Bonus Pubblicità e decreto Cura Italia: le nuove opportunità per i professionisti

di Eleonora Truzzi

clock image2 minuti

Bonus Pubblicità coronavirus

Il Bonus pubblicità è un’agevolazione fiscale pensata per le aziende del settore, concesso sul 30% dell’intero investimento effettuato nel 2020.

Come funziona?

E’ dedicato a tutti i professionisti, con l’obiettivo di farli investire nelle campagne pubblicitarie per raggiungere i propri obiettivi di business.

L’advertising pianificato su testate online, radio e televisioni, richiesto da aziende o lavoratori autonomi, prevede un’agevolazione erogata sotto forma di credito d’imposta, che corrisponda al 30% della spesa in pubblicità rispetto all’anno precedente.

Il credito di imposta si riferisce alle spese relative alla pianificazione di campagne. Sono escluse spese accessorie o per advertising sui social network.

Tutti i titolari di partita iva possono beneficiare del Bonus Pubblicità.

Quali sono i principali cambiamenti riscontrati con l’ultimo decreto? 

  • Il bonus pubblicità corrisponderà al 30% dell’intero investimento versato nel 2020 (non più al 75%). Il limite di spesa sarà di 27,5 milioni di euro e l’investimento dovrà essere almeno dell’1% rispetto all’anno precedente. 
  • Sarà possibile richiedere il bonus direttamente online, sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Come procedere per fare domanda?

Carica il documento di “Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta” dell’articolo 5, comma 1, del D.P.C.M. n. 90 del 2018, in cui vengono illustrati i dati degli investimenti pubblicitari dell’anno di riferimento.

Dopodiché, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria elaboreranno l’elenco delle richieste pervenute.

La “Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati” dovrà essere inviata dall’1 al 31 gennaio 2021, ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Il documento attesterà l’effettivo investimento realizzato.

A questo punto, il Dipartimento pubblicherà l’elenco dei soggetti ritenuti idonei.

Il credito d’imposta potrà essere utilizzato dopo il quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione.

Il modello F24 dovrà essere presentato anch’esso online, sempre tramite il sito dell’Agenzia delle entrate.

image of Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi

Eleonora Truzzi - Scrivo contenuti per il blog di Mirko Cuneo.

Leggi altro

Nessun commento

Commenta

N

I consumatori preferiscono contattare le imprese v...

I consumatori contattano le imprese via chat

L’e-commerce è il commercio del futuro. Lo è già da diversi anni, a dire il vero, ma l’emergenza sanitaria ha spinto tantissime persone all’interno delle proprie case, portandole ad acquistare sempre di più online, anche beni di prima necessità. La parola chiave del 2020 è stata trasformazione, sia digitale che strutturale delle imprese, che non […]

Leggi la news >
N

Gli strumenti fondamentali per una buona strategia...

Strategie ABM secondo LinkedIn

Per far fronte alle sfide degli esperti di marketing, LinkedIn sta provando a elaborare soluzioni che coinvolgano le strategie ABM, quelle che riguardano il cosiddetto account-based marketing. La strategia ABM consiste nell’individuare le aziende che fanno parte di un determinato target e costruire progetti dedicati con lo scopo di attirare quante più persone possibili. Un […]

Leggi la news >
N

Quali sono le tendenze del settore ICT previsti pe...

Tendenze nell'ICT nel 2021

Con l’acronimo ICT si intendono le tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ovvero l’insieme di tecniche con cui si trasmettono, ricevono o elaborano dati e informazioni, anche attraverso le tecnologie digitali. Gli esperti del settore ICT, nel corso del 2020, si sono trovati a dover affrontare uno scenario apocalittico, dal punto di vista delle previsioni future. […]

Leggi la news >