N

Social

Facebook Ads: cosa cambierà nel 2021 secondo il Rapporto della Pubblicità

di Domiziana Desantis

clock image2 minuti

Facebook Ads 2021

Facebook è da tempo sotto il mirino di tutti, con crescenti preoccupazioni che coinvolgono la sicurezza degli utenti e la qualità dei contenuti ospitati sulla piattaforma.

Non sono poche le aziende che si dichiarano scontente per le tattiche pubblicitarie messe in atto da Facebook.

Molti temono che l’algoritmo di newsfeed, in costante evoluzione, stia deviando la fiducia dei clienti. Non solo, i nuovi criteri di targeting peggiorano la situazione, causando la perdita di guadagno.

Facebook ha ormai perso il supporto del pubblico più giovane (che preferisce piattaforme come Instagram e TikTok); è inoltre previsto un calo degli utenti in nazioni come Giappone e Paesi Bassi.

Nonostante l’innegabile perdita di popolarità del network, alcuni restano fedeli a questa superpotenza sociale. Le piccole imprese, in particolare, utilizzano con soddisfazione gli strumenti di targeting avanzati, creando nuovi annunci digitali sul mercato globale della pubblicità.

Gli inserzionisti non sono ancora disposti a gettare la spugna con Facebook. Dovranno tuttavia procedere con cautela, possibilmente attraverso percorsi alternativi.

Il Rapporto pubblicitario di Facebook per il 2021 sottolinea alcuni punti cruciali che aiuteranno le aziende ad affrontare con efficacia la futura transizione.

1. L’azione normativa, come l’ammenda di 5 miliardi di dollari approvata dalla Federal Trade Commission, svolgerà un ruolo fondamentale nell’eliminazione delle pratiche di overtargeting..

2. L’arrivo delle nuove opzioni di accesso (come Touch e Face ID), porterà gli utenti ad abbandonare il login delle app tramite Facebook, per timore di mettere a rischio le informazioni personali.

3. Alcune aziende come Curology, sposteranno il proprio traffico su Instagram. Facebook troverà nuovi escamotage per agevolare le società ed evitare la perdita di utenti.

4. Facebook continuerà ad esistere per molto tempo. Nonostante ciò, i clienti e gli inserzionisti dovranno prestare massima attenzione, costruendosi una “rete di salvataggio”.

image of Domiziana Desantis

Domiziana Desantis

Il potere delle parole mi ha sempre affascinata, tanto che ho fatto della comunicazione la mia professione. Lavoro come Web Content Creator & Editor in Nextre Digital, web Agency di Milano, e scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >