LinkedIn: Guida 2019 definitiva di Mirko Cuneo

La mia Guida LinkedIn 2019

LinkedIn è il social network per eccellenza per il business e i professionisti. Continua ad innovarsi anche a distanza di anni dal sul lancio e, per questo, necessita di una Guida LinkedIn 2019 definitiva che ne mostri gli aggiornamenti e le novità nel tempo.

Inoltre, nella mia esperienza professionale mi capita di visionare molti profili LinkedIn di aziende o persone che cercano una collaborazione o un’opportunità di lavoro. Devo dire che la gran parte dei profili che vedo sono fatti abbastanza male: incompleti in molte parti e, quindi, poco efficaci.

Se non curi attentamente il tuo profilo LinkedIn prima di tutto non emergerai mai nel mare degli altri contatti, inoltre rischi di essere scartato a prescindere dai recruiter.

Sfrutta tutte le potenzialità di LinkedIn per il tuo personal branding e sarà uno strumento forte per trovare nuove opportunità professionali.

Guida LinkedIn per il business

Ogni social network ha le proprie funzioni specifiche. Quelle che voglio far emergere nella mia Guida LinkedIn 2019 servono per soddisfare le esigenze di professionisti e aziende.

Infatti è uno strumento utile per:

  • incrementare il traffico B2B;
  • generare nuovi lead;
  • cercare nuove opportunità di carriera.

Affidati alla mia Guida LinkedIn 2019 per approfondire le funzionalità e gli aggiornamenti della piattaforma per presentare al meglio te stesso, la tua azienda e fare marketing su LinkedIn.

Guida LinkedIn 2019 per professionisti e aziende

Il primo passo verso la creazione e l’ottimizzazione del tuo profilo LinkedIn riguarda le informazioni di base.

Devi far sapere alle persone chi sei, quindi scrivi il tuo nome accompagnato dal tuo titolo professionale. In particolare, riempi lo spazio del titolo con parole chiave intelligenti, ti serviranno per farti trovare nel momento in cui viene ricercato quel determinato argomento.

Questo campo infatti, insieme al tuo nome, viene mostrato in vari punti su LinkedIn, compresi i risultati di ricerca.

guida linkedin 2019
Esempi di come appare il tuo titolo professionale su LinkedIn

Usa il tuo titolo come un elemento di ottimizzazione, utilizzando parole chiave specifiche che si collegano alla tua carriera, alla posizione lavorativa, alle tue competenze, ecc.

Informazioni di contatto

Con gli aggiornamenti più recenti, le informazioni di contatto occupano la parte superiore e centrale del profilo, anche se sono nidificate in un menu a tendina, per cui è possibile leggerle solo se si fa click sull’apposita freccetta.

Inserisci in questa sezione le informazioni che desideri condividere con altri professionisti, come l’URL del tuo sito web e blog, i tuoi profili social, il telefono e l’indirizzo email. Questo ti sarà utile anche per portare maggiore traffico verso il tuo sito e rendere le persone più informate sul tuo conto.

Sommario

Sfrutta il sommario del tuo profilo LinkedIn perché ti consente di inserire un riepilogo della tua esperienza professionale e delle competenze acquisite.

Pensa di descriverti a un potenziale datore di lavoro, partner o cliente. Scegli con attenzione le tue parole e presta attenzione a ciò che dici o non dici. In entrambi i casi stai decidendo quali informazioni dare, o non dare, su di te.

Dal punto di vista professionale, devi compilare questa sezione pensando: Cosa direi di persona su chi sono e su cosa faccio?

Hai anche la possibilità di aggiungere contenuti multimediali, come un documento, una presentazione Slideshare, un video Youtube o un portfolio nella parte superiore del tuo profilo.

Mentre alcuni media possono essere aggiunti sotto gli elenchi di carriera, quelli di cui sei particolarmente orgoglioso possono essere posizionati in cima al tuo profilo per stabilire le tue competenze e mettere in risalto il tuo brand.

guida linkedin 2019
Sommario su LinkedIn: aggiungi informazioni su di te e sulla tua professione

Esperienza lavorativa attuale e passata

La tua esperienza lavorativa passata e attuale è un’altra area che LinkedIn utilizza per determinare quali parole chiave devono essere classificate per il tuo profilo.

Pertanto, nella mia Guida LinkedIn 2019, consiglio di utilizzarle direttamente nei titoli e nelle descrizioni delle tue posizioni lavorative.

L’importante è non esagerare con l’uso di parole chiave, soprattutto quando risultano forzate.

Come per il sommario, aggiungi file multimediali per ogni esperienza lavorativa, che ti possono aiutare a consolidare la tua autorità e le tue competenze su argomenti e settori specifici.

guida linkedin 2019
Esempio delle esperienze lavorative passate e attuali su LinkedIn

Abilità e competenze

Quando aggiungi le tue competenze e la tua esperienza lavorativa nel tuo profilo LinkedIn, non stai solo ottimizzando le parole chiave, ma stai anche cercando approvazione.

Gli altri utenti possono infatti vedere le tue competenze e approvarle in modo molto semplice: con un click.

Se hai molte approvazioni, questo aggiunge autorevolezza e credibilità al tuo profilo professionale.

guida linkedin 2019
Profilo LinkedIn: sezione con le tue abilità e competenze

Se non sei sicuro di quali competenze aggiungere al tuo profilo, puoi visitare la Directory degli argomenti di LinkedIn.

Quando fai click su un’abilità o un argomento, verrai indirizzato a una pagina che ti mostrerà le aziende pertinenti e i migliori argomenti correlati per ciascuna abilità.

 

Oppure, puoi utilizzare l’opzione aggiungi competenza all’interno del tuo profilo e iniziare a digitare le competenze facendo click su quelle suggerite da LinkedIn in base alle informazioni già presenti nel tuo profilo.

Ricordati che puoi elencare al massimo 50 competenze, quindi assicurati di scegliere quelle più rilevanti e con un tasso alto d’approvazione.

Un consiglio che ti do, nella mia Guida LinkedIn 2019, è di esaltare le tue capacità, ma di essere sincero perché i tuoi possibili datori di lavoro non ci mettono molto tempo a scoprire la verità sul tuo conto.

Traguardi raggiunti

Nella sezione traguardi raggiunti LinkedIn ti permette di inserire pubblicazioni, certificazioni e altro in un’unica sezione, per migliorare il tuo profilo professionale.

Se hai scritto report, white paper o libri, aggiungili qui. Sono tutte informazioni che dicono di più su di te a chi vuole conoscerti meglio.

Giuda LinkedIn 2019 per l’aggiornamento del profilo professionale

LinkedIn avanza e tu non restare indietro: come su qualsiasi altra piattaforma social, aggiorna il tuo profilo professionale.

Puoi condividere link e taggare persone e aziende pertinenti con il tuo settore di riferimento.

Quando crei un nuovo post su LinkedIn, puoi scegliere un contenuto solo testuale o uno che includa un link o altri contenuti multimediali (immagini e video).

I post che pubblichi vengono visualizzati nella parte superiore del tuo profilo accanto al feed di attività e alla tua rete di contatti.

Sono anche rintracciabili nella barra di ricerca di LinkedIn e nella ricerca organica.

Insomma, puoi fare un sacco di cose, dunque, falle! Per creare una presenza sui social devi far sentire la tua voce. Perciò pensa a ciò che potresti condividere che possa davvero essere utile o interessante per gli utenti e pubblica un contenuto di qualità e inerente almeno una volta al giorno, o quasi.

LinkedIn: far crescere la tua rete professionale

Una volta creato il tuo profilo professionale, è ora di iniziare a costruire la tua rete di contatti. 

Puoi iniziare digitando il nome delle persone che già conosci su LinkedIn, oppure puoi utilizzare i suggerimenti di LinkedIn sulle persone che potresti conoscere.

LinkedIn ti incoraggia a connetterti solo con persone che conosci davvero o in linea con i tuoi interessi, per evitare azioni di spam.

Durante la navigazione su LinkedIn, verranno visualizzate diverse tipologie di collegamenti nella tua rete di contatti:

  • I contatti di primo grado sono quelle persone presenti nella tua rete;
  • I contatti di secondo grado sono quelle persone con cui condividi collegamenti in comune;
  • I contatti di terzo livello fanno parte della rete dei tuoi contatti di secondo grado.

Un altro modo di connettersi con gli altri su LinkedIn sono i gruppi.

Quando vuoi includere nella tua rete di contatti qualcuno che fa parte del tuo stesso gruppo, inviagli la richiesta di collegamento accompagnata da un messaggio. Presentati brevemente e digli perché vuoi collegarti con lui o lei, in modo che l’utente riconosca che non si tratta di uno spam.

Ampliare la tua rete di contatti all’interno dei gruppi stessi partecipando alle discussioni attivamente o guardando i gruppi e gli interessi del contatto con cui desideri connetterti.

Puoi anche attrarre nuovi contatti:

  • aggiungendo un collegamento al tuo profilo LinkedIn sul tuo sito web e in qualsiasi altra piattaforma che ti consente di aggiungere dei collegamenti ai tuoi profili social;
  • condividendo, tramite il cross-posting, il tuo profilo LinkedIn su altri social network.

LinkedIn: chiedi e ricevi “raccomandazioni” per il tuo business

Una volta che hai completato il tuo profilo LinkedIn e che hai la tua rete di contatti, il passo successivo è quello di ottenere giudizi positivi su di te e sul tuo lavoro.

È possibile gestire la sezione delle raccomandazioni, ovvero delle recensioni sul tuo conto, vedendo sia quelle ricevute che quelle date.

Quando fai click su Chiedi una raccomandazione, LinkedIn ti chiederà di scegliere il destinatario.

guida linkedin 2019
Profilo Linkedin: recensioni che fai e che ricevi

Ti verranno quindi poste delle domande per personalizzare la tua richiesta.

È preferibile inviare una richiesta di raccomandazione al di fuori di LinkedIn, magari via e-mail, in particolare alle persone con cui non sei connesso ma con cui hai lavorato in passato.

È inoltre possibile ottenere una raccomandazione scrivendone tu stesso una per qualcuno con cui hai lavorato in passato. Quando riceverà la raccomandazione, gli verrà chiesto se vuole scriverne una per te in cambio.

Il più delle volte, se ti conoscono abbastanza bene, lo faranno.

Usare i gruppi di LinkedIn

In precedenza, abbiamo parlato di come puoi utilizzare i gruppi di LinkedIn per connetterti con gli altri al fine di far crescere la tua rete professionale.

Puoi usare i gruppi anche per condividere i tuoi aggiornamenti di stato, al fine di indirizzare il traffico verso il tuo sito web e il tuo blog.

Attento però alla selezione dei gruppi, perché alcuni non sono aperti ai membri che condividono link esterni.

Se, invece, condividi gli aggiornamenti di stato con gruppi pertinenti, puoi aumentare l’esposizione del tuo profilo LinkedIn verso migliaia di membri esterni alla tua rete.

Il che non è niente male.

L’altro modo in cui puoi utilizzare i gruppi di LinkedIn è crearne uno tu stesso.

Infatti, se sei proprietario di un gruppo, puoi inviare delle notifiche via mail ai membri reindirizzandoli al tuo contenuto.

Il segreto è creare un gruppo di clienti target, realmente interessati ai contenuti e alle discussioni del tuo gruppo, che ben volentieri leggono i tuoi annunci e, nella migliore delle ipotesi, scaricano contenuti educativi che possono convertirli in futuro in tuoi clienti.

Per mantenere il tuo gruppo LinkedIn, dovrai moderare costantemente le discussioni e approvare i nuovi membri.

In questo modo, il gruppo crescerà, i membri rimarranno attivi e quindi saranno più ricettivi alle e-mail di annuncio che invierai loro.

LinkedIn: esplorazione delle funzionalità dell’account Pro

LinkedIn offre la possibilità di creare un proprio account premium, rivolto ai recruiter, alle persone in cerca di lavoro, ai professionisti delle vendite e agli individui che desiderano ottenere di più da LinkedIn oltre alle funzionalità di base.

I tipi di account Pro sono i seguenti:

  • LinkedIn Learning;
  • LinkedIn Recruiter Lite;
  • LinkedIn Vendite;
  • LinkedIn Carriera e Business.

LinkedIn Premium Business ti consente di vedere chi ha visualizzato il tuo profilo e i profili completi delle persone a cui non sei connesso, d’inviare messaggi diretti a chiunque su LinkedIn, di visualizzare più profili nei risultati di ricerca, di creare e salvare avvisi di ricerca e di ottenere un elenco completo di persone che possono fornirti un riferimento su qualcuno a cui sei interessato.

LinkedIn Premium per recruiter ti consente di vedere chi ha visualizzato il tuo profilo e i profili completi delle persone, d’inviare messaggi diretti a chiunque e di utilizzare i filtri di ricerca Premium.

LinkedIn Premium Career ti consente di inviare messaggi diretti a tutti, di essere messo in evidenza quando fai domanda di lavoro su LinkedIn, di ottenere un badge premium in modo da farti notare nei risultati di ricerca quando i recruiter cercano risorse.

LinkedIn Premium Vendite: ti consente di creare avvisi di vendita, di accedere a un lead builder per gestire la tua pipeline, di individuare lead attraverso filtri di ricerca premium, di vedere i profili completi degli utenti e di chi ha visualizzato il tuo profilo e di inviare messaggi diretti a chiunque.

La maggior parte delle persone utilizzano LinkedIn con le funzionalità di base gratuite. Ma puoi sempre provare le funzionalità premium gratis per un mese per vedere se ottieni qualche beneficio.

Creazione di una pagina LinkedIn aziendale

Se hai creato il tuo profilo professionale, potresti aver notato che alcune delle aziende per le quali hai lavorato sono apparse tra i suggerimenti.

Questo perché queste aziende hanno creato pagine aziendali

Se vuoi creare una pagina LinkedIn aziendale avrai bisogno di un indirizzo email nel dominio della tua azienda. 

LinkedIn non accetterà indirizzi email generici.

Una volta creata la pagina della tua azienda, puoi utilizzarla per commercializzare la tua attività compilando le seguenti sezioni.

Panoramica

Come per il tuo profilo personale, dai le informazioni di base anche sulla tua azienda, ovvero il nome, la descrizione, la dimensione dell’azienda, il sito web e il settore di riferimento.

Sono dettagli importanti, poiché verranno visualizzati quando qualcuno cerca il nome della tua società, sui profili professionali di LinkedIn, quando ci sono tag e menzioni sulla tua azienda e quando le persone seguono gli aggiornamenti del tuo profilo.

Puoi aggiungere ulteriori dettagli sulla tua azienda in questa sezione, come ad esempio le specializzazioni, i gruppi in primo piano relativi alla società e gli amministratori che gestiscono la tua pagina aziendale.

Aggiorna la tua pagina aziendale postando contenuti interessanti e inerenti su di te e sul tuo settore per attirare l’attenzione dei follower. Infatti, le persone vogliono avere sempre più informazioni per conoscere le realtà a cui scegliere di affidarsi. Questo crea un senso di famigliarità e mette gli utenti nelle condizioni di fidelizzarsi.

Dalla dashboard della tua azienda puoi inoltre accedere alla schermata di analisi, per visualizzare le metriche del traffico e tutti i dati relativi agli aggiornamenti, ai visitatori e ai follower della pagina della tua azienda. I dati sono importanti per capire che tipo di comunicazioni tenere, come si compone il tuo pubblico e le sue abitudini. Più conosci il tuo target più riuscirai ad entrare in contatto con ognuno di loro.

guida linkedin 2019
Esempio di Pagina Aziendale su LinkedIn

Opportunità di lavoro

Se la tua azienda sta cercando di assumere, LinkedIn ti consente di creare una sezione carriera che può includere un banner che rinvia al tuo sito web, a un video di YouTube e a un portale di annunci di lavoro.

I potenziali candidati possono fare application direttamente su LinkedIn o essere collegati al tuo sito Web per inviare la propria domanda.

Pubblicità con LinkedIn

Vuoi avere più visibilità per il tuo marchio?

Allora, continua a leggere la mia Guida LinkedIn 2019 e scopri come utilizzare LinkedIn Advertising .

Anche LinkedIn offre una serie di possibilità per fare pubblicità diretta o per potenziare dei contenuti per aumentarne la copertura e la visibilità.

Il costo della pubblicità su LinkedIn è un po’ più alto rispetto ad altri canali social, come ad esempio Facebook.

Tuttavia LinkedIn offre un’attività di targeting che sfrutta la ricchezza dei dati che il pubblico inserisce nei propri profili.

Crea annunci di testo sponsorizzati da inviare con messaggi privati a persone specifiche o promuovere i tuoi contenuti con una pubblicità mirata.

In base al tipo di annuncio che crei, puoi incrementare il traffico al tuo sito web (o a qualsiasi altra pagina di destinazione) attuando una vera e propria strategia di lead generation che indirizza gli utenti a contenuti specifici o alla tua pagina LinkedIn.

Il modo migliore di fare pubblicità su LinkedIn è il targeting.

Puoi far raggiungere il tuo annuncio a differenti persone in base al luogo, all’azienda, al titolo di lavoro, alla formazione, alle competenze, al sesso, all’età e tanto altro ancora.

L’opzione di targeting può aiutare le aziende B2B a investire un budget limitato ma che mira ad un pubblico specifico.

Migliora il tuo sito web con LinkedIn

LinkedIn offre una varietà di plugin per connettere il tuo profilo social con il tuo sito web.

Ad esempio, puoi aggiungere un pulsante di condivisione LinkedIn al contenuto del tuo blog per condividerlo su questo social.

Puoi anche aggiungere un pulsante Segui per incoraggiare più persone a seguire la pagina della tua azienda.

Puoi inserire un pulsante di raccomandazione sul tuo sito Web chiedendo alle persone di raccomandare i tuoi prodotti e servizi.

Ci sono anche plugin che puoi aggiungere al tuo sito web per mettere in evidenza il tuo profilo aziendale LinkedIn, le opportunità di carriera e altri dettagli dalla tua azienda.

Analizza i tuoi risultati

Se stai usando LinkedIn Advertising, assicurati di tracciare in modo specifico gli URL dai tuoi annunci.

È possibile visualizzare i clic per questi collegamenti in Sorgenti di traffico > Campagne.

Strumenti ulteriori per la gestione del tuo profilo LinkedIn

Nella mia Guida LinkedIn 2019 ho aggiunto anche questa sezione dedicata alla gestione della tua presenza su LinkedIn attraverso altri strumenti. Questi possono esserti utile, per esempio, alla programmazione e alla pubblicazione dei tuoi post sia su LinkedIn sia su altri social media.

Ecco alcuni ottimi strumenti che puoi usare:

  • Oktopost: strumento per la pianificazione dei tuoi post sul tuo profilo LinkedIn così come sui tuoi gruppi, su Facebook, su Twitter ecc. Otterrai le statistiche sul numero di click che ricevi dagli aggiornamenti di stato del tuo profilo e dai gruppi di LinkedIn;
  • Jumplead: per identificare i visitatori che arrivano al tuo sito web da LinkedIn;
  • Buffer: per pianificare gli aggiornamenti di stato per il tuo profilo Twitter, Facebook e LinkedIn.
  • HootSuite: tool per la pianificazione e la pubblicazione degli aggiornamenti e dei post sul tuo profilo LinkedIn, Twitter, Facebook;
  • SproutSocial: misura il coinvolgimento degli utenti, pubblica i tuoi contenuti e analizza tutte le attività sui tuoi profili Twitter, Facebook e L
    inkedIn.

 

Conclusione

Congratulazioni: sei arrivato alla fine della mia Guida LinkedIn 2019!

Adesso hai imparato come avere un ottimo profilo su LinkedIn, come creare la tua mirata rete di contatti, come coinvolgere il tuo pubblico e gestire il tuo account con strumenti eterogenei che portano risultati evidenti al tuo business.

 

 

 
 

 

Potrebbe piacerti anche