Fase 2 e PMI: riaprire dopo il lockdown costerà caro. Come si procederà?

di Eleonora Truzzi

clock image2 minuti

PMI durante la fase 2

La Fase 2 del Coronavirus sta per cominciare; Giuseppe Izzo, Responsabile del Piano di Coordinamento nazionale ES.A.AR.CO, guiderà la task force per la sicurezza sul lavoro nelle PMI.

“Rispettare le norme e renderle fattibili è fondamentale. Ogni azienda è caratterizzata da specifiche differenti, con esigenze diverse.

I nostri esperti eseguono valutazioni accurate, consigliando i migliori DPI per i dipendenti, gli impianti di aspirazione e condizionamento per evitare la diffusione del virus.

Gli imprenditori non possono svolgere da soli questi compiti; è necessaria la presenza di professionisti specifici, in grado di garantire una ripartenza sicura per i dipendenti e per le loro famiglie” – Sottolinea Izzo.

Il D.Lgs. 81/2008 affida la sicurezza sul lavoro ai tecnici specializzati, chiamati R.S.P.P.

Procedure come l’adeguamento del documento della valutazione dei rischi a firma del datore di lavoro, del medico competente e del tecnico R.S.P.P. sono assolutamente necessarie per riaprire in sicurezza.

Cosa significa? Le PMI dovranno sostenere un costo variabile. proporzionato alle dimensioni dell’azienda, per soddisfare le esigenze tecniche, normative e sanitarie necessarie.

Il costo medio per sostenere le verifiche sanitarie, ammonterà a circa 3000 € per azienda.

“Le PMI italiane dovranno inoltre mettere in conto costi aggiuntivi, a cadenza mensile, per l’acquisto dei dispositivi necessari.

Serviranno elevate quantità di mascherine chirurgiche; da sole costeranno circa 700€ al mese.

L’emergenza Covid-19 non ha azzerato la burocrazia, al contrario! I costi per rispettare i protocolli sanitari aggravano una situazione già critica per le nostre PMI” – Aggiunge Izzo.

Per aiutare le imprese in fase di riapertura, ES.A.AR.CO. ha messo gratuitamente a disposizione 5000 professionisti in tutto il Paese. Gli elenchi dei volontari sono già stati comunicati a Inps e Inail e sono in continuo aggiornamento.

“La sicurezza del lavoro durante la Fase 2 è di vitale importanza, ne va del futuro dei cittadini. Non possiamo permetterci di sbagliare, tutto deve essere controllato nei minimi dettagli” – Conclude Izzo.

image of Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi - Scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

Costruire un rapporto duraturo con i clienti duran...

Rapporto tra imprese e clienti

Il 2020 è stato l’anno della trasformazione e del cambiamento, per moltissime imprese in giro per il mondo. Secondo uno studio condotto da Kantar chiamato ‘Covid-19: What do consumers expect from brands’ il 60% dei consumatori avvertono l’esigenza di diventare più proattivi per tutto ciò che concerne pianificazione e sicurezza nel loro imminente futuro. Non […]

Leggi la news >
N

Aumenta del 23% la pubblicità digitale delle azie...

pubblicità digitale cina

Secondo il report China Media Inflation Trends del 2021, i ricavi sulla comunicazione digitale delle aziende cinesi sono aumentati del 23% durante tutto il 2020, probabilmente merito o causa dell’emergenza sanitaria del COVID-19. Secondo le stime prevista, questa percentuale continuerà a crescere anche nel 2021 e probabilmente aumenterà anche negli anni a venire. I grandi […]

Leggi la news >
N

I consumatori preferiscono contattare le imprese v...

I consumatori contattano le imprese via chat

L’e-commerce è il commercio del futuro. Lo è già da diversi anni, a dire il vero, ma l’emergenza sanitaria ha spinto tantissime persone all’interno delle proprie case, portandole ad acquistare sempre di più online, anche beni di prima necessità. La parola chiave del 2020 è stata trasformazione, sia digitale che strutturale delle imprese, che non […]

Leggi la news >