Marketing politico ed elettorale: come si vincono le elezioni

Marketing politico ed elettorale: ecco come si vincono le elezioni

di Mirko Cuneo

clock image9 minuti

marketing politico

Un tempo la comunicazione politica veniva fatta esclusivamente nelle piazze. Era lì che si radunavano i partiti per portare avanti le loro campagne elettorali. Poi, con l’arrivo di nuovi mezzi di comunicazione, le piazze hanno iniziato a svuotarsi. È arrivata prima la radio, poi la televisione, ed è così che i politici hanno iniziato ad entrare nelle case degli elettori.

Un leader politico può avere una solida ideologia e degli ottimi valori, ma se non è capace di trasmetterli, non arriverà mai al popolo. Per questo chi si occupa di politica deve essere prima di tutto un buon comunicatore.

Prima di arrivare alla votazione nelle urne, viene sempre fatta una propaganda per far conoscere i partiti. È in quel momento che i leader politici devono trovare il modo migliore per farsi amare dai cittadini. Una volta bastavano i comizi in piazza o qualche discorso ben fatto in TV, ma ora qualcosa è cambiato.

Ora c’è Internet.

I leader politici comunicano con i loro elettori tramite le dirette Facebook o su Instagram, oppure scrivendo dei tweet. Tramite i social si riescono a raggiungere molte più persone.

Questo perché tutti ormai hanno uno smartphone: ogni giorno navighiamo su internet, cerchiamo notizie e aggiorniamo i nostri social media. Internet è una nuova piazza virtuale e questo è un fatto che non si può più ignorare. Chiunque voglia arrivare alla gente, deve avere una solida presenza online e attuare una strategia di marketing politico.

Ma come fa un leader politico a sfruttare la pubblicità sul web per scalare la catena mediatica e vincere le elezioni?

Cos’è il marketing politico?

Negli ultimi anni la politica si è trasformata in un’esperienza emotiva, in cui l’elettore deve sentirsi coinvolto e parte integrante di un processo. Per questo un bravo leader politico deve capire chi sono i propri elettori: intercettarli e rispondere ai loro bisogni è fondamentale per ottenere risultati.

Il marketing politico ha lo scopo di anticipare i bisogni e i desideri delle persone e, per farlo, applica i principi base del marketing alle campagne politiche.

Ma il marketing politico non si limita a fare promesse elettorali. Un elettore ha la stessa importanza del cliente nel marketing tradizionale. Non serve a nulla sedurlo e non rispettare le promesse. Il vero segreto della comunicazione politica è riuscire a trattenere l’elettore.

Fare politica solo quando si avvicinano le scadenze elettorali non può che essere deleterio per chiunque voglia costruirsi una buona immagine pubblica.

Se pensi di entrare in politica, ricordati che la leadership non si costruisce all’improvviso. Per essere un buon leader devi lavorare giorno dopo giorno, conoscere i tuoi elettori, le loro problematiche e i loro bisogni.

Vediamo come funzionano le campagne elettorali oggi e quali sono le migliori strategie di web marketing da adottare.

Come funzionano le campagne elettorali oggi

Il nostro paese per anni si è mosso su una propaganda elettorale fatta di comizi di piazza, cartelloni politici, incontri pubblici.

Oggi la situazione è cambiata e il web è diventata la nuova piazza su cui confrontarsi.

La risonanza è enorme e affidarsi all’improvvisazione non basta.

Per avere risultati, ogni minimo movimento deve essere ben studiato e inserito in una strategia di web marketing pianificata a priori, in base alla situazione, ai comportamenti del nostro pubblico e ai movimenti degli avversari.

Strategie di web marketing per vincere le elezioni

Il web marketing deve rientrare nella tua strategia di comunicazione politica e devi sfruttarlo sempre di più come strumento di analisi delle dinamiche e degli umori sociali.

Ogni giorno gli italiani trascorrono nel web almeno un quarto della loro giornata.

Sai cosa significa?

Utilizzare i social network, inviare e-mail mirate e creare campagne sponsorizzate sono diventati mezzi indispensabili per attirare l’interesse degli elettori e acquisire rilevanza.

marketing politico - strategie

1. Usare un linguaggio semplice

Il segreto per farti capire su internet è utilizzare un linguaggio semplice, adatto anche ai bambini.

L’esempio più significativo di linguaggio scarno, fluido e comprensibile è quello che utilizza Donald Trump. È un registro studiato a tavolino, seguito per essere compreso anche dalle persone semplici, da chi ha un grado di istruzione basso e non comprende discorsi complessi.

Ecco alcune indicazioni per utilizzare un linguaggio semplice:

  • non utilizzare frasi lunghe;
  • non inserire troppo dati;
  • spiega i termini tecnici senza dare nulla per scontato;
  • non fare abuso di parole straniere e spiega quelle che non sono di uso comune;
  • quando il ragionamento è più complesso, utilizza la grafica ed i video: le immagini sono più comprensibili e aiutano nella lettura.

2. Creare una Mailing List

Durante la campagna elettorale si incontrano moltissimi elettori, alcuni dei quali si perderanno di vista nel tempo. Per avere un filo diretto e costante per tutto il resto della campagna bisogna creare una mailing list.

Ti consiglio di suddividere i destinatari e inviare contenuti specifici per:

  • elettori;
  • influenzatori;
  • attivisti.  

Questo ti aiuterà a invitare le persone agli eventi e ad informarle sulle tue iniziative.        

3. Usare i social network

Nella comunicazione politica, un ruolo fondamentale ormai è rivestito dal social media marketing.

Se hai deciso di candidarti, è il momento di cominciare ad utilizzare i social con professionalità e competenza, come un vero esperto di marketing.

I social preferiti da chi fa politica sono Facebook e Twitter.

Facebook è il social più diffuso al mondo e permette di raggiungere in poco tempo un audience enorme. Grazie agli insight di Facebook inoltre puoi conoscere meglio i tuoi elettori, i loro gusti e le pagine che seguono. Cosa importante: su Facebook puoi partecipare alle discussioni nei gruppi, analizzare i commenti, intervenire nei discorsi dei tuoi follower, in quelli dei tuoi avversari politici e in quelli dei tuoi potenziali elettori.

Twitter invece è la piattaforma dell’immediatezza, delle news e degli interventi veloci. Puoi intercettare e partecipare a discorsi interessanti per te e la tua campagna elettorale semplicemente individuando il giusto hashtag.

Oltre a queste caratteristiche, i social ti permettono di:

  • organizzare eventi pubblici in poco tempo e con una spesa minima e misurabile;
  • fare video e dirette;
  • creare gruppi segreti per i tuoi attivisti o aperti a tutti;
  • diffondere notizie e idee.

4. Creare campagne sponsorizzate

Oltre a raggiungere le persone interessate e che già ti seguono, i social ti permettono di ampliare il tuo bacio di utenti grazie alla pubblicità online mirata.

Pianificando un budget a tuo piacimento, infatti, puoi creare campagne sponsorizzate ben targettizzate, destinate a pubblici diversi come:

  • pubblici personalizzati: ad esempio la propria mailing list;
  • pubblici individuati in base a dati demografici, come residenza ed età;
  • amici degli amici: persone che potrebbero essere interessate a te o che magari hanno sentito già parlare di te dai loro conoscenti e amici;
  • target profilato in base agli interessi: che generalmente è quello più interessante da raggiungere.

Qualche esempio di marketing politico

La campagna elettorale di Obama o le ultime elezioni politiche americane, in cui Trump ha sbaragliato Hillary Clinton, hanno messo in evidenza quanto il peso dei social network sia fondamentale nello scontro.

Vediamo allora come Twitter ha decretato il successo politico di Trump e quanto Youtube abbia influito sulla campagna elettorale di Obama.

Trump e il suo account Twitter

Uno degli esempi più interessanti di marketing politico è stato l’utilizzo che ha fatto Trump del suo account Twitter.

La sua comunicazione è stata vincente grazie a tre punti essenziali:

  • velocità e tempismo;
  • semplicità del linguaggio;
  • capacità di ottenere visibilità gratuita e senza investire in pubblicità.

Il presidente americano infatti, durante la sua campagna elettorale, ha saputo sfruttare questo social innescando un circuito di comunicazione virtuosa che ha coinvolto tutti gli altri media.

Grazie ai suoi interventi veloci, immediati e arguti su Twitter, Trump è riuscito ad attirare l’attenzione della stampa e della tv, dove è comparso continuamente.

I suoi tweet infatti erano sempre sul pezzo e avevano un forte peso a livello di comunicazione. Questo ha fatto sì che i giornalisti parlassero continuamente dei suoi interventi e lo invitassero alle trasmissioni in tv, concentrando su di lui moltissima attenzione.

account twitter Trump

Obama e i video su Youtube

Anche Youtube è un canale ottimo per la comunicazione politica. Il video infatti è un contenuto di grande impatto. Obama è uno di quelli che ha saputo sfruttare al meglio questo social.

Su Youtube esiste un video in bianco e nero, in cui 30 celebrities che appoggiavano Obama, hanno cantato e pronunciato uno dei discorsi più famosi dell’ex-presidente, quello del New Hampshire.

Yeswecan” è stato un caso mediatico importantissimo e non è passato inosservato. Inoltre è risultato come un’iniziativa spontanea, slegata dalla campagna elettorale di Obama.

Questo video ha fatto in modo che gli elettori simpatizzassero sempre di più per lui. A volte può bastare un unico intervento, ma intenso ed emozionante, per cambiare il corso degli eventi.

marketing politico - obama

Come pianificare la tua campagna elettorale

Organizzare la tua campagna elettorale, comprendere quale sia il tuo pubblico e utilizzare i giusti canali per raggiungerlo sono step fondamentali per ottenere buoni risultati e arrivare a vincere le elezioni.

Il web marketing è ormai fondamentale per raggiungere un pubblico vasto e ben profilato. E i numeri parlano chiaro: gli utenti passano moltissimo tempo online e per intercettarli devi esserci anche tu.

Per prima cosa quindi, cerca i tuoi potenziali elettori e analizza i comportamenti del tuo target. Intervieni nelle discussioni, partecipa in prima linea e coinvolgi le persone il più possibile.

Utilizza i social per creare eventi e raggiungere il tuo pubblico.

La cosa più importante però è di non affidarti all’improvvisazione. Una campagna elettorale di successo va studiata e pianificata.

Conclusioni

Ogni settore ha il suo linguaggio e le sue caratteristiche. Affidarsi a persone competenti è ciò che fa la differenza tra chi si improvvisa e un vero Leader.

Se il tuo obiettivo non è semplicemente quello di essere un numero o un nome sulla scheda elettorale, visita il mio sito e contattami per una consulenza.

Studieremo una strategia di web marketing per migliorare la tua comunicazione politica e farti avere successo alle elezioni.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta