I reparti IT delle aziende investiranno circa 4 miliardi di dollari nel 2021

di Luna Saracino

clock image2 minuti

Investimenti nei reparti IT

Secondo un report di Gartner, i reparti IT in giro per il mondo arriveranno a spendere 4 trilioni di dollari nel 2021. Si tratta di un traguardo importante, se pensiamo che durante il 2020, nel pieno della pandemia, i reparti IT hanno ridotto gli investimenti del 3.2%.

Gartner stima, invece, una ripresa dell’8.8% nel 2021: nell’acquisto dei dispositivi, quest’anno si stima una ripresa dell’8%, raggiungendo 705.4 miliardi di dollari.

Nel momento in cui l’economia tornerà a un livello di sicurezza e stabilità, le compagnie investiranno nel reparto IT in modo strutturato e consistente e continueranno, probabilmente, a farlo in futuro.

Trasformazione digitale e investimento nelle infrastrutture vanno di pari passo

La spinta ad accelerare la digital transformation nel pieno della pandemia ha senza dubbio posto le basi per un investimento importante anche dal punto di vista delle infrastrutture digitali. Per le imprese che hanno già intrapreso questo percorso prima del COVID-19 la crisi del 2020 ha solo fatto accelerare il processo. Per le imprese che, invece, si sono ritrovate a dover costruire da zero un reparto IT, l’emergenza sanitaria ha posto le basi per un vero e proprio cambiamento strutturale.

Se la pandemia continua, la didattica continuerà a distanza e sarà quindi necessario investire in tablet e laptop per gli studenti. Al contempo, le imprese renderanno il lavoro da remoto sempre più reale e sarà cruciale fornire ai dipendenti tutto ciò che occorre per poter svolgere le proprie task giornaliere anche a distanza.

La ripresa vera e propria non comincerà prima del 2022

Ottimizzare l’iperautomazione sarà la chiave per il successo delle imprese del futuro. Sarà necessario fornire a distanza strumenti utili allo svolgimento lavorativo anche e soprattutto quando sarà impossibile ritornare in presenza.

Certo, la ripresa ufficiale non avverrà prima del 2022: se nel 2020 la pandemia globale ha posto le basi della crisi, il 2021 sarà certamente l’anno in cui le imprese raccoglieranno i propri resti pronti a ripartire e nel 2022, quindi, sarà possibile una vera e propria rinascita economica.

La vera sfida, probabilmente, sarà capire da dove arriveranno i soldi necessari da investire nei reparti IT, perché la quantità è già piuttosto chiara. Col tempo sarà chiaro anche il resto.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

L’esperienza multicanale richiede un nuovo a...

Esperienza multicanale e vendite

Il settore delle vendite è in continua trasformazione. Quello che però sembra non cambiare come dovrebbe è l’approccio delle imprese a questo tipo di trasformazione. Se le vendite cambiano, devono cambiare anche i venditori e con loro le tecniche di vendita. Lo spostamento del mercato completamente online potrebbe far morire a breve il concetto di […]

Leggi la news >
N

L’impatto dell’e-commerce nelle piccol...

e-commerce e piccole imprese

È passato un anno esatto dall’esplosione della pandemia e ad oggi possiamo certamente dire che quello che ci rimane – e che probabilmente ci porteremo dietro – è un avvicinamento progressivo e via via sempre più intenso verso una realtà digitale a 360 gradi. Tanto il lavoro quanto la vita privata si sta spostando sempre […]

Leggi la news >