A lezione di leadership da Emmanuel Macron - Mirko Cuneo

A lezione di leadership da Emmanuel Macron

di Mirko Cuneo

clock image5 minuti

una foto del leader Macron

Non si ferma più la scalata politica di Emmanuel Macron, uno dei leader politici più carismatici che la storia recente ricordi.

La ledership di Macron in Francia è indiscussa oramai da anni. La scalata politica fatta da Emmanuel Macron ha dell’incredibile: in meno di un anno, è passato dal ricoprire la carica di Ministro dell’Economia, dell’Industria e del Digitale nel secondo governo Valls, a quella di 25° presidente nella storia della repubblica francese. Nonostante la sua carta d’identità reciti 39 anni, il più giovane leader francese dai tempi di un certo Napoleone Bonaparte, Emmanuel Macron sta dimostrando di essere un leader carismatico e dinamico, capace di imporsi anche sulla scena politica internazionale.

Grazie alle sue ottime doti di oratore è riuscito nell’impresa di convogliare in breve tempo un ampio consenso attorno a En Marche, partito nato solo 13 mesi fa, che ha sbaragliato la concorrenza di due fazioni storiche, come la destra e la sinistra, diventando il primo movimento politico francese. La sua leadership ha superato i confini francesi, diventando l’interlocutore principale nei rapporti con gli altri Paesi.

Quale è il segreto del rapido successo di Macron?

Il merito del nuovo inquilino dell’Eliseo è stato quello di comunicare con successo il suo progetto, condiviso dalla maggioranza dei francesi, emarginati e delusi dalla vita politica del Paese, comunicando loro un messaggio differente dai facili slogan sfruttati dalla rivale Le Pen in campagna elettorale. Macron ha conquistato la fiducia dei suoi elettori grazie ad un progetto innovativo e ricco di sfide, che ha saputo coinvogere i francesi in prima persona, rendendoli protagonisti del cambiamento e convincendoli a remare tutti nella stessa direzione per dare vita a quel processo di riforme della scuola, della finanza, del welfare e dell’ambiente, con cui risollevare le sorti della Francia e dell’Europa.

Macron è stato bravo a esportare questa visione anche in Europa, sostenendo la necessità di rivedere l’UE, che da troppo tempo viaggia a velocità diverse. La vittoria di Macron in Francia ha avuto il merito di arginare le derive populiste, che balzano sempre più agli onori della cronaca per aver conquistato ampie fette di elettori.

Emmanuel Macron

3 Lezioni di leadership che ogni imprenditore dovrebbe apprendere da Macron

Di solito le elezioni presidenziali in Francia non sono mai state al centro del mondo politico. La vittoria di Macron ha dimostrato come gli elettori vogliano qualcosa di nuovo, il suo partito ha lavorato sia con la sinistra che con la destra andando a far desiderare ai cittadini francesi un leader progressista, con nuove prospettive, ma più di ogni altra cosa qualcuno che avesse una convinzione di un futuro migliore.

Quali sono quindi le 3 lezioni che ogni imprenditore dovrebbe apprendere?

Vediamole assieme per punti.

1. Non lasciare che la giovane età ti fermi da assumere il giusto candidato

A 39 anni, Emmanuel Macron è il più giovane leader fra le maggiori nazioni, giusto per darvi una prospettiva è nato solo 2 anni prima che Barack Obama iniziasse il college.

Macron, è senza dubbio giovane per questo lavoro. Ma essere giovani non è la stessa cosa di non essere qualificati. Macron infatti ha una vasta esperienza di leadership politica, prima di candidarsi alla presidenza ha ricoperto il ruole di Ministro dell’Economia e degli Affari Digitali.

Quando devi assumere un candidato per una posizione di leadership, guarda a quale tipo di esperienza ha il candidato piuttosto che focalizzarti sull’età. I giovani leader possono portare una nuova prospettiva da cui guardare il futuro per la tua azienda.

Il recruiting riguarda il futuro e non il passato. È riguardo al potenziale, e a quali traguardi può raggiungere la tua azienda. Ricordati quello che dice qualcuno: “le performance del passato non garantiscono il successo nel futuro”.

Tienilo a mente quando devi assumere il tuo prossimo leader.

2. Assumere la giusta persona può portare entusiasmo fra gli investitori

La sua decisione di mettere come Primo Ministro un repubblicano, di destra è uno dei tanti esempi del perché i francesi sono felici della sua vittoria. Negli ultimi anni la Francia è stata vittima di attacchi terroristici e l’elezione di Macron ha saputo dare una nuova ventata di speranza per il futuro del paese.

Così come nella politica, nel business un nuovo leader deve saper portare la giusta dose di entusiasmo e ispirazione che la tua azienda ha bisogno. Il business ogni giorno affronta nuove sfide date dall’irrompere di nuove tecnologie sul mercato, cambiando la psicologia della vendita, le preferenze dei consumatori e le loro abitudini d’acquisto. Queste sfide sono vincibili, ma per farlo hai bisogno di una leadership che porti nuove prospettive e abbracci l’opportunità di poter fare grandi cose.

Mentre una sola persona non può risolvere tutti i problemi che si presentano, un grande leader può fare squadra con il team e guidarli verso un futuro più luminoso.

3. La globalizzazione è qui per rimanere e hai bisogno di poter lavorare con leader che non temano la diversità

È importante avere dirigenti che si sentano a proprio agio nel lavorare in ambienti multiculturali. Macron è il leader adatto, è infatti a suo agio in questo nuovo ambiente, i francesi hanno scelto un leader che sa che per avere successo nel futuro, deve essere abile nel costruire relazioni con perone che hanno degli skill ampi e vari.

I leader di successo di grandi organizzazioni, che siano esse organizzazioni private o governative, devono capire che il multiculturalismo è un punto di forza.

La strada da percorrere per le aziende nel 21 secolo è quella di abbracciare un mondo aperto ed elevare l’ispirazione dei leader con nuove prospettive.

Come imprenditore cerca le stesse competenze nei tuoi candidati e i tuoi clienti saranno serviti in maniera ottima.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Imprenditore e leader digitale, formatore e CEO di Nextre Engineering. Aiuta gli imprenditori a potenziare il proprio business attraverso co...