La trasformazione digitale di IKEA come modello aziendale del futuro

di Luna Saracino

clock image3 minuti

Trasformazione digitale di IKEA

IKEA è una delle aziende più conosciute in tutto il mondo. La sua ricetta è semplice ma anche vincente: proporre uno stile lineare, semplice ma di design, adatto a tutte le tasche e a tutte le esigenze.

Con i suoi 400 negozi (forse anche di più) in tutto il mondo, IKEA vanta ricavi annuali superiori ai 48 miliardi di dollari. Merito senza dubbio delle sue campagne di marketing efficaci e puntuali, ma c’è dell’altro.

Nei giorni scorsi, IKEA ha rivelato di aver avviato una collaborazione con Google Cloud per la creazione di un nuovo progetto mirato al miglioramento dell’esperienza digitale dei consumatori, proprio in vista dell’aumento delle vendite durante l’esplosione della pandemia. Lo scopo di IKEA è quello di irrobustire la sua infrastruttura digitale e investire gran parte dei ricavi in Intelligenza Artificiale e Machine Learning.

Una rivoluzione digitale è necessaria

Barbara Martin Coppola, responsabile degli uffici digitali di IKEA, ha incontrato di recente il team di Google Cloud e hanno discusso insieme dell’esperienza passata durante il picco della pandemia. Quello che è emerso riguarda effettivamente moltissime aziende nel mondo: una rivoluzione digitale è necessaria, per fronteggiare la nuova normalità a cui ci stiamo affacciando, sempre più orientata sul digitale e sempre più distante dall’analogico.

Secondo Barbara Martin Coppola:

Il 2020 è stato un anno di cambiamenti per moltissime persone. Abbiamo cominciato a lavorare a distanza, abbiamo visto i nostri figli studiare a casa grazie alla didattica a distanza, abbiamo cominciato ad acquistare esclusivamente online. Questi cambiamenti ci hanno spinti a ripensare la nostra abitazione, i nostri spazi, la nostra casa. Si tratta di una grandissima occasione per IKEA, per migliorare la sua offerta e per avvicinarsi ancora di più ai suoi clienti.

I clienti di IKEA stanno acquistando in modo diverso rispetto al passato. La maggior parte dei consumatori cerca soluzioni utili per migliorare le proprie postazioni lavorative a distanza, magari in cucina o in salone. Molti clienti acquistano online per poter solo ritirare in negozio: per questa ragione, IKEA sta valutando nuove possibilità di acquisto contactless, per consentire ai clienti di rimanere a casa e ricevere gli acquisti a domicilio.

Una trasformazione digitale che dura da tempo

Il lato positivo è che IKEA non ha mai smesso di migliorare il proprio “mondo digitale”: la digital transformation era iniziata molto prima del COVID-19, la pandemia ha solo accelerato il processo. Quello che è emerso nella prima metà del 2020 è il bisogno, per moltissime imprese, di ripensare il proprio assetto e riprogrammare le proprie priorità. Avere un’infrastruttura digitale stabile e robusta è una nuova priorità e le imprese, piccole o medie che siano, non possono più far finta di niente.

Quello che IKEA, a suo modo, ci sta insegnando è che è molto importante oggi avere un rapporto con i propri utenti che sia consolidato, forte – ma a distanza. E come si instaurano rapporti a distanza se non comunicando attraverso cloud, dati, social, internet?

Secondo Coppola, infatti:

L’accelerazione della nostra trasformazione digitale è stata fondamentale. Siamo stati in grado di concentrare forze e risorse nella creazione di nuove esperienze per i nostri clienti e i nostri collaboratori, senza mettere mai in difficoltà la nostra infrastruttura digitale.

image of lunasara

Luna Saracino

Scrittrice per passione, lavoro ed esigenza, ho capito che riuscivo a esprimermi su carta più che a voce da piccolina, quando ho chiesto a mia madre un diario segreto al posto della Barbie di tendenza. Ho scritto il mio primo racconto a 12 anni e ne ho pubblicato un altro a 16. Da allora, tra alti e bassi, ho sperimentato tutte le vie della scrittura che ho trovato lungo la mia strada. Oggi mi occupo di storytelling, project management, copywriting e sceneggiatura. E quel viaggio nel mondo della scrittura che ho iniziato da bambina mi pare di averlo appena cominciato.

Leggi altro
N

Le tendenze che domineranno il mondo del marketing...

Le tendenze nel marketing nel 2021

Il mondo del marketing online è cambiato radicalmente negli ultimi due anni, probabilmente anche a causa dell’emergenza sanitaria provocata dal COVID-19. La riduzione dei budget destinati alla promozione dei brand ha portato i reparti marketing delle aziende di fronte a una crisi senza precedenti, spingendoli a rivedere le proprie priorità. Utenti e consumatori si sono […]

Leggi la news >
N

COme favorire la continuità operativa di un’...

Continuità operativa per le imprese nel 2021

Il lockdown provocato dall’emergenza sanitaria del COVID-19 ha messo in ginocchio moltissime imprese in giro per il mondo. La chiusura forzata per 3 o 4 settimane continuative, se da un lato è necessaria per prevenire la diffusione del virus, dall’altro è rischiosissima a livello imprenditoriale, soprattutto se vengono a mancare aiuti e sussidi dal governo. […]

Leggi la news >
N

Le competenze digitali che serviranno ai direttori...

Competenze digitali dei direttori finanziari

Secondo Gartner, i direttori finanziari dovranno sviluppare una serie di competenze digitali nei mesi a venire, se vogliono trarre vantaggio economico dagli investimenti fatti in ambito digitale fino a oggi. Il capo delle ricerche di ambito finanziario di Gartner, Alexander Bant, è convinto che i CFO (cioè i direttori finanziari) si stanno spingendo sempre di […]

Leggi la news >