Mirko Cuneo

Growth Hacking & Marketing

Come sfruttare strategie di Marketing Automation attraverso 10 regole

27 luglio 2018
strategie di marketing automation

Le strategie di Marketing Automation saranno sempre più il Santo Graal del marketing. Alcune aziende che sono cresciute in breve tempo attuando strategie di Growth Hacking sono Dropbox, Airbnb, Instagram, Zynga, Eventbrite e molte altre. Sono così famose e conosciute che non ci dobbiamo stupire se i termini di “marketing automation” e “Growth Hacker” sono ormai all’ordine del giorno. Per coloro che non conoscono abbastanza a fondo questi termini, la marketing automation si riferisce a quei software che hanno l’obiettivo di automatizzare le azioni di marketing. In questo modo, attività di marketing ripetitive come le e-mail, i social media e altre azioni sul web, vengono automatizzate così da essere eseguite più facilmente. Se sfruttata al meglio, la marketing automation, è una tattica che consente alle aziende di comprare e vendere prodotti con contenuti altamente personalizzati che aiutano a convertire gli utenti in clienti. L’utilizzo della marketing automation fornisce alle aziende un reddito significativo e un eccellente ritorno sugli investimenti.

Automazione o morte

Questa affermazione potrebbe suonare un po’ forte ma fa parte della realtà digitale in cui ci troviamo. Tutto cambia talmente velocemente che per riuscire a lasciare un segno come blogger, imprenditore, digital marketer, è necessario che tu riesca ad automatizzare una grossa parte delle tue attività di marketing. In caso contrario rimarrai indietro rischiando seriamente di diventare insignificante all’interno del tuo mercato. Sia che si tratti della semplice programmazione di alcuni messaggi o post sui social media oppure la più complicata programmazione di percorsi di canalizzazioni di vendita, l’automazione è arrivata e sta crescendo.

La nota positiva è che sei ancora in tempo per salire sulla cresta dell’onda. Nonostante la tendenza in aumento e l’importanza delle strategie di marketing automation, il 62% delle aziende non utilizza ancora funzionalità di automazione avanzate. Molte realtà preferiscono limitarsi all’automazione dell’invio delle e-mail e della gestione dei clienti. La marketing automation è un’opportunità da sfruttare per essere altamente competitivi nel proprio settore e per avere successo rispetto a quelle aziende rimaste in stallo.

Dunque, se vuoi davvero essere un leader all’interno del tuo mercato, leggi le seguenti dieci regole sulle strategie di marketing automation per implementare il tuo business.

Monitora il comportamento dei tuoi utenti

Non è sempre facile scoprire come utilizzare correttamente i nuovi lead. Per questo motivo una delle migliori strategie di marketing automation sono gli “Avvisi”. Sfruttando questa funzione potrai riceve importanti aggiornamenti attraverso un avviso via e-mail, per esempio:

  • Quando arriva un nuovo lead
  • Quando l’utente inizia a navigare sul tuo sito
  • Se il lead richiede una consulenza o una prova
  • Se il lead partecipa a webinar o eventi virtuali

Essere a conoscenza di queste cose può sicuramente darti un vantaggio ed incidere sul conseguente processo di vendita.

Costruisci il profilo dei tuoi utenti

La tradizionale idea che sta alla base dell’analisi dei dati sul web si basa sul numero di clic che l’utente fa sul tuo sito. Questo metodo, però, oggi risulta superato poiché ora i clienti possono controllare i dettagli del tuo prodotto o servizio direttamente dalla pagina del prodotto in cui sono elencati. Quindi, se il tuo sito è stato costruito in maniera tradizionale, è quindi basato sul numero dei clic, non può dirti molto su quelle che sono le preferenze dell’utente.

Le opzioni avanzate di monitoraggio possono dirvi quali prodotti sono stati visionati da un cliente e per quanto tempo. Potete, dunque, utilizzare queste informazioni per creare un profilo del vostro cliente e per capire quali prodotti sono per lui più interessanti. Inoltre, ti sarà possibile vedere fino a che punto una persona ha scorso la pagina e per quanto tempo vi si è fermata. Questo tipo di analisi ti aiuta a farti un’idea di che tipo di persona sia il tuo cliente.

Invia e-mail con offerte personalizzate

A chi non è successo di avere una forte spinta all’acquisto e di andare a vedere e rivedere un prodotto ma di sentirsi frenati per il prezzo? Con strategie di marketing automation potrai non solo sapere quale prodotto hanno più volte visualizzato ma non acquistato, ma potrai anche inviare loro una e-mail personalizzata con uno sconto ad hoc proprio sul prodotto di loro interesse. In questo modo abbatterai la barriera all’acquisto e farai un’attività di marketing a colpo sicuro. Queste e-mail automatizzate ma anche personalizzate hanno una percentuale di conversione e di successo pari al 400%.

Segmenta le categorie

Molti professionisti del marketing preferiscono usare la tecnica di segmentazione per aggiungere dei tag a degli specifici contatti che mostrano di essere interessati ad una determinata categoria di prodotto. Il problema sorge nel momento in cui gli utenti sono interessati a più categorie sul tuo sito web. Questa tipologia di segmentazione piatta non ti può garantire il successo. Potresti, invece, approfondire la segmentazione della clientela e assegnare un punteggio basato sulla frequenza con cui un utente naviga su una determinata categoria di prodotto. In questo modo eviterai di aggiungere tag senza significato poiché se assegni ad un utente troppi tag poi non sai più quali siano quelli più rilevanti.

strategie di marketing automation

Punta su contenuti iper-mirati

Immagina di parlare di persona con un cliente e di proporgli un tuo prodotto o servizio. Dopo alcuni scambi di idee le cose vanno bene e i l cliente è interessato, ma ad un certo punto si tira indietro perché non è sicuro di potersi permettere la spesa. A quel punto tu potresti proporgli un metodo di pagamento che sia per lui conveniente oppure addirittura uno sconto ragionevole. Questa possibilità di plasmare ciò che diciamo o la nostra offerta è uno dei principali vantaggi degli incontri di persona. Al contrario è uno degli svantaggi del marketing on-line tradizionale. Le strategie di marketing automation ti permettono di imparare di più sulla tua clientela in modo da poter veicolare loro i messaggi nel modo più mirato possibile. Questo procedimento è molto simile al modo di instaurare una conversazione quando ci troviamo faccia a faccia con una persona.

Imposta notifiche in tempo reale

Le notifiche in tempo reale sono vantaggiose sia per gli utenti sia per i venditori. Per esempio, pensa se un nuovo lead atterra sul tuo sito e si mostra interessato perché cerca maggiori informazioni. Se un tuo venditore riceve una notifica in quel momento può mettersi direttamente in contatto con l’utente, chiarire i suoi dubbi o dargli assistenza. Il venditore entrerebbe così in contatto con l’utente nel momento giusto e il cliente riceverebbe immediatamente un supporto che potrebbe invogliarlo all’acquisto.

Mantieni contatti con il cliente anche dopo l’acquisto

L’obiettivo di business è sicuramente la vendita ma non abbandonare il tuo cliente dopo il suo acquisto. Quello che bisogna fare è mantenere un contatto con il cliente in modo da tenerlo a conoscenza di nuove offerte in modo da non perderlo ma di invogliarlo a comprare ancora. Per esempio, puoi impostare delle e-mail o dei messaggi che arrivino di tanto in tanto al tuo cliente in modo che non si dimentichi di te e di ciò che vendi. Non proporgli solo promozioni o nuovi possibili acquisti ma tienilo informato anche sugli sviluppi del tuo settore o di alcune novità che potrebbero interessargli.

Coltiva i lead inattivi

La mancanza di coinvolgimento porta spesso all’inattività da parte di un lead e quindi al non acquisto. Pensa a strategie che possano riaccendere l’interesse di un utente che è già un tuo cliente prima di buttarti di getto nell’acquisizione di nuovi lead. Insomma, cerca di allargare sempre il tuo bacino ma facendo attenzione a non perderne troppi per strada perché altrimenti perderai parte del tuo lavoro.

Sfrutta gli Snippets

Gli Snippets sono sezioni di codice riutilizzabili e che possono essere utilizzati in una qualsiasi sezione editabile di una landing page o in una e-mail. Quindi sono ideali per essere sfruttati su diversi asset, invece di creare nuovi codici per ognuno. Insomma, sono adoperati all’interno delle strategie di marketing automation per risparmiare tempo automatizzando la codifica su più domini. Con l’aiuto degli Snippets puoi creare e-mail e landing page più velocemente. Di conseguenza, questo ti permetterà di dedicare più tempo alla creazione di esperienze personalizzate e di messaggi ad hoc per i tuoi clienti.

Fai Upsell e Cross-sell

Sfrutta strategie di marketing automation, analizzando i dati CRM e ERP per capire quando i tuoi clienti sono pronti a passare ad un Upsell, ovvero sono disposti a comprare di più. Monitora quali sono le pagine su cui navigano, che cosa scaricano, quali sono gli acquisti fatti in precedenza. Analizza i dati raccolti per capire cosa desiderano o di cosa potrebbero avere bisogno i tuoi clienti. Se riesci a comprendere il loro comportamento potrai renderti conto del momento più favorevole per proporgli un Upselling o un Cross-selling. Con il termine Cross-sell si intende la vendita di prodotti o servizi ulteriori rispetto a quello principale. La marketing automation ti aiuta ad impostare per esempio delle notifiche che ti avvisano quando un utente è alla ricerca di altri prodotti dopo aver già portato a termine un acquisto. In quel caso sarà più disponibile ad affrontare ulteriori spese soprattutto se saprai fornirgli la giusta assistenza.

Potrebbe interessarti anche

WhatsApp chat