9 Abitudini da Sacrificare per Essere Felici | Inseguendo la felicità

Esiste una formula magica per essere felici? Spesso la nostra vita gira intorno a brutte abitudini che non fanno altro che provocarci stress e sofferenza. Invece di lasciarle scivolare via, spesso ci aggrappiamo ad esse con tutte le nostre forze. Il risultato è la perdita della serenità e un peggioramento della qualità della nostra vita.

Da oggi deve iniziare il cambiamento, dobbiamo riappropriarci della nostra serenità.

Dobbiamo imparare ad essere felici, senza formule magiche ma mettendo il nostro impegno.

Che cos’è la felicità? Chi non si è mai posto questa domanda? A chi non è mai capitato di provare la sensazione di averla in tasca la felicità? Alcune volte sembra molto semplice essere felici, soprattutto quando passiamo una giornata di relax dove tutto procede per il meglio. Purtroppo non sempre è così: alcune volte mi chiedo come sia essere felici davvero e, soprattutto nei momenti bui, non riesco a darmi una risposta su cosa sia la felicità.

In questi anni ho raggiunto una certezza, essere felici non è un traguardo, non è un qualcosa che una volta ottenuto rimane lì cristallizzato. La felicità non è il risultato di quella famosa formula magica che basta ripetere a sé stessi per far si che appaia.
Spesso quando manca la serenità è difficile anche affrontare le piccole azioni quotidiane.

Cosa fare per essere felici

Spesso costruiamo la nostra vita su abitudini che ci causano sofferenza, stress o dolore. Non contenti, teniamo stretti questi pensieri negativi, perché si sa che combattere una cattiva abitudine è difficile. Ma ci sono tante piccole azioni da cui possiamo partire per far sì che essere felici non sia solo un lontano traguardo ma diventi il nostro stile di vita.

Non devi per forza sempre avere ragione

Fermatevi un secondo e chiedetevi se avere sempre ragione è così fondamentale. Scoprirete che la pace molte volte è migliore rispetto all’avere ragione. A volte capita di incrinare dei rapporti o anche di perdere delle amicizie perché nessuno dei due fa un passo nei confronti dell’altro. Ciò non vuol dire che non bisogna far valere le proprie idee, anzi! Ma spesso il modo migliore per esprimere il proprio pensiero è essere aperti al dialogo, senza pretendere di avere ragione a tutti i costi.

Non sempre dobbiamo trovare il colpevole

Nella nostra vita non sempre esiste un colpevole o chi ha una colpa. Andare alla ricerca di queste cose non giova all’essere felici. Riuscirete a sentirvi meglio lasciando la voglia di addossare le colpe ad altri e iniziando a riflettere su quello che voi stesso avete fatto per arrivare a quella situazione. Ma attenzione a non colpevolizzare troppo neanche sé stessi!

Le lamentele spengono il cervello

Lamentarsi solo per il gusto di farlo non cambierà o migliorerà le cose. Anzi, così facendo andrete a nuocere a chi vi sta intorno. Una buona abitudine è di evitare le lamentele e di mettervi all’opera per risolvere la situazione che non funziona e che non vi permette di essere felici.

Non serve vivere condizionato da altre persone

Riflettete su ciò che volete, ascoltate le opinioni altrui, ma rimanete concentrati su quello che desiderate davvero. Non fatevi condizionare su ciò che gli altri vorrebbero per voi. Chi meglio di voi conosce i vostri desideri e i vostri bisogni?

Chi meglio di te conosce te stesso?

Chi davvero tiene a voi sarà al vostro fianco anche se non condivide le vostre scelte

Lascia andare il passato

Il passato seppur bello è passato, è qualcosa di andato che non ritornerà. È quello che vi ha forgiato non quello che siete ora, è quello che vi ha fatto diventare chi siete adesso. Portatelo sempre con voi, ma non lasciate che il passato sia un pesante fardello da portarsi dietro tutti i giorni. Il vostro passato non deve impedirvi di vivere il vostro oggi. Purtroppo quello che vi ha ferito non può essere cancellato, ma potete pur sempre dargli l’importanza che merita e potete imparare dal passato come non commettere gli stessi errori.

Scusa è un’ammissione di colpa

Provate ad essere sempre sinceri. Iniziate con l’essere sinceri con voi stessi, questo farà in modo che lo sarete anche con chi vi sta intorno. Ognuno di voi merita sincerità e la merita anche chi ha deciso di condividere una parte del suo cammino con voi. Le persone che rincorrono sempre una scusa per quello che non riescono ad affrontare, prima o poi si schianteranno conto il muro della verità. Nessuno ha diritto ad una scusa, abbiamo tutti diritto alla verità anche se questa verità può far male.

Non devi controllare tutto

Non sempre potete avere tutto sotto controllo, non sempre sarete in grado di gestire tutto quello che vi circonda. Iniziate ad accettare che anche se non controllate maniacalmente tutto, le cose potranno comunque andare per il verso giusto. Ma se così non fosse, prendete in considerazione il fatto che queste cose non sempre dipendano da voi. Tutte le cose vanno come devono andare, alcune volte l’importante è lasciare la presa per evitare di venire trasportati verso il fondo.

Le chiacchiere stanno a zero

Il vostro cervello, soprattutto quando vi mettete a letto, inizia ad attivare quel processo che i più conoscono con il nome di “seghe mentali”. Iniziate a pensare che non siete in grado di raggiungere gli obiettivi, che non siete abbastanza per voi stessi o qualcun’altro, ecc. Ma se come per magia smettete di ascoltarlo e spegnete per un attimo il cervello, vi renderete conto che siete molto di più di quello che credete.

Evita le critiche

Prima di iniziare a criticare qualcosa o qualcuno pensate se sia necessario, pensate se questa voglia di critica non derivi da qualcosa di più profondo. Quando decidete di criticare qualcuno, solo per il gusto di farlo, non state facendo nulla di costruttivo nei confronti dell’altro o di chi vi sta di fronte. Non serve criticare il prossimo per sentirsi superiori, non sempre dovete dire la vostra opinione soprattutto quando nessuno l’ha richiesta. Evita di parlare a sproposito.

In conclusione

Vi ripropongo la domanda, esiste una formula magica per essere felici? In un certo senso la risposta è sì. Anche se non si tratta di una formula scritta e tramandata da generazioni e non è la stessa valida per tutti. Ognuno deve mettere in pratica le proprie buone abitudini e fare in modo di creare un circolo virtuoso da cui si genera serenità.

Ogni giorno sarà il vostro impegno nell’affrontare le sfide quotidiane nel modo migliore che vi regalerà quella dose di felicità tanto desiderata.

Ovviamente diventa più facile essere felici con la collaborazione delle persone che ci circondano e ricevendo le adeguate gratificazioni. Ma fate in modo di non essere dipendenti dalle situazioni esterne e createvi da soli la vostra felicità.