evolva in maniera positiva, puoi intraprendere un percorso di Business Coaching. In questo modo potrai imparare a definire i tuoi valori e i tuoi obiettivi, a breve e lungo termine, e a trasmetterli agli altri in modo efficace.

Clicca il pulsante qui sotto, e prenota la tua prima sessione di business coaching.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI