Come convincere i clienti ad acquistare subito

di Mirko Cuneo

clock image9 minuti

come convincere i clienti ad acquistare

Ripensa all’ultima volta che hai cercato come convincere i tuoi clienti ad acquistare un prodotto. Probabilmente avrai parlato…e anche tanto.

Bene, non è del tutto sbagliato ma quasi.

Quello che bisogna fare per convincere un cliente ad acquistare è semplicemente ascoltare.

Bisogna, infatti, imparare ciò che conta per lui. E per farlo, devi convincere il tuo cliente a dirtelo.

Soltanto ascoltando puoi capire le preoccupazioni degli altri. Questo ti dà l’opportunità di entrare in empatia e adattare la tua proposta.

Le persone più persuasive parlano meno e ascoltano di più.

Come sono arrivato a questa conclusione? Semplice, con l’esperienza.

A questo proposito voglio parlarti subito del mio videocorso sui Fondamenti della Vendita in cui ho raccolto i principi di base, come l’ascolto, e tante altre strategie di vendita che valgono sempre. Se ti interessa saperne di più, clicca il pulsante rosso.

Quello che può fare un venditore di successo è guidare un potenziale cliente, che ha mostrato interesse verso un prodotto, a concludere l’acquisto.

Quindi, se sei pronto a migliorare le tue performance, continua a leggere!

Persuasione vs Manipolazione

Prima di iniziare, voglio fare chiarezza su un punto molto importante, solo così, infatti, potrai leggere questo articolo fino alla fine e utilizzare i miei consigli per convincere il tuo pubblico. 

Convincere è molto diverso dal manipolare.

La persuasione si basa su tecniche di conversazione utili ad entrare in relazione con l’interlocutore.

Spiegato in questo modo, suona molto simile alla manipolazione, ma c’è una grande differenza. Le regole della persuasione, sono delle armi efficaci per creare un rapporto e una comunicazione con il potenziale cliente. Non si tratta di bugie, ma del modo giusto per riuscire a capirsi.

Facciamo un esempio pratico.

Vuoi vendere un corso di chitarra online.

Se vuoi utilizzare le regole della persuasione nella tua campagna, farai leva sul fascino che hanno i musicisti, oppure su quanto possa essere appagante sapersi esprimere attraverso la musica, ecc.

Se, invece, tu fossi un manipolatore, per vendere il tuo corso, prometteresti al tuo acquirente di imparare a suonare in sole 2 settimane, ovviamente ingannandoli.

Ora ti è più chiara la differenza?

Ogni volta che vuoi vendere un prodotto o un servizio, che si tratti di creare annunci, landing page, e-mail o anche di parlare faccia a faccia con i tuoi potenziali clienti, devi trovare argomenti convincenti che li influenzino positivamente e che facciano leva sui loro bisogni.

Come convincere un cliente ad acquistare

Comprendere la differenza tra persuasione e manipolazione è il primo passo per poter convincere i tuoi potenziali clienti ad acquistare un prodotto che stai promuovendo.

Ora devi imparare a conoscere le tecniche di vendita necessarie ad influenzare positivamente il tuo pubblico ma, come per ogni abilità, la tua capacità di persuadere dovrebbe (e deve!) essere “allenata”.

Innanzitutto, tieni a mente questa cosa:

I clienti non acquistano mai un prodotto per le sue caratteristiche. Comprano perché percepiscono un qualche “beneficio”.

Oggi voglio aiutarti ad ottenere più clienti, più rapidamente, attraverso l’arte della persuasione, imparando a comunicare i benefici dell’utilizzo del tuo prodotto piuttosto che le caratteristiche che esso possiede.

Per affinare le tue tecniche comunicative e renderle efficaci, voglio darti 5 consigli.

Vediamoli insieme nel dettaglio.

come convincere i clienti ad acquistare

1. Conosci il tuo cliente

Prima ancora di pensare a quali argomentazioni utilizzare, è fondamentale capire chi è il tuo cliente

Solo conoscendo bene il tuo target, infatti, sarai in grado di definire il tono di voce da utilizzare durante tutto il processo, il tipo di comunicazione che userai per raggiungere i tuoi futuri acquirenti e quali canali preferire per la vendita.

Ma come si fa a conoscere il proprio cliente tipo?

Semplice, bisogna creare la cosiddetta Buyer Persona. Traccia il ritratto dell’utente-tipo che incarna il tuo pubblico di riferimento. Età, luogo di residenza, titolo di studio, ma anche ambizioni, motivazioni e i suoi modelli di comportamento.

In questo modo comprenderai chi è il tuo cliente ideale e potrai studiare una strategia capace di conquistarlo, concentrandoti sui giusti punti di forza del tuo prodotto o servizio.

Una domanda a cui devi rispondere per identificare il tuo target è “Che problema risolvo con la mia offerta?”. Se ti è ben chiaro il tuo scopo sarà molto più semplice delineare anche la tipologia di persone potenzialmente interessate.

Per spiegartelo meglio passiamo direttamente al secondo punto.

2. Mostra la soluzione

Ricorda di puntare ai bisogni dei tuoi clienti non al loro portafoglio.

Se vuoi vendere il tuo prodotto devi mostrarlo come la migliore soluzione al suo problema.

Ovviamente, per fare questo devi conoscere quali sono i problemi che il tuo cliente ideale sta cercando di risolvere.

Devi, quindi, creare un legame con i tuoi clienti, far sentire loro che sono capiti, che leggi nei loro pensieri e che hai quello che è giusto per loro.

I venditori “tradizionali” pensano che il futuro acquirente debba sapere il meno possibile perché altrimenti potrebbe trovare un’alternativa al prodotto che stai cercando di vendere.

In realtà, migliorare la conoscenza del pubblico ha l’effetto inverso e favorisce la fiducia, da parte dei clienti, nella tua azienda e nei tuoi prodotti. Se ti metti nella posizione di essere colui che rappresenta la loro soluzione, diventerai il partner di fiducia, l’unico in grado di poterli aiutare, anticipando e rispondendo ai potenziali problemi.

Questo ti permette di offrire una nuova prospettiva, portando ad un maggior numero di vendite la tua azienda.

3. Personalizza la tua comunicazione

Il tuo potenziale cliente vuole incontrarti per saperne di più. Perfetto!

Ora però devi gestire bene la comunicazione tra voi in modo da finalizzare la vendita.

È importante tenere a mente 3 punti fondamentali:

  1. Fai una buona impressione. Sii puntuale e vestiti in modo professionale. Saluta gentilmente il tuo cliente, guardalo e, soprattutto, ascoltalo senza interromperlo. Dimostra il tuo interesse chiedendogli di lui, ma senza essere invadente.
  2. Mostra la tua competenza. Fornisci al tuo potenziale cliente i dettagli che pensi siano rilevanti per lui. Non perderti in dettagli che potrebbero essere confonderlo. Se il cliente pone delle domande è un buon segno, perché sta mostrando interesse. Cerca di rispondere senza, però, perderti in monologhi senza fine.
  3. Sfrutta casi studio e testimonianze. Questo è un consiglio valido sempre, sia che si tratti di un colloquio svolto di persona, sia che si tratti della pagina del tuo sito web.

Mostra al tuo potenziale cliente le testimonianze di chi già conosce e usa il tuo prodotto, mostragli quanto sia stato importante il tuo servizio. Le referenze sono uno strumento potente nelle vendite, poiché forniscono una sorta di garanzia.

Nella vendita ogni piccola cosa può fare la differenza tra la vincita e la perdita. Perciò presta bene attenzione, non dare nulla per scontato, parti preparato e impara dalla tua esperienza sul campo.

I miei consigli sono utili per partire subito con il piede giusto e per evitare di sprecare del tempo prezioso.

4. Ascolta attentamente

Come anticipato nel paragrafo precedente, una delle parti fondamentali di un colloquio di vendita è l’ascolto, per la precisione, l’ascolto attivo.

Nell’immaginario collettivo, il venditore è una persona al limite del logorroico capace di convincere il potenziale acquirente con i suoi giri di parole.

In realtà, oggi non è più così. Il venditore deve essere capace di entrare in empatia con il suo interlocutore e di mettersi a disposizione per risolvere i suoi problemi.

Per fare questo è necessario saper ascoltare con lo scopo di comprendere veramente il punto di vista, le motivazioni, i pensieri e le aspettative altrui.

Per farlo, parti da questi 3 punti:

  • Dimenticare gli script preimpostati
  • Rispondere alle domande e alle obiezioni del potenziale cliente
  • Chiedere feedback mentre si parla per mantenere viva la conversazione

L’ascolto è uno strumento potente e fare domande ti aiuterà in qualsiasi tipo di conversazione. Attraverso queste tecniche comprenderai appieno i tuoi clienti, la loro attività, le loro sfide e i loro punti deboli.

Se ti metterai nei loro panni, sarai in grado di capire come aiutarli meglio. Quando fai domande e parli con empatia, dimostri il tuo interesse e stimoli maggiore fiducia. Inoltre, presta bene attenzione non sono a quello che viene detto ma a tutte quelle risposte nascoste tra le righe. È proprio lì che, la maggior parte delle volte, si nasconde la chiave per concludere la vendita.

Inoltre, avendo creato una relazione con il tuo cliente, sarà più semplice fidelizzarlo e mantenerlo nel tempo.

come convincere i clienti ad acquistare

5. Crea un senso di urgenza

Una delle strategie di persuasione più comuni è quella di creare un senso di urgenza.

Questo spinge il consumatore a prendere la sua decisione di acquisto in meno tempo perché si insinua in lui il timore di perdere l’occasione.

Per creare un senso di urgenza è possibile utilizzare quattro strategie principali:

  1. Carenza: suggerire che la quantità di qualcosa è limitata. Può essere fatto anche in maniera vaga (“offerta limitata” o “fino a esaurimento scorte”).
  2. Domanda elevata: suggerire che ci sono molte persone interessate a quello stesso prodotto e/o servizio.
  3. Esclusività:suggerire che una qualche opportunità sia riservata o unica per un particolare individuo o gruppo di individui.
  4. Tempo limitato:suggerire che il prodotto e/o il servizio sarà disponibile per un periodo di tempo limitato.

Questo tipo di strategie è molto usata anche da colossi come Amazon.

Queste tecniche aiutano a vendere di più e più velocemente. Infatti, se un potenziale acquirente non è ancora sicuro di voler davvero comprare, quando vede che questa potrebbe essere la sua ultima possibilità, finisce per comprare solo per non correre il rischio di rimanere senza il prodotto.   

Bisogna però fare attenzione a non usare troppo questa tecnica. Se il pubblico si accorge che lo stesso prodotto è sempre in esaurimento, questo innesco mentale non funzionerà più.

Se vuoi approfondire questo tema, leggi l’articolo dedicato su come creare un senso di urgenza, troverai dei metodi efficaci da utilizzare sia online che offline.

Conclusione

Trasformare i potenziali clienti in clienti effettivi e, perché no, in clienti fedeli, non è un compito facile da svolgere.

Se vuoi costruire le tue solide basi di vendita per creare relazioni vincenti con i tuoi clienti e far crescere il tuo business, il mio corso sui Fondamenti della Vendita è proprio quello che fa per te.

In questo corso ti svelo tutte le mie conoscenze ed esperienze di vendita e le strategie che potrai portare sempre con te e utilizzare in ogni situazione.

Imparerai:

  • La vera arte della vendita e i suoi principi di base
  • Come gestire al meglio il tuo tempo per non perdere nessuna occasione
  • Le azioni che devi fare per raggiungere i tuoi obiettivi di business

Inizia qui e ora il tuo percorso di venditore o rimescola le tue carte per dare una spinta alla tua carriera e al tuo business.

Clicca il pulsante rosso qui sotto e fai il primo passo per ottenere i risultati che ti meriti.

Voglio il videocorso
image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta