Come fare Personal Branding su LinkedIn nel 2021

di Mirko Cuneo

clock image12 minuti

linkedin personal branding

Se vuoi acquisire nuovi clienti devi promuoverti come un professionista sul social media più famoso e in crescita. Sto parlando di fare personal branding su LinkedIn.

Questo social network, infatti, è in costante espansione e offre molta visibilità a chi sa sfruttarlo nel modo giusto.

È riconosciuto da tutti come il social professionale per eccellenza ed è il posto più adatto per mostrare le proprie competenze. 

Facendoti conoscere e diffondendo valore attraverso i tuoi post, puoi raggiungere moltissime persone e allargare la tua rete.

Costruire il tuo Personal Branding ti aiuta a conquistare la fiducia di altri utenti, trasformandoli in clienti per il tuo business.

Come si utilizza LinkedIn per fare personal branding?

In questo articolo ti spiegherò quali sono i passi principali e fondamentali da fare per far crescere il tuo marchio personale su LinkedIn e creare una rete di contatti produttiva e interessante.

Ma ti dirò di più! Ho creato un videocorso in cui ti svelo, passo dopo passo, come costruire il tuo profilo LinkedIn efficace e aumentare la tua visibilità online. Il corso è completo e facile da seguire. potrai accedere alle lezioni con i tuoi tempi e tutte le volte che vuoi. Clicca il pulsante qui sotto, scopri tutti i moduli di cui è composto e richiedi subito il tuo videocorso su LinkedIn.

Breve introduzione al Personal Branding

Il personal branding è un processo attraverso cui definisci chi sei, cosa fai e lo trasmetti agli altri.

Ricorda che tu rappresenti la tua attività, quindi costruire il tuo marchio personale è diventato un tuo dovere.

Cosa ti distingue dagli altri in modo unico?

Questo deve essere il tuo punto di partenza: raccontare le tue conoscenze, le tue competenze, il tuo stile e le tue abilità in modo efficace. Il tuo personal branding è il modo in cui ti presenti sul mercato e come costruisci l’identità del tuo brand.

L’obiettivo del personal branding è fare in modo che il tuo marchio si posizioni nella mente dell’utente in modo preciso e distinto dalla concorrenza.

Il tuo marchio comprende tutte quelle caratteristiche che ti rendono unico ed è su quelle che devi lavorare. È utile per entrare in contatto con altri utenti che condividono i tuoi stessi valori e conquistare la loro fiducia.

Le persone, infatti, non acquistano più prodotti o servizi, ma valore. Il brand è l’essenza del valore e fare personal branding ti porta da avere un ruolo determinante nel mercato.

Una volta che avrai conquistato la fiducia della tua rete di contatti, diventerai il punto di riferimento. Il tuo scopo deve proprio essere quello di farti ricordare e di fare in modo che i tuoi potenziali clienti di rivolgano a te per risolvere il loro problema.

Perché LinkedIn è ottimo per il tuo personal branding?

Tra le piattaforme social, LinkedIn è la migliore per imprenditori e professionisti per lavorare sul personal branding.

I motivi sono essenzialmente due:

  • LinkedIn sta crescendo in modo esponenziale
  • È una piattaforma seria e professionale

Questo social è in piena espansione e sta puntando a fare business, vendendo spazi pubblicitari e annunci a pagamento.

LinkedIn premia i creatori di contenuti di valore molto di più rispetto agli altri social network. Il che ti consente di arrivare ad un maggior numero di persone se proponi contenuti validi e in linea con il tuo settore.

Certo, quelle persone le puoi trovare anche su altri social come Facebook, Instagram, YouTube e forse anche Tik Tok. Ma l’intento con cui le varie piattaforme vengono utilizzate è molto differente.

Se vuoi fare affari, parlare di lavoro e concentrarti sulla tua professione, LinkedIn è l’unico portale in cui concentrare le tue energie.

Dal canale che prediligi cambia anche la tua comunicazione, il tuo pubblico e anche le tue possibilità di vendita.

Chi va su LinkedIn lo fa con uno scopo: lavorare sul proprio profilo personale. Utilizzare gli altri social non avrebbe assolutamente lo stesso effetto. Chi utilizza LinkedIn vuole migliorare la propria carriera, seguire figure professionali e trovare collaboratori o possibilità di partnership.

Perciò adesso vediamo subito le fasi per costruire la tua strategia di branding su LinkedIn.

5 fasi per costruire il tuo personal branding su LinkedIn

Il primo segreto per costruire il tuo personal branding con Linkedin è avere una strategia chiara e coerente. Se sottovaluti l’importanza di avere una strategia, il tuo impatto sarà basso e non sfrutterai tutte le possibilità che questo social ti offre.

Una buona strategia si basa su cinque pilastri:

  1. l’analisi del target;
  2. l’ottimizzazione del profilo;
  3. la costruzione di una rete di contatti;
  4. la creazione di contenuti di valore;
  5. l’interazione costante con la tua rete.

Vediamo nel dettaglio questi step.

linkedin personal branding

1. Le basi: l’analisi del target

Il primo passo che devi fare per costruire il tuo personal branding è definire la tua nicchia di riferimento. Se sai a chi ti rivolgi sarà molto più semplice capire di cosa parlare e, soprattutto, sapere come veicolare il tuo messaggio in modo che venga capito.

Per scegliere la tua nicchia di potenziali clienti, la prima domanda che devi porti è: quali problemi risolvo e quali esigenze soddisfo?

Ti spiego meglio.

I consumatori o i partner in affari si rivolgono a te se capiscono che tu puoi essere utile a loro. Per farglielo capire devi trovare il modo giusto di comunicare il messaggio giusto. Infatti, se condividi contenuti di valore ma diretti al target sbagliato non verranno presi in considerazione.

I tuoi contenuti rappresentano un valore per chi vuole approfondire l’argomento di cui tu parli. Grazie alla tua esperienza puoi dare le risposte utili alle molte domande che quegli utenti si pongono.

Il tuo scopo dovrebbe essere quello di emergere come esperto del tuo settore. Per farlo tratta i tuoi argomenti sotto ogni punto di vista ricordandoti di mantenere un linguaggio in linea con il target che ti legge.

Questo ti permette di essere sempre più specifico, di mostrare il tuo sapere e di costruirti un seguito di persone già interessate che ti prendono come punto di riferimento.

Una volta che avrai definito la tua nicchia e le persone inizieranno a riconoscerti come un esperto, rimani fedele al tuo target. Cambiare argomento continuamente non farebbe altro che destabilizzare i tuoi follower che, man mano, smetterebbero di seguirti.

Tieni gli argomenti frivoli per gli altri social e ricordati sempre che LinkedIn è una rete professionale.

Se rimani coerente e dimostri che puoi aiutare i tuoi clienti con i loro problemi, i tuoi contatti inizieranno a crescere e così anche la tua credibilità.

2. Il look: potenzia il tuo profilo

È fondamentale che il tuo profilo sia ottimamente costruito se hai intenzione di promuovere il tuo personal branding su LinkedIn.

È la pagina attraverso cui i tuoi clienti fanno la tua conoscenza, quindi ne devi curare tutti i dettagli di testo e di immagine.

L’immagine del profilo deve essere professionale e in linea con quello di cui ti occupi.

L’abbigliamento e l’atteggiamento devono essere coerenti con il lavoro che svolgi. Se sei un dirigente aziendale dovresti prediligere una foto in giacca e cravatta, mentre se ti occupi di creatività puoi avere anche un abbigliamento più casual.

Non scegliere foto che ti ritraggono in situazioni poco compatibili alla tua realtà. Chi è dall’altro lato distingue le foto esagerate e tende a dare poco credito a chi le utilizza.

Per avere un profilo interessante ti consiglio di curare 3 elementi:

  1. Immagine di copertina: serve a trasmettere la storia del tuo brand. Ti consiglio la creazione di un banner personalizzato e in linea con la tua identità.
  2. Foto del profilo: deve essere uno scatto in primo piano, in cui appari professionale e semplice. Non utilizzare mai immagini prese da situazioni fuori contesto, con un look eccessivo o quelle in cui sei in compagnia.
  3. Sommario: è lo spazio di 120 caratteri che accompagna il tuo nome in tutte le ricerche. Serve per far capire la tua professione o il ruolo al quale ambisci. Trasmetti chi sei e quali obiettivi hai.

Per conoscere tutti i dettagli su questo argomento leggi la mia Guida LinkedIn. Troverai tutte le informazioni che ti servono per costruire al meglio il tuo profilo, creare una rete interessante di collegamenti e sfruttare LinkedIn per il tuo business.

3. La rete: aumenta i tuoi contatti

I tuoi collegamenti su LinkedIn dovrebbero essere principalmente con persone con cui hai affinità professionali.

Quindi chiediti: chi sono le persone interessanti per costruire la mia rete su LinkedIn?

Per esempio saranno persone che fanno il tuo stesso lavoro, oppure persone che potrebbero aver bisogno di una risorsa con le tue competenze, o ancora clienti che hanno necessità dei tuoi prodotti o servizi.

Dopo aver individuato la tua nicchia, cerca delle persone che corrispondono ai tuoi collegamenti ideali. Trova il modo di interagire con loro, per esempio mandando un messaggio in privato se hai qualcosa di interessante da proporgli, oppure iniziando a commentare i loro post per farti notare.

Interagisci in modo regolare con i loro contenuti.

In questo modo lavori su due fronti:

  • inizi a far girare il tuo nome all’interno della tua nicchia;
  • allinei il tuo brand a quello di altre persone che appartengono allo stesso settore.

Come individui le persone in linea con la tua descrizione?

Una delle fonti più interessanti sono i gruppi. Per costruire la tua rete, cerca i gruppi che affrontano argomenti legati al tuo settore e iscriviti.

Inizia a seguire le discussioni che vengono avviate. A seconda degli interventi, potrai farti un’idea delle persone più influenti e che potrebbero farti da traino.

Piano piano valuta quali sono quelle con cui potresti entrare in contatto e inizia a interagire con loro.

Oltre ad aiutarti a far crescere la tua rete in modo mirato, nei gruppi puoi farti conoscere dando il tuo contributo e partecipando in modo costruttivo alle discussioni.

Interagisci con gli altri, pubblica dei contenuti di valore, condividi informazioni utili. Questo non farà altro che giovare al tuo personal branding.

4. Il valore: condividi contenuti

Per differenziarti dagli altri e sfruttare al meglio le potenzialità di LinkedIn è importante che tu abbia una strategia di content marketing.

Postare contenuti di qualità in modo regolare è uno dei metodi migliori per far emergere il tuo profilo rispetto agli altri.

Solitamente un contenuto è considerato di valore quando è utile, dà informazioni preziose e coinvolge il pubblico. Quindi è bene trattare argomenti in linea con il tuo settore oppure con i settori di interesse del tuo target.

Come fai a trovare ispirazione ogni giorno?

Il mio consiglio è di non affidarti all’improvvisazione.

Crea un piano editoriale per i social media, in cui inserisci le date di pubblicazione e gli argomenti che tratterai. Questo ti aiuterà a essere coerente e a non perdere tempo quotidianamente alla ricerca di un argomento.

Per avere materiale sempre nuovo e approfondire i tuoi contenuti, cerca ispirazione informandoti sulle tendenze del tuo settore, sii sempre attento alle novità e, soprattutto, pensa sempre al tuo target.

Quali contenuti potrebbero voler leggere i tuoi follower? Perché dovrebbero leggere i tuoi post?

Per sapere che cosa piace ai tuoi utenti prendi in considerazione di proporre dei sondaggi o fare domande dirette. Questo agevola la creazione di un dialogo.

linkedin personal branding
Esempio di sondaggio su LinkedIn

E non dimenticarti le regole per un buon post su Linkedin:

  • utilizza immagini di alta qualità e la spaziatura corretta del testo;
  • usa gli hashtag, al massimo 3;
  • tratta argomenti in linea con la tua professione, i tuoi prodotti o servizi;
  • pubblica in modo costante.

Tutte queste tattiche sono utili e funzionano per promuovere il tuo brand e crearti una reputazione su LinkedIn.

5. L’interazione: crea relazioni

Ti ho anticipato questo concetto nel paragrafo sulla creazione della tua rete di collegamenti in target. Infatti, aumentare i collegamenti e creare relazioni sono due azioni strettamente legate tra di loro.

Inutile avere un gruppo numeroso se poi non interagisci con nessuno.

Se vuoi farti conoscere ed essere ricordato devi partecipare alle conversazioni degli altri, ma non basta scrivere dei commenti brevi e impersonali. Devi esprimere la tua opinione, stimolare le conversazioni, fare domande e aprirti al dialogo.

Sii costante anche nella tua partecipazione alle discussioni, così come lo devi essere nella creazione e nella divulgazione dei tuoi contenuti.

Anche online, come nella vita reale, le persone si interessano a te se tu ti interessi a loro. Quindi non aspettare che siano gli altri a fare il primo passo.

La costruzione del tuo personal branding, che sia su LinkedIn oppure no, è un processo lungo che ha bisogno di costanza e tempo. L’algoritmo di LinkedIn premia chi crea spesso contenuti che siano anche rilevanti e, ancora meglio, se ricevono consenso e interazioni dagli utenti.

Non sottovalutare questo social network perché è il punto di transito fondamentale per tutto quello che ha a che fare con il mondo del lavoro e del business.

Se sei un imprenditore o un professionista, oltretutto, puoi sfruttare LinkedIn come strumento per il social selling. Significa che può essere il tuo portale online dove trovare, attirare e convertire gli utenti in clienti effettivi.

È un tema molto vasto e qui non ho né lo spazio né il tempo per parlarne. Però scarica la mia guida gratuita al social selling su LinkedIn. Qui troverai quello che devi sapere per aumentare le vendite, semplicemente curando le tue relazioni.

Come avere un profilo LinkedIn di successo

Sviluppare il tuo personal branding su LinkedIn ti aiuta nel mondo del lavoro o degli affari qualsiasi sia il tuo obiettivo. È la piattaforma per imprenditori e professionisti che vogliono nuove opportunità di business o trovare partnership proficue, ma anche per chiunque sia alla ricerca di lavoro, di clienti o di risorse da introdurre in azienda.

Farti conoscere come esperto nel tuo settore è ciò che ti permette di essere preso in considerazione e ricordato. Per riuscirci il punto di partenza è costruire un profilo completo e aggiornato.

In questo articolo ti ho svelato le attività principali che ti permetteranno di iniziare a emergere rispetto a tutti gli altri utenti di LinkedIn. Ma se vuoi davvero avere successo su questo social network richiedi il videocorso completo e scopri, lezione dopo lezione, come creare il tuo profilo efficace. Ti servirà se vuoi vendere di più, trovare nuovi clienti, costruire relazioni utili, iniziare un nuovo lavoro o attirare risorse competenti da introdurre nella tua azienda.

Che cosa aspetti? Clicca il pulsante qui sotto e richiedi il tuo videocorso per iniziare a distinguerti dalla concorrenza.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta