Come fare Personal Branding su LinkedIn nel 2020 - Mirko Cuneo

Come fare Personal Branding su LinkedIn nel 2020

di Mirko Cuneo

clock image11 minuti

linkedin personal branding

Se vuoi lavorare sul tuo personal branding, Linkedin è uno degli strumenti più efficaci per far crescere il tuo marchio.

Linkedin infatti continua a espandersi costantemente e offre molta visibilità ai creatori di contenuti.

È riconosciuto da tutti come il social professionale per eccellenza ed il è posto più adatto per mostrare le proprie competenze. 

Proponendo valore attraverso i tuoi post, puoi raggiungere moltissime persone e allargare la tua rete.

Far crescere il tuo personal branding ti aiuta a conquistare la fiducia di altri utenti, trasformandoli in clienti per il tuo business.

Come si utilizza Linkedin per fare personal branding?

Come si generano clienti attraverso questa piattaforma?

In questo articolo ti spiegherò quali sono i passi da fare per far crescere il tuo marchio personale su Linkedin e come aumentare i tuoi clienti grazie a questo social.

Sei pronto?

Bene! La prima cosa di cui voglio parlarti è il Personal Branding, in modo che tu abbia chiaro il concetto.

Breve introduzione al Personal Branding

Il personal branding è un processo attraverso cui definisci chi sei, cosa fai e lo trasmetti agli altri.

Cosa ti distingue dagli altri in modo unico?

Il punto di partenza è proprio questo: raccontare le tue conoscenze, le tua competenze, il tuo stile e le tue abilità in modo efficace. Il tuo personal branding è il modo in cui ti presenti sul mercato e come costruisci l’identità del tuo brand.

L’obiettivo del personal branding è fare in modo che il tuo marchio si posizioni nella mente dell’utente in modo preciso e distinto dalla concorrenza.

Questo non significa che devi parlare solo dei tuoi punti di forza. Il tuo marchio comprende tutte quelle caratteristiche che ti rendono unico ed è su quelle che devi lavorare.

Il personal branding è utile per entrare in contatto con altri utenti che condividono i tuoi stessi valori e conquistare la loro fiducia.

Le persone infatti, oggi, non acquistano più prodotti o servizi, ma valore. Il brand è l’essenza del valore e fare personal branding ti porta da avere un ruolo determinante nel mercato.

Infatti, una volta che avrai conquistato la fiducia della tua rete di contatti, diventerai un punto di riferimento in grado di portare valore e autorità.

linkedin personal branding

Perché LinkedIn è ottimo per il tuo personal branding?

Tra le piattaforme social, Linkedin è la migliore per imprenditori e professionisti per lavorare sul personal branding.

Ce ne sono molte, per quale motivo dovrei scegliere Linkedin?

I motivi sono essenzialmente due:

  • Linkedin sta crescendo in modo esponenziale
  • è una piattaforma seria e professionale

Il social è in piena espansione e sta puntando a fare business, vendendo spazi pubblicitari e annunci a pagamento.

Ma LinkedIn premia i creatori di contenuti di valore molto di più rispetto agli altri social network.

Questo ti consente di mostrare i tuoi contenuti ad un gran numero di persone.

Certo, quelle persone le puoi trovare anche su altri social come Facebook, Instagram, YouTube e forse anche Tik Tok. Ma l’intendo con sui si utilizza una piattaforma rispetto all’altra cambia notevolmente.

Questo rende indispensabile fare la scelta giusta riguardo al network che fa al caso tuo. Dal canale che prediligi cambia anche la tua comunicazione, il tuo pubblico e anche le tue possibilità di vendita.

Chi va su Linkedin lo fa con uno scopo: lavorare sul proprio profilo personale. Utilizzare gli altri social non avrebbe assolutamente lo stesso effetto. Chi utilizza LinkedIn vuole migliorare la propria carriera, seguire figure professionali e trovare collaboratori o possibilità di partnership.

Perciò adesso vediamo subito le fasi per costruire la tua strategia di branding su LinkedIn.

4 fasi per costruire il tuo personal branding su LinkedIn

Lo scorso anno, per Linkedin c’è stato un vero e proprio boom.

Gli utenti registrati in tutto il mondo sono oltre 610 milioni e il 40% visita la piattaforma almeno una volta al giorno.

Questi numeri ti fanno capire che devi utilizzare questo social per farti notare da clienti e recruiter.

Ma come si fa ad essere notati in questo mare di utenti?

Il segreto per costruire il tuo personal branding con Linkedin è avere una strategia chiara e coerente. Se sottovaluti l’importanza di avere una strategia, il tuo impatto sarà basso e non sfrutterai tutte le possibilità che questo social offre.

Una buona strategia si basa su quattro punti:

  1. l’analisi del target;
  2. l’ottimizzazione del profilo;
  3. la costruzione di una rete di contatti;
  4. la creazione di contenuti di valori.

Vediamo nel dettaglio questi step.

linkedin personal branding - strategia

1. Le basi: l’analisi

Il primo passo che devi fare per costruire il tuo personal branding è definire la tua nicchia. Questa costituirà il target di riferimento per i tuoi contenuti e per la tua crescita su Linkedin.

Come fai a scegliere la tua nicchia?

Per costruire un marchio di lunga durata, una cosa che ti consiglio è di focalizzarti su quali problemi risolvi e quindi su quali persone puoi aiutare.

Ti spiego.

Se offri i tuoi contenuti a persone che non hanno quel tipo di interesse, finiresti con lo sprecare il tuo tempo e i tuoi post. Difatti i tuoi contributi non aggiungerebbero nessun valore alla loro formazione e non rappresenterebbero un plus per la loro carriera.

I tuoi contenuti rappresentano un valore per chi vuole approfondire un argomento e, grazie alla tua esperienza, puoi dare le risposte utili alle molte domande che quegli utenti si pongono.

Se la tua nicchia è di grandi dimensioni hai maggiori possibilità che il tuo nome giri e che le persone ti riconoscano come un esperto in un determinato settore.

Per poter costruire argomenti sempre nuovi, prendi delle tematiche specifiche e analizzale sotto ogni punto di vista. Questo ti permette di essere sempre più specifico e di mostrare il tuo sapere.

Una volta che avrai definito la tua nicchia e le persone inizieranno a riconoscerti come un esperto, rimani fedele al tuo target. Cambiare argomento continuamente non farebbe altro che destabilizzare i tuoi follower che, man mano, smetterebbero di seguirti.

Tieni gli argomenti frivoli per gli altri social e ricordati sempre che LinkedIn è una rete professionale.

Rimanendo coerente i tuoi contatti inizieranno a crescere e così anche la tua credibilità.

2. Il look: il profilo

Quali sono gli aspetti del profilo sui quali lavorare?

Il primo impatto forte per chi visita il tuo profilo è quello con la tua foto.

L’immagine del profilo è una rappresentazione professionale delle tue competenze. Quando la scegli chiediti sempre “Di cosa mi occupo? In questa foto trasmetto professionalità? È coerente con il mio ruolo e con quello al quale ambisco?”.

Un creativo e un dirigente aziendale, svolgono mansioni diverse. Quindi non è necessario che abbiano entrambi delle immagini del profilo in giacca e cravatta.

L’abbigliamento, lo sguardo e l’atteggiamento devono essere coerenti con il lavoro che svolgi e con la tua professionalità.

Non scegliere foto false o che ti ritraggono in situazioni poco compatibili alla tua realtà. Chi è dall’altro lato distingue le foto esagerate e tende a dare poco credito a chi le utilizza.

Per avere un profilo interessante ti consiglio di curare 3 elementi:

  1. Immagine di copertina: serve a trasmettere la storia del tuo brand. Ti consiglio la creazione di un banner personalizzato e in linea con la tua identità.
  2. Foto del profilo: deve essere uno scatto in primo piano, in cui appari professionale e semplice. Non utilizzare mai immagini prese da situazioni fuori contesto, con un look eccessivo o quelle in cui sei in compagnia.
  3. Titolo: è la frase che compare in tutte le ricerche. Serve per far capire ai recruiter la tua professione o il ruolo al quale ambisci. Trasmetti chi sei e quali obiettivi hai.

Per conoscere tutti i dettagli su questo argomento leggi la mia Guida LinkedIn 2020. Troverai tutte le informazioni che ti servono per costruire al meglio il tuo profilo, creare una rete interessante di collegamenti e sfruttare LinkedIn per il tuo business.

3. La rete: i tuoi contatti

Oltre che per costruire una strategia, definire la tua nicchia serve anche per interagire con le persone giuste.

Chi sono le persone interessanti per costruire la tua rete su LinkedIn?

Voglio condividere con te una strategia interessante.

Dopo aver individuato la tua nicchia, trova 5 persone che corrispondono alla tua descrizione.

Inizia a interagire in modo regolare con i loro contenuti.

Dopo che per un periodo avrai contribuito in modo significativo ai loro interventi, potrai richiedere di entrare a far parte della loro rete.

In questo modo lavori su due fronti:

  • inizi a far girare il tuo nome all’interno della tua nicchia;
  • allinei il tuo brand a quello di altre persone che appartengono allo stesso settore.

Come individui le persone in linea con la tua descrizione?

Una delle fonti più interessanti sono i gruppi. Per costruire la tua rete, cerca i gruppi che affrontano argomenti legati al tuo settore e iscriviti.

Inizia a seguire le discussioni che vengono avviate. A seconda degli interventi, potrai farti un’idea delle persone più influenti e che potrebbero farti da traino.

Piano piano valuta quali sono quelle con cui potresti entrare in contatto e inizia a interagire con loro.

Oltre ad aiutarti a far crescere la tua rete in modo mirato, nei gruppi puoi farti conoscere dando il tuo contributo e partecipando in modo costruttivo alle discussioni.

Interagisci con gli altri, pubblica dei post di valore, condividi informazioni utili. Questo non farà altro che giovare al tuo personal branding.

4. Il valore: i contenuti

Per differenziarti dagli altri e sfruttare al meglio le potenzialità di LinkedIn è importante che tu abbia una strategia di content marketing.

Postare contenuti di qualità in modo regolare è uno dei modi migliori per far emergere il tuo profilo rispetto agli altri.

Chi utilizza LinkedIn generalmente prova a condividere post e pubblicare i suoi contributi ma, dopo qualche tempo, smette.

Poniti l’obiettivo di generare contenuti per Linkedin e non abbandonarlo: ti sarà molto utile in termini di personal branding.

Come fai a trovare ispirazione ogni giorno?

Il mio consiglio è di non affidarti all’improvvisazione.

Crea un piano editoriale per i social media, in cui inserisci le date di pubblicazione e gli argomenti che tratterai. Questo ti aiuterà a essere coerente e a non perdere tempo quotidianamente alla ricerca di un argomento.

Per avere materiale sempre nuovo e approfondire i tuoi contenuti, cerca ispirazione informandoti sulle tendenze del tuo settore, sii sempre attento a ciò che ti accade intorno e, soprattutto, pensa sempre al tuo target.

Quali contenuti potrebbero voler leggere i tuoi follower? Perché dovrebbero leggere i tuoi post?

Per sapere che cosa piace ai tuoi utenti prendi anche in considerazione di proporre dei sondaggi o fare domande dirette. Questo agevola anche la creazione di un dialogo.

E non dimenticarti le regole per un buon post su Linkedin:

  • ottimizza i tuoi post con immagini di alta qualità e la spaziatura corretta;
  • usa gli hashtag, al massimo 3;
  • scrivi post pertinenti e di qualità;
  • pubblica in modo costante.

Tutte queste tattiche sono utili e funzionano per crearti un nome e una reputazione su LinkedIn. Dopodiché puoi fare un passo ulteriore per il tuo business.

Scopriamolo subito!

linkedin - costruire la rete

Come trovare clienti su LinkedIn

LinkedIn non è solo un posto in cui andare per cambiare lavoro o avanzare di carriera.

Linkedin offre moltissime possibilità per fare networking e far crescere il tuo business.

Cosa? Posso aumentare i miei profitti grazie a Linkedin?

Esatto! Attraverso questa piattaforma puoi fare social selling.

Di cosa si tratta?

Questo approccio si basa sull’ascolto e la conversazione.

Individuando le tue buyer personas, devi creare delle relazioni solide in cui dedichi tempo e conoscenze per aiutare i tuoi potenziali clienti.

Giorno dopo giorno, vedrai che le persone inizieranno a rivolgersi a te per consigli e approfondimenti.

Chiedendoti aiuto, le persone compiono un gesto molto importante: ti danno fiducia.

E la fiducia, si sa, è alla base di ogni relazione di vendita. Questo, infatti, significa che sei diventato il loro punto di riferimento e il giorno in cui decideranno di acquistare, si rivolgeranno a te.

Il social selling è uno strumento di marketing molto utile e ti permette di aumentare le vendite semplicemente curando le tue relazioni.

È un tema molto vasto e qui non ho lo spazio e il tempo per parlarne. Però ho un regalo per te: scarica la mia guida gratuita al social selling su LinkedIn. Qui potrai approfondire la tua curiosità e sviluppare più competenze su questo argomento!

Conclusione

Farti riconoscere come esperto in un determinato settore ti aiuta se vuoi essere trovato dai recruiter o se vuoi far crescere la tua impresa. Per entrambe queste attività, fare personal branding su LinkedIn è un metodo utile ed efficace.

Questo vale solo se strutturi la tua strategia in modo coerente e consapevole.

Perciò, segui i miei consigli: parti dall’analisi del tuo target, ottimizza il tuo profilo, crea contenuti di valore e continua con costanza e determinazione nel tempo.

Non sprecare l’occasione di crescere grazie a LinkedIn.

Per raggiungere nuovi traguardi personali e professionali, segui il mio blog, in cui trovi articoli, video e podcast che trattano di Vendita, Marketing e Mindset.

Tu vuoi ottenere di più dal tuo profilo LinkedIn? In che cosa vorresti crescere?

Scrivimi nei commenti o contattami direttamente per una consulenza. Possiamo analizzare insieme la tua situazione e pianificare la strategia che fa al caso tuo.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Imprenditore e leader digitale, formatore e CEO di Nextre Engineering. Aiuta gli imprenditori a potenziare il proprio business attraverso co...