Come sviluppare il personal branding utilizzando il content marketing

Riuscire ad avere un personal branding ben definito può essere il primo passo per arrivare a distinguersi dai propri competitor.

Infatti, sarà necessario rendere “personalizzate” le informazioni presenti in rete e che rappresentino la propria azienda, altrimenti quelli che sono i contenuti, pubblicati sul proprio sito o blog diventeranno generici e non serviranno certo a creare la vostra identità.

Vediamo, quindi, come arrivare a costituire un vero e proprio personal branding mediante l’utilizzo del content marketing e come rappresentare il vostro brand personale utilizzando i differenti strumenti di marketing, ma solo dopo un’attenta analisi della vostra azienda e dei vostri prodotti.

 

Il personal branding passa (e inizia) dalla brand voice

Il personal branding richiede lavoro e necessita di un certo impegno per poter essere costituito in modo preciso. In particolare, utilizzando il sistema del content marketing sarà necessario far “sentire” la propria brand voice.

Questa può essere definita come una forma di comunicazione in grado di portare all’interlocutore, in modo preciso, la vostra identità.

Quindi, i contenuti migliori, da curare proprio in una logica di marketing, saranno quelli che rappresenteranno la personalità unica del brand al quale si riferiscono.

Questi contenuti, ovviamente, dovranno essere di ottima qualità e interessanti, oltre a rappresentare l’azienda che si sia occupata della loro realizzazione.

Come fare per raggiungere questo obiettivo? Esistono sicuramente dei passaggi attraverso i quali la costituzione del personal branding potrà diventare più semplice attraverso l’utilizzo di questi strumenti che vedono l’impiego della scrittura di contenuti.

Ecco alcuni consigli che potrete mettere in pratica per iniziare a percorrere la strada giusta:

  • Definite la vostra visione

La vostra azienda avrà sicuramente un punto di vista, quella che viene spesso indicata come Mission. Cercatela, se non avete ancora ben chiari i suoi contenuti, e tentate di farla trasparire proprio attraverso quelli che saranno i contenuti da voi creati.

  • Definite la vostra brand voice

In secondo luogo, dovrete far passare il messaggio riferito alla vostra mission anche all’esterno. Tutti coloro che vi rappresenteranno dovranno portare questo punto di vista a coloro che incontreranno, senza esclusioni.

Ad esempio, una società di mediazione dovrà sottolineare il suo intento di conciliare quelli che sono gli interessi di più parti, sempre indicando come l’obiettivo principale sia quello di apportare vantaggi a tutti gli “attori” di una determinata vicenda.

  • Utilizzate la creatività

Per indicare e definire ancora meglio la vostra brand voice potrete utilizzare la creatività. Ad esempio, potrete usare riferimenti culturali e anche un po’ ironici per rappresentare la vostra azienda.

Un esempio è quello di MailChimp, il sito, e programma, per la creazione di newsletter. Gli autori della campagna e i creatori del programma stesso hanno deciso di puntare proprio su una scimmietta per rappresentare l’azienda in modo divertente, irriverente e creativo.

  • Definite il vostro valore

Oltre a creare un’immagine che corrisponda al vostro branding, dovrete anche individuare, e portare come messaggio a chi sarà potenzialmente interessato ai vostri servizi, quale sia il valore di ciò che offrite.

Per quale motivo dovrebbero scegliervi? Utilizzate la risposta a questa domanda per creare i vostri contenuti e fare del vero e proprio marketing che si possa basare su questo elemento di partenza.

Ad esempio, come azienda che produca pezzi per le auto, dovrete puntare su elementi quali la sicurezza, le prestazioni, il risparmio. In questo modo attirerete l’attenzione dei consumatori e inizierete a costruirvi anche un’immagine sempre più solida nella vostra nicchia di mercato.

Un altro esempio potrebbe essere quello di chi produca attrezzi da cucina: invece di inviare alla vostra clientela il semplice listino prezzi, potreste creare dei contenuti che spieghino non solo quale sia il vostro personal branding, ma anche come utilizzare in concreto gli attrezzi, ad esempio allegando delle ricette che li comprendano.

personal branding e content marketing

 

L’importanza del personal branding

Il personal branding, quindi, sarà importante, soprattutto come punto di partenza per tutte le vostre campagne di marketing.

Infatti, fino a quando non avrete un’identità ben definita, e non sarete voi stessi convinti di ciò che starete apportando al pubblico, non potrete convincere nessuno a comprare un determinato prodotto oppure un servizio.

Per questo non dovrete mai bruciare le tappe: iniziate dalla definizione della vostra immagine, dei vostri obiettivi e dei valori. Questi elementi costituiranno un po’ le fondamenta sulle quali potrete costruire le campagne di content marketing e tutte le vostre altre promozioni.

Scoprirete come cambiando il modo di porvi, di approcciare i clienti e di indicare voi stessi, cambierà anche la loro risposta, diventando sempre migliore, più positiva e anche più collaborativa.