Content Marketing: contenuti strategici per il successo della tua azienda

di Mirko Cuneo

clock image25 minuti

content marketing

Quante volte hai sentito nominare il Content Marketing?

Se ne parla talmente tanto e spesso in modo confusionario che il rischio è di sottovalutarlo quando, invece, è sempre più importante. Ecco perché ho voluto scrivere questo articolo aggiornato su cos’è il Content Marketing, ma soprattutto per dirti come ti aiuta a generare più fatturato.

Ti sembra impossibile?

Invece no.

La creazione di contenuti di valore è diventata un requisito fondamentale per ogni strategia di web marketing. Sono molte le aziende che hanno capito l’importanza di creare contenuti di qualità con cui attirare, divertire, educare, informare e creare una relazione con i potenziali clienti.

Quindi, se ti interessa raggiugere risultati di business, sia nel B2B che nel B2C, attraverso le strategie che funzionano oggi, questo articolo fa per te. Alla fine avrai un’idea chiara di quello che devi fare per attuare la tua strategia di Content Marketing che ti porti ad attirare gli utenti, trasformarli in potenziali clienti e poi in acquirenti e clienti fedeli.

Se, invece, non vuoi perdere tempo ma andare subito al sodo, clicca il pulsante qui sotto e prenota la tua consulenza personalizzata. Iniziamo subito a lavorare alla creazione dei tuoi contenuti strategici per migliorare la consapevolezza del tuo marchio e aumentare le entrate.

Cos’è il Content Marketing?

Per prima cosa ti voglio dare una definizione e un significato concreto di Content Marketing.

È una tecnica di marketing che serve per creare e distribuire contenuti preziosi, pertinenti e coerenti. Il fine con cui viene utilizzato è di attirare e coinvolgere gli utenti potenzialmente interessati alla tua offerta così da trasformarli in clienti.

Le parole chiave principali per creare i contenuti sono due: preziosi e inerenti.

Che cosa significa?

I contenuti preziosi sono contenuti di valore, ovvero che offrono davvero informazioni utili agli utenti. Inutile portarli su una pagina web dove non possono trovare quello di cui hanno bisogno.

Con contenuti inerenti intendo dire che siano pertinenti e adeguati all’argomento in questione. È inutile anche attirare gli utenti verso un articolo in cui poi non rispondi alle domande a cui loro cercavano risposta. Per esempio, dove non trovano quello che è annunciato dal titolo.

Questo è davvero un errore. Crea un sentimento di antipatia e di astio nei confronti del tuo brand.

Cosa da evitare.

Dietro ogni marchio di successo c’è una mole di contenuti di qualità che hanno il potere di accrescere la reputazione e di conferire autorevolezza all’azienda. I contenuti ti consentono di comunicare i tuoi valori, le tue caratteristiche e tutte le cose che ti distinguono dai competitor.

Questo è il grande potere della comunicazione, che comprende la parola scritta e orale, ma anche i video e le immagini. Il contenuto, in ogni sua forma, ti permette di dire e di mostrare qualcosa di te che ti rende unico.

Ma ti starai ancora chiedendo quali sono i veri vantaggi di fare Content Marketing per la tua impresa.

Te li dico subito.

A cosa serve il Content Marketing alla tua azienda?

La comunicazione è alla base di qualsiasi relazione, anche quando si tratta di affari.

I contenuti sono la modalità che ha la tua azienda per comunicare con il proprio target di riferimento, creare consapevolezza, coinvolgimento, conversioni, vendite e fedeltà. Sono proprio i contenuti a supportare ogni strategia di marketing e rendono possibile la creazione di quelle relazioni fondamentali a legare i tuoi potenziali clienti al tuo marchio.

Il Content Marketing ha dimostrato di essere parte integrante nelle strategie per fare Lead Generation.

È uno strumento flessibile che può essere adattato alle diverse situazioni e ai differenti canali: blog, email, pagine servizi su e-commerce e siti web, post sui social, ecc. Esistono tattiche diverse e ad hoc per pubblicizzare il tuo marchio e il tuo prodotto o servizio.

Ognuna delle fasi, da quando il cliente cerca informazioni a quando prende la decisione di acquisto, è da gestire in maniera specifica. Ogni parte del processo necessita di una comunicazione mirata che serve per portare il cliente attraverso le varie fasi della canalizzazione di vendita, sempre più vicino alla fase finale della conversione.

Nell’affollato mercato digitale, è fondamentale che la tua azienda si differenzi dalla concorrenza e che mostri ciò che la rende speciale. Gli argomenti su cui crei i contenuti possono fare davvero la differenza, come anche la modalità con cui decidi di diffonderli.

Determina chi sei e a chi ti rivolgi per capire che tipo di comunicazione veicolare, quale strategia di Content Marketing sviluppare e attraverso quali canali applicarla.

Adesso vediamo per punti l’importanza del Content Marketing per la tua azienda.

a cosa serve il content marketing

1. Migliorare la reputazione del tuo marchio

Una delle cose fondamentali per la tua azienda è la reputazione del marchio. Attenzione che questo non significa soltanto avere un logo e magari un pay off riconoscibile. Un brand è molto di più.

Il brand della tua azienda racchiude tutti i valori e le caratteristiche interne che distinguono la tua impresa da quella dei tuoi competitor. La definizione di un brand equivale alla definizione del tuo essere e della tua mission.

La Brand Reputation è l’insieme delle percezioni, delle valutazioni e delle aspettative dei consumatori nei confronti dell’azienda. Queste determinano il grado di fiducia nei confronti del marchio e derivano da una molteplicità di fattori, quali: la storia dell’azienda, le sue attività e la coerenza che dimostra nel tempo.

I contenuti ti servono proprio per veicolare i tuoi valori e la tua personalità all’esterno, facendo in modo che i tuoi clienti si identifichino con essi.

Pensi che a te questo non serve perché hai una realtà aziendale piccola?

Invece ti dico che ti sbagli.

Vale per tutte le aziende, da quelle piccole a quelle più grosse e strutturate.

Ottimi contenuti, che parlano di ciò che offri e del valore che ne ricavano i clienti, ti aiutano a creare quella sensazione di fedeltà nel pubblico.

Inoltre, comunicare nel modo giusto ti permette un migliore posizionamento del tuo marchio sia nel mercato che nella mente dei consumatori. Questi inizieranno a riconoscerti come un’autorità nel tuo settore.

Maggiore è il valore dei tuoi contenuti – ricorda i termini prezioso e inerente – più sarà facile trovare persone che si riconoscono nel tuo brand e che decidono di seguirlo. Questo si trasforma in clienti e vendite.

Mostra te stesso e le tue competenze

I clienti vogliono sapere che hanno a che fare con esperti del settore. Devono sentirsi sicuri di affidarsi alla tua azienda e anche questo glielo puoi far capire grazie al Content Marketing.

Per esempio puoi girare un video in cui mostri la tua azienda e le persone che ci lavorano. Oppure un video in cui ti metti in gioco in prima persona, mettendoci la faccia. Se gli utenti vedono con chi hanno a che fare tendono ad affidarsi maggiormente perché possono dare un volto alla persona dietro al marchio.

Ma lo stesso vale per articoli, guide e altro. Ogni documento o testo informativo che esce sul tuo blog o sul tuo sito è una prova delle competenze che hai su quell’argomento. Oltre a quello che può fare la tua azienda per risolvere i problemi dei consumatori.

Al momento dell’acquisto, si ricorderanno del marchio che ha fornito le informazioni e il supporto migliori. In questo modo hanno la tranquillità che si stanno affidando alle persone giuste che li aiuteranno a migliorare la loro situazione.

2. Mostrare ai clienti come puoi aiutarli

I tuoi potenziali clienti vogliono leggere informazioni che li aiutino a prendere le loro decisioni di acquisto. Questo è proprio quello che devi dargli.

Negli articoli di blog presta attenzione alla forma dei tuoi testi e al tipo di parole che usi. Pensa che devi intrattenere la tua audience riuscendo a spiegare anche le cose difficili in maniera semplice.

Sia che scrivi o che mostri un video, l’informazione che dai deve essere chiara e semplice. Se le persone non capiscono non comprano. È importante capire come scrivere un articolo di blog o come parlare in un video per essere efficace. Altrimenti i contenuti che produci non funzionano.

E se stai pensando che in realtà le persone non vogliono passare il tempo a guardare i tuoi contenuti, ti sbagli. Tutto dipende da come sono fatti. Agli utenti piace informarsi e conoscere le aziende a cui potrebbero affidarsi per i propri acquisti.

Infatti, la seconda fase del processo di acquisto dei consumatori è la ricerca delle informazioni online. Si documentano su Google o sui social media anche se poi decidono di acquistare in un negozio fisico.

Fare dell’ottimo Content Marketing è diventato davvero un requisito che non può mancare nella tua strategia personalizzata di digital marketing.

Ti aiuta anche a posizionare il tuo sito web tra i primi risultati di Google.

Vediamo come.

Scrivi contenuti ottimizzati SEO

Hai mai sentito parlare di SEO (Search Engine Optimization)?

In parole semplici si tratta di una serie di strategie che ti permettono di scrivere un testo in modo che venga apprezzato da Google, oltre che dagli utenti.

A cosa serve?

Per fare in modo che il tuo articolo o il tuo sito web sia tra le prime posizioni sella SERP nel momento in cui un utente compie una ricerca.

Questo è importante perché se un potenziale cliente fa una ricerca spontanea, significa che è interessato a quel tipo di prodotto o servizio. E se trova te vuol dire che sarai tu ad avere molte più probabilità di chiudere la vendita.

La SEO svolge davvero un ruolo importante nel migliorare la visibilità della tua attività online. Quindi per migliorare i tuoi contenuti devi ottimizzarli lato SEO.

Per questo ti consiglio di chiedere aiuto ad un esperto perché è una disciplina che richiede davvero molte conoscenze. Te lo posso dire con certezza perché nella mia squadra ho un SEO manager che ne sa una più del diavolo.

E ti dico che i siti in attività, che hanno un blog aziendale e che pubblicano contenuti con continuità, hanno molto più successo rispetto agli altri. Sicuramente li trovi tra le prime posizioni di Google e quindi sono tra i marchi più conosciuti dagli utenti.

Ovviamente non è l’unica strategia per promuovere la tua azienda sul web, ma è sicuramente tra quelle che non possono mancare.

3. Ottenere nuovi lead e conversioni

Il Content Marketing è ottimo per la generazione di lead.

Puoi creare contenuti differenti per diversi pubblici andando ad intercettare la fascia di utenti più in linea con la tua offerta. Per le piccole e medie imprese questa diventa una strategia fondamentale siccome si rivolgono già ad un bacino di utenti più ristretto, rispetto a quello delle grosse aziende.

Riuscire a comunicare con i tuoi potenziali clienti e fargli capire come puoi essergli di aiuto ti consente di convertire un maggior numero di utenti in clienti paganti.

Come?

Veicolando il messaggio giusto alle persone giuste.

Il mercato è tornato ad essere conversazione e le persone vogliono sentirsi rappresentate dai brand. Con l’abbondanza di pubblicità che c’è oggi, gli utenti tendono ad ignorare tutti quegli annunci in cui è palese che vengono spinti a comprare qualcosa.

I clienti voglio essere attratti e sentire che hanno potere decisionale. Con il Content Marketing l’obiettivo è di coinvolgerli. Si esce dalla concezione in cui le aziende fanno monologhi che le persone devono sorbire e si passa all’idea di dialogo fino addirittura alla co-creazione.

Ci sono casi in cui sono i clienti stessi a diventare co-produttori di contenuto e casse di risonanza dei valori aziendali. Più gli utenti sentono di conoscerti e sanno cosa fai, perché lo fai e quali sono i loro vantaggi nel fare affari con te, più vorranno stare a contatto con il tuo marchio.

Ma per ottenere tutto questo è necessario avere una strategia che renda efficace ogni azione.

Vediamo meglio di cosa si tratta e come costruirla.

Come si fa una Content Strategy

Qualsiasi contenuto tu decida di creare deve poi essere distribuito sui giusti canali per arrivare al pubblico che intendi intercettare. In poche parole, ti serve una strategia affinché il Content Marketing risulti efficace e ti porti agli obiettivi che desideri.

Per questo è fondamentale elaborare un piano da seguire che sia strettamente legato alle tue mire commerciali, altrimenti ti ritroverai solo con una marea di articoli, video, post o altro, che non ti serviranno per generare conversioni.

Se hai un business il tuo scopo è creare profitto, quindi ogni azione che fai deve servire proprio a quello. Nei prossimi paragrafi troverai tutti i passaggi da seguire per sviluppare una strategia di Content Marketing efficace.

content marketing strategy

1. Definisci i tuoi obiettivi

Ogni strategia inizia sempre dallo stesso punto, ovvero la definizione degli obiettivi.

Che cosa vuoi ottenere? Perché vuoi produrre un certo tipo di contenuto?

È fondamentale sapere dove sei diretto perché solo così potrai valutare la strada migliore per raggiungere la tua meta. Inoltre, se non hai uno scopo il contenuto prodotto non ti servirà praticamente a nulla e alla fine la sensazione che rimane potrebbe essere “E quindi?”.

Se i consumatori non trovano una ragione o un seguito al tuo contenuto, semplicemente quell’azione che hai fatto e per cui hai speso tempo e denaro non ti porterà nessun ritorno sul tuo investimento.

Ecco qualche esempio di obiettivi che potresti avere:

Più sono specifici i tuoi obiettivi, più hai le idee chiare su quello che desideri e maggiori sono le opportunità di creare comunicazioni mirate ed efficaci.

2. Studia il tuo pubblico

Per sapere come comunicare devi sapere a chi ti rivolgi.

Oggi si parla di buyer personas, ovvero dei modelli immaginari di clienti possibilmente interessati all’acquisto del prodotto o servizio offerti.

La descrizione di queste tipologie di potenziali clienti, con le loro caratteristiche, aiuta ad approfondire al comprensione dei consumatori: quali sono le loro esigenze, quali problemi vogliono risolvere o quali desideri soddisfare.

Il fine di questo studio strategico del pubblico è quello di personalizzare i contenuti in modo da riuscire a rivolgersi nella maniera più specifica possibile proprio alle persone che si vogliono intercettare.

Ti faccio un esempio: se mentre cammini per la strada senti qualcuno che urla “Ehi tu!”, forse ti giri a guardare incuriosito ma poi ti volti e te ne vai se non scorgi nessuno che conosci perché probabilmente non cercavano te. Invece, se senti gridare il tuo nome, non solo ti giri, ma cerchi tra la folla una persona che conosci. Se sei stato chiamato proprio per nome significa che quel qualcuno si rivolge proprio a te.

I contenuti devono sortire lo stesso effetto, i consumatori devono sentirsi presi in causa e devono pensare “Sta parlando proprio di me” o “Questo prodotto/servizio fa proprio al caso mio”.

3. Scegli i canali per la comunicazione

Una volta identificato il tuo pubblico di riferimento è il momento di scegliere i canali di comunicazione su cui pubblicare i tuoi contenuti.

Dove li condividerai?

Che sia il sito web, i social media o le e-mail, per ogni canale ci sono forme di comunicazione più idonee e altre meno. La tipologia dei contenuti dipende anche dalle persone a cui ti rivolgi: in alcuni casi è meglio un testo scritto, in altri potrebbero essere più efficaci i video e in altri ancora i podcast.

La scelta del canale può avvenire prima o dopo la scelta del contenuto. Infatti, potresti voler creare un certo tipo di contenuto e poi decidere su che canale promuoverlo, oppure potresti partire dalla scelta del canale e poi creare contenuti appositi proprio per quello.

Per le aziende B2B il social media migliore per comunicare è sicuramente LinkedIn. È quello utilizzato per la lead generation e per portare traffico qualificato verso il sito web. Mentre per il B2C sono validi anche Facebook, Instagram e sempre di più TikTok. Ovviamente dipende dall’età, dalle caratteristiche e dagli interessi del pubblico di riferimento.

La principale motivazione di abbinare il contenuto giusto al canale giusto è di fare in modo di intercettare effettivamente le persone potenzialmente interessate alle tue offerte. Altrimenti potresti rischi di fare un ottimo lavoro ma che non porta risultati.

4. Decidi e crea il tipo di contenuto

Come per il canale anche il tipo di contenuto è fondamentale.

Non solo perché gli articoli sono indicati per un blog, le immagini per Instagram e i video per YouTube, ma anche perché ogni contenuto dovrebbe attrarre i potenziali clienti nelle loro differenti fasi del customer journey.

Che cosa significa?

È fondamentale considerare il Content Marketing come supporto al processo che porta il consumatore dalla fase di conoscenza dell’azienda fino a quella dell’acquisto. Un utente che non ha mai sentito parlare di te e non ti conosce avrà prima bisogno di sapere che cosa puoi fare per lui.

Poi dovrai dargli più informazioni sulla tua azienda e fargli capire perché puoi aiutarlo, perché dovrebbe scegliere te e non un tuo concorrente. Dopodiché devi fornirgli tutte le risposte che potrebbe volere sul tuo prodotto o servizio e sul perché è migliore degli altri simili.

Alla fine devi accompagnarlo a prendere la decisione di acquisto, cioè devi convertirlo da consumatore a tuo cliente. Se sei in grado di dare al potenziale cliente le informazioni giuste al momento giusto e nella forma giusta, in relazione al suo percorso di acquisto, aumenterai le tue possibilità di concludere la vendita.

5. Distribuisci i contenuti e misura i risultati

Dopo aver pianificato e attuato tutti i passaggi precedenti, non ti resta che far uscire i tuoi contenuti.

Un ottimo modo è impostare un piano editoriale, quindi un calendario in cui si decide preventivamente in che giorno e a che ora devono avvenire le pubblicazioni.

Questo serve principalmente per due motivi: uno è che testando dei giorni e degli orari si trovano quelli migliori, ovvero in cui hai più probabilità di ottenere risposte o di essere visto dagli utenti. Il secondo, ma non per importanza, è che una calendarizzazione permette di tenere sotto controllo tutta la programmazione senza il rischio di lasciare contenuti non pubblicati e per avere la possibilità di organizzare per tempo la preparazione del materiale necessario.

Dopo aver definito la strategia la cosa fondamentale è seguirla altrimenti non avrai mai un modello su cui basarti per capire se quello che stai facendo porta dei risultati.

Infatti, analizzare e misurare i risultati è essenziale per capire se la strategia sta funzionando e per rendersi conto cosa è necessario modificare e cosa, invece, funziona bene e deve essere replicato.

 Tieni presente che il Content Marketing si inserisce nella tua strategia più generale di business e lo scopo è trovare ogni volta dei modi per ottenere risultati sempre più positivi.

Adesso vediamo insieme un approfondimento sulle tipologie di contenuto che puoi utilizzare per veicolare i tuoi contenuti comunicativi.

strategia di content marketing

Tipi di Content Marketing

Divulgare contenuti diventa importante anche per capire gli interessi delle persone.

La raccolta dei dati sulle loro preferenze ti permette di comprendere i loro spostamenti online, di vedere i tassi di coinvolgimento, di registrare informazioni utili per settare le tue promozioni.

Se sai quali sono i contenuti che hanno più successo, impari anche il modo migliore per comunicare con i consumatori e fare in modo che loro si interessino a te.

In fin dei conti, se ci pensi, ognuno di noi è immerso all’interno di una continua comunicazione. Siamo costantemente attratti da qualcosa e distratti da altro.

Fare dell’ottimo Content Marketing significa anche saper distrarre l’attenzione degli utenti da ciò che stanno facendo e canalizzarla verso di te.

Quindi, varia la tua comunicazione, traccia i comportamenti degli utenti e ottimizza la tua strategia in base ai dati reali.

Con le informazioni acquisite è possibile:

  • creare un profilo più definito del tuo cliente-tipo;
  • sviluppare differenti segmenti di pubblico a cui rivolgerti;
  • migliorare la personalizzazione delle tue offerte.

Questo è il modo migliore per aumentare i tuoi profitti aumentando l’impatto che crei con il tuo marketing.

La selezione strategica dei canali di marketing e delle forme di contenuto influisce sul tuo modo di fare comunicazione, sul tuo brand e sui tuoi risultati.

Adesso vediamo in che modo puoi veicolare le informazioni sulla tua azienda e i tuoi prodotti.

Articoli di blog

Ci sono ancora molti imprenditori che non pensano al proprio sito web come ad un canale di marketing. Invece, è proprio come il biglietto da visita dell’azienda ed è il tuo portale personale verso cui attrarre i potenziali clienti.

Per questo il tuo sito web deve fare subito una buona impressione e presentare chiaramente la tua attività, il tuo brand, i tuoi prodotti o servizi.

Una buona strategia di Content Marketing sul tuo blog include la pubblicazione regolare di articoli di alta qualità e ottimizzati lato SEO. Con le informazioni all’interno dei tuoi articoli puoi accompagnare i potenziali clienti attraverso una strategia di Funnel Marketing. Così incrementi la generazione di lead e la loro conversione in clienti.

Presta attenzione ai contenuti che pubblichi sul tuo sito, ognuno deve essere ragionato e ben prodotto perché poi rimane lì e determina la tua immagine aziendale.

Ma come fai a portare traffico verso il tuo sito web?

Devi essere presente nei luoghi in cui trovi i consumatori, ovvero i social network.

Post sui social media

Ogni social è oggi un attore fondamentale nel mondo del marketing e del business.

L’Italia si conferma come un paese connesso in cui i consumatori sono alla ricerca attiva dei marchi di loro gradimento e delle informazioni di loro interesse. Tutto questo li influenza nelle loro decisioni di acquisto, sia online che offline.

È in crescita costante il trend di Internet, delle nuove tecnologie e degli odierni mezzi di comunicazione. Infatti, c’è stato un incremento del 2,2% delle persone connesse a Internet rispetto all’anno scorso, che ci fa superare la soglia dei 50 milioni. Ancora più importante l’aumento sul fronte delle piattaforme social, con oltre 2 milioni di nuovi utenti. (Report Digital We Are Social 2021 in Italia).

Non è solo la quantità delle persone presenti e attive, ma sta aumentando sempre di più anche il tempo di permanenza. Questo è interessante perché significa che ci sono più occasione per i tuoi contenuti di essere visti e da un numero maggiore di persone.

Ma quali sono le piattaforme preferite dagli italiani?

  • Facebook (con le sue chat di Messenger e WhatsApp);
  • YouTube;
  • Instagram.

E stanno crescendo anche:

  • Pinterest;
  • Twitter.

Ovviamente non puoi dimenticare LinkedIn: piattaforma fondamentale per imprese e professionisti.

I social media offrono preziose opportunità di costruzione delle community e sai perché è un vantaggio?

Perché il focus sui social deve essere la creazione di relazioni e dialoghi con gli utenti e, attraverso le community, trovi un pubblico già interessato all’argomento. Questo è di supporto alla strutturazione della tua pagina aziendale che deve seguire un calendario editoriale ben pianificato per la pubblicazione dei tuoi contenuti.

I canali su cui fare Social Media Marketing ti aiutano anche ad individuare i contenuti più in voga. La tua azienda ha bisogno sicuramente di testi scritti, ma anche di immagini e video in linea con il tuo brand. Quelli che gli utenti apprezzano e grazie ai quali puoi interagire con loro.

Video

Ormai la maggior parte dei consumatori preferisce la fruizione di contenuti video. Tanto che il Video Content Marketing può essere considerato come un’evoluzione della comunicazione digitale.

La marcia in più dei video è che uniscono la potenza delle immagini, quella delle parole, dei suoli e della storia. Infatti, un video ben fatto è sempre costruito secondo uno schema di inizio, svolgimento e fine.

Siamo nell’era dell’immagine e il video è lo strumento perfetto per intercettare gli interessi e le tendenze.

Oltretutto, a livello di comunicazione aziendale, i video possono essere utilizzati per mostrare le persone, quindi per dare un volto reale a un marchio. È un modo per entrare maggiormente in empatia con i potenziali clienti, oltre che a permettere una fruizione semplice e immediata da qualsiasi device.

Oggi non ci sono più dubbi, infatti, sul rilievo che occupano i dispositivi mobili, ecco perché è fondamentale che i tuoi contenuti siano ben visibili da smartphone e tablet. Altrimenti rischi di perdere il traffico di potenziali clienti che utilizza il cellulare per fare ricerche su internet.

A questo proposito, è doveroso chiarire che Google adora i video, quindi se li inserisci nelle tue pagine web ti aiuteranno a posizionarti meglio a livello SEO. Cioè a generare più traffico e più potenziali clienti da portare all’interno del tuo funnel di vendita.

Inoltre, da non dimenticare è che un ruolo sostanziale dei contenuti è quello di intrattenere e di fornire informazioni in maniera divertente, o almeno, interessante. In questo i video funzionano meglio di qualsiasi altra forma di contenuto.

Dal punto di vista del business è interessante notare come incorporare un video all’interno del tuo sito web o di una landing page, può aumentare il tasso delle tue conversioni. Un video postato sui social media riesce ad attirare l’attenzione di molte più persone, poi dipende dalla qualità del video stesso riuscire a mantenere l’interesse.

Email Marketing

Questo è un altro modo per inviare comunicazioni mirate a potenziali clienti interessati. Perché tu puoi mandare email a questi utenti solo se loro ti hanno lasciato volontariamente il loro contatto. Quindi significa che sono interessati a ricevere da te altre comunicazioni.

E come hai fatto a recuperarlo?

Per merito di un altro contenuto di valore che hai dato al tuo potenziale cliente in un’altra fase del processo di acquisto. Proprio per questo i contenuti, purché siano ben fatti, hanno un reale effetto se posti all’interno di una strategia di Content Marketing.

Questo è il significato di dare alle persone quello che vogliono. Ovvero le informazioni di cui hanno bisogno rispetto al loro livello di conoscenza dell’argomento e al loro interesse d’acquisto.

Se un utente ti ha lasciato il suo contatto sarà contento di ricevere le tue comunicazioni in cui puoi proporgli altre offerte. Così l’email marketing diventa uno dei migliori metodi di marketing a risposta diretta.

Gli utenti hanno scelto di ricevere le tue notizie, quindi sono disposti ad aprire i tuoi messaggi per conoscere prodotti e servizi. Ogni email deve condurre l’utente a fare un’azione, che può essere l’acquisto ma anche cliccare su un link che lo porta altrove.

Tutto dipende dal tuo obiettivo e dalla tua strategia. La decisione di compiere l’azione da parte del potenziale cliente è come se fosse la sua risposta alla tua comunicazione via email.

Ma per coinvolgerlo devi fare in modo che le tue email siano il più personalizzate possibile. Proprio per questo devono essere destinate ad un target specifico: se sai a chi ti rivolgi sai anche che linguaggio utilizzare e riesci ad essere più specifico.

Inoltre sai anche che tipo di contenuti offrire.

Contenuti da scaricare

Qual è l’importanza di regalare dei contenuti di valore agli utenti?

Perché è un gesto di apertura della tua azienda nei loro confronti, come se gli dicessi “ecco, questo contenuto è utile ed è per te, puoi averlo gratis basta che mi lasci il tuo contatto”.

Questi contenuti possono essere di qualsiasi tipo: infografiche, guide, e-book, video, ecc. Predispongono l’utente a darti almeno una possibilità e metto te in condizione di poter avere il loro contatto.

Inoltre, è anche un’opportunità per potergli spiegare più approfonditamente qualcosa sul tuo prodotto o servizio in modo da educarli e farti prendere in considerazione.

Qual è il segreto per scrivere contenuti gratuiti che siano efficaci?

Anche in questo caso il tuo contenuto gratuito deve rispettare la strategia di Content Marketing generale. Inoltre, deve essere pensato appositamente per il tuo target: per desideri o necessità da soddisfare, per il tipo di linguaggio da utilizzare, per il modo in cui affrontare l’argomento.

Fare un omaggio o un’offerta vantaggiosa al tuo potenziale cliente è anche un modo per tranquillizzarlo attirandolo con un’azione a basso rischio. Infatti, in questo modo ha l’opportunità di saperne di più su di te e sul prodotto stesso, prima di fare un investimento più oneroso.

Ma i contenuti visivi non sono l’unica soluzione.

Podcast

I podcast sono un’evoluzione digitale della radio.

Stanno diventando sempre più gettonati perché la voce umana riesce a trasmettere molto attraverso il tono e l’inflessione della voce.

Inoltre, gli utenti che ascoltano i podcast hanno ancora più libertà rispetto a vedere dei video. Bastano uno smartphone e un paio di cuffie ed è fatta. Può essere davvero un canale privilegiato con cui creare una relazione con i tuoi clienti e attraverso cui veicolare il valore della tua azienda.

I podcast possono essere un canale in più rispetto agli altri che hai scelto per le tue strategie di marketing. Infatti, è sempre meglio avere più punti di acquisizione e di fidelizzazione dei clienti, perché se dovesse venire a mancarne uno ti rimangono sempre gli altri.

Inoltre, il suono ha il potere di far arrivare le emozioni che si nascondono dietro alle parole. Così, con i podcast, puoi creare una connessione ad un livello ancora più personale con i tuoi clienti. Anche se attirare un vasto pubblico non è una cosa immediata, fare podcast può davvero essere un mezzo più diretto per comunicare le tue idee e spiegarle davvero a parole tue.

Anche in questo caso, non mi stancherò mai di dirlo, è necessario che ogni tuo contenuto sia inserito all’interno della strategia generale di Content Marketing. Questa, a sua volta deve essere integrata nella tua strategia per fare business.

Rendi strategici ed efficaci i tuoi contenuti

Il Content Marketing funziona, ma solo se lo fai nel modo corretto.

Prima di tutto smettila di pensare “Ma la mia attività è differente” oppure “Come faccio a trovare modi differenti per comunicare le mie offerte”.

Sono solo scuse per non agire. Le prime due caratteristiche dell’imprenditore sono: saper leggere il bilancio e avere coraggio.

Devi costruire la tua strategia e avere il coraggio di applicarla.

Ci vuole tempo, organizzazione ed esperienza, ma con un Content Marketing efficace puoi raggiungere il tuo pubblico di destinazione, aumentare le conversioni e le vendite, massimizzando il tuo ROI. Esistono diverse modalità per commercializzare i tuoi contenuti e i tuoi prodotti o servizi, devi solo trovare le strategie che soddisfano le necessità della tua azienda e le esigenze dei tuoi clienti.

Io posso aiutarti! Clicca il pulsante qui sotto, scopri di più su come possiamo collaborare insieme e prenota la tua consulenza personalizzata.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI