Come aprire un negozio online e incentivare le vendite

di Mirko Cuneo

clock image11 minuti

come aprire un negozio online

Vuoi aprire un negozio online? È un’ottima idea considerando che la maggior parte delle attività che prima si realizzavano offline ora avvengono sul web. Compreso lo shopping.

Lascia che ti dica una cosa. Non esiste momento migliore di questo per aprire uno shop online.

Potresti avere già un negozio fisico e sentire il bisogno di uno strumento che ti aiuti ad aumentare le vendite oppure, ancora più temerario, potresti avere il progetto di aprire da zero un negozio interamente gestito dal web.

Qualunque sia la tua posizione di partenza, devi sapere che Internet mette a disposizione tante soluzioni per la realizzazione di e-commerce.

Tuttavia, creare il sito è solo il primo passo.

Un negozio online non è solo la vetrina, ma anche il marketing, le vendite e la comunicazione, il tutto deve essere realizzato in modo professionale per indurre i consumatori ad acquistare. Per questo motivo è sempre meglio procedere per gradi insieme ad un professionista che sappia come aprire un negozio online.

Sei ancora spaventato dall’idea di creare un e-commerce? Dovresti esserlo se fossi solo, ma non è così. Io sono qui per affiancarti nella creazione del negozio perfetto e per aiutarti ad aumentare le vendite online della tua attività.

Perché conviene aprire un negozio online

L’attività online rispetto a quella svolta in modo tradizionale ha molti lati positivi. Vediamone insieme qualcuno:

  • Risparmi sui costi: i costi per l’apertura e la gestione di un negozio sono molto più bassi rispetto a quelli di un negozio con dei locali fisici;
  • È scalabile: se le vendite aumentano puoi ingrandire il negozio;
  • La gestisci da qualsiasi luogo: non devi essere fisicamente nel locale per seguire le vendite;
  • Vendi 24 ore su 24/7 giorni su 7: vendi no stop tutti i giorni a qualsiasi ora;
  • Misuri i risultati: le piattaforme e-commerce dispongono di aree che ti permettono di monitorare l’andamento delle visite e delle vendite, nonché il comportamento di ogni singolo utente.

Questi sono benefici che hanno da sempre accompagnato gli store online, allora perché ho detto che questo è proprio il momento giusto per aprirne uno?

Ci troviamo nel periodo storico ideale per l’apertura di un e-commerce. La pandemia che stiamo vivendo ha limitato gli spostamenti delle persone e i decreti del Governo hanno messo a dura prova l’apertura dei negozi fisici.

Ecco perché tanti imprenditori e venditori hanno deciso di spostarsi sul web.

Se anche tu sei pronto per aprire la tua attività online non perdere altro tempo, clicca il pulsante rosso qui sotto e prenota la tua chiamata gratuita insieme a me. Insieme analizzeremo la tua situazione e pianificheremo la strategia migliore e adatta alle tue esigenze.

Come aprire un negozio online

Hai sempre pensato che per aprire un e-commerce bastasse acquistare una piattaforma e caricare i prodotti? Purtroppo non è così.

Ad un esame superficiale potrebbe sembrarti più semplice aprire un negozio online piuttosto che uno fisico. Concordo, ma solo sotto alcuni aspetti.

Quando apri un e-commerce non devi preoccuparti di scegliere una zona strategica per lo shopping, trovare il locale giusto da acquistare o affittare, comprare l’arredo e via dicendo. Le piattaforme sono online e puoi trovarle digitando poche semplici parole su Google.

Tuttavia, l’e-commerce è molto più complesso sotto tantissimi altri punti di vista. Giochi in un mercato in cui la concorrenza è molto elevata, hai bisogno di ottimizzare il sito per essere trovato dai potenziali clienti, applicare le migliori strategie di marketing per il tuo prodotto e creare un ambiente che sappia fidelizzare il cliente.

Ecco perché dico sempre che è importante affidarsi a un professionista del settore che sappia darti i giusti consigli per il tuo e-commerce. Non uno qualunque, ma il tuo.

Vediamo come aprire un negozio online in modo professionale.

come aprire un negozio online

1. Crea il tuo e-commerce

Il primo step consiste nella creazione dello spazio virtuale all’interno del quale sarà inserito il tuo store e la scelta della piattaforma e-commerce è una delle decisioni più importanti che prenderai in tutta la tua carriera di imprenditore online.

Su Internet pullulano servizi per la creazione di siti web e e-commerce. Molti imprenditori cadono proprio pensando che ogni piattaforma sia uguale alle altre, quando la realtà è che non potrebbero essere più diverse.

Esistono piattaforme perfette per piccoli e-commerce, altre invece pensate per negozi di grandi dimensioni. Alcune sono di più facile utilizzo mentre per altre sono necessarie competenze da sviluppatore.

Per essere sicuro di scegliere la giusta piattaforma è necessario avere un’idea ben precisa del negozio che intendi creare pensando su quali mercati vuoi inserirti, quali lingue aggiungere, quanti prodotti caricare, quali strategie di marketing implementare e così via.

Un esperto ha le conoscenze e le competenze per valutare la tua idea e trovare, tra tutte quelle disponibili in commercio, la soluzione più adatta al tuo business.

2. Imposta la comunicazione per i tuoi potenziali clienti

I contenuti che vedi quando visiti gli e-commerce non sono casuali, sono frutto di uno studio accurato e volto a raggiungere uno scopo ben preciso: portare l’utente fino alla conclusione della vendita.

La comunicazione è un’arte.

L’homepage, le pagine di presentazione, il menù, le categorie di prodotti, le descrizioni, così ogni singolo testo, grafica, immagine e persino colore devono essere scelti con un obiettivo.

Tutto ciò che è contenuto all’interno del tuo sito deve indurre il potenziale cliente ad acquistare.

Quello che sta facendo il consumatore nel momento in cui clicca sul pulsante d’acquisto è un atto di fede perché non vede il prodotto fisicamente e non ha nemmeno la certezza di riceverlo. Perciò, ciascun contenuto che condividi con lui deve portarlo a fidarsi di te.

Inoltre, la comunicazione non deve fermarsi alla vendita. Conduci per mano il cliente, confortalo e fidelizzalo anche nel post vendita. Illustra il servizio clienti, spiega un uso particolare del prodotto, allega una guida, tutto è importante per comunicare il tuo messaggio.

Come farlo? Con i mezzi che hai a disposizione e che gravitano attorno all’e-commerce quali sito web, e-mail, live chat, piattaforme social e di messaggistica.

3. Definisci la tua strategia di marketing

La strategia di marketing non è qualcosa a cui pensare a posteriori, deve accompagnare ogni singola fase della creazione di un e-commerce. Le visite che otterrai al sito, le vendite che concluderai, i nuovi clienti che intercetterai, tutto questo dipende dalle strategie di marketing.

Vedila così, il marketing decreta il tuo successo o il tuo fallimento.

Sono diversi i livelli a cui si applica il marketing, in particolare sono previste strategie sia all’interno del sito sia all’esterno. Inoltre, il marketing può essere organico oppure a pagamento.

È importante ricordare che ogni strategia di marketing completa racchiude al suo interno tutte queste attività. Non puoi sperare di ottenere grandi risultati lavorando solamente sul sito o solamente all’esterno. È un lavoro di squadra.

Vediamo i due principali ambiti sui quali è necessario intervenire.

Ottimizzazione per i motori di ricerca

Il primo lavoro di marketing avviene sul sito stesso: l’ottimizzazione SEO per posizionare l’e-commerce sui motori di ricerca.

Questo è un altro step su cui molti imprenditori cadono.

Pensando di poter impostare la SEO in un secondo momento, creano siti che non si posizioneranno mai su Google e questo significa che non verranno mai trovati dai potenziali clienti. La SEO non è una strategia eccessivamente complessa complessa, ma deve essere svolta con precisione e costanza. Un sito senza ottimizzazione impostata a priori da un esperto, richiede molto più tempo e denaro per correre ai ripari quando l’e-commerce è già online.

Ecco perché devi preoccupartene fin dall’inizio.

In cosa consiste la SEO (Search Engine Optimization)? In tante piccole attività come:

  • Scelta delle parole chiave per le pagine e i prodotti;
  • Cura di url, titoli, descrizioni e tag;
  • Creazione di contenuti appropriati e accattivanti che posizionino al meglio le pagine.

La SEO non deve essere assolutamente sottovalutata perché porta enormi benefici al sito, tra cui:

  • Flusso di visite costante;
  • Traffico realmente interessato ai prodotti;
  • Contatti orientati alla conversione.

C’è però un fattore da considerare. La SEO necessita di diversi mesi per funzionare al pieno delle sue potenzialità. È infatti una strategia di marketing che porta risultati a lungo termine.

Per ottenere visite sul breve periodo, devi investire sul marketing a pagamento.

Pubblicità a pagamento

Per ottenere risultati immediati, uno strumento infallibile è quello delle pubblicità a pagamento. Queste possono essere realizzate in modo soddisfacente sia su Google sia su social media orientati sull’advertising come Instagram o Facebook. 

La pubblicità online porta un traffico altamente interessato ai tuoi prodotti: gli utenti che navigano in rete stanno già cercando qualcosa di preciso e atterrano sul tuo e-commerce con l’intenzione di acquistare qualcosa.

come aprire un negozio online - facebook

Tuttavia, anche la pubblicità sui social media non è affatto da sottovalutare. Pensaci, gli utenti che navigano sui social sono rilassati, cercano ispirazione e nuovi brand. Questa navigazione assomiglia un po’ allo shopping in un centro commerciale in cui si ammirano le vetrine senza un’intenzione d’acquisto ben precisa, ma se qualcosa cattura l’occhio si è sempre pronti a tirare fuori il portafoglio.

Sono sicuro che sia capitato anche a te come utente.

come aprire un negozio online - instagram

Facebook e Instagram dispongono di un’area apposita, il Business Manager, per la realizzazione di annunci a pagamento. Qui è possibile selezionare il pubblico in target, la geolocalizzazione, gli interessi e, aspetto più importante, l’obiettivo che vuoi raggiungere con la tua campagna.

Google Ads (la piattaforma per la pubblicità su Google) e il Business Manager sono strumenti molto complessi che permettono di creare annunci pubblicitari professionali. Per questo motivo consiglio sempre di farsi assistere da un esperto nella loro creazione.

Basta un interesse sbagliato nel pubblico o una fascia d’età inesatta per vanificare completamente il tuo investimento.

Dato che nel marketing a pagamento è necessario un investimento consistente, soprattutto per quanto riguarda le campagne su Google, è fondamentale mirare bene e sbagliare poco.

4. Facilita l’esperienza di acquisto

Il cliente odierno può acquistare un prodotto simile in decine di shop diversi. L’elemento differenziante, quello che lo induce a comprarlo proprio da te, è l’esperienza di acquisto.

Oggi le esperienze personalizzate rappresentano il modello vincente.

Pensa che un programma creato su misura per il cliente può arrivare ad aumentare la soddisfazione del 20% rispetto ad un negozio online che non lo propone. Inoltre, ottiene un tasso di conversione dal 15% al 20% in più rispetto a un negozio anonimo.

Come si personalizza l’esperienza di acquisto? Devi essere creativo.

Pensa ad Amazon. Quando visualizzi un prodotto ti vengono mostrati anche altri articoli che utenti come te hanno guardato, o quelli che spesso vengono acquistati insieme. Anche il servizio di abbonamento Prime mostra di conoscere a fondo ogni utente proponendo soluzioni e idee personalizzare.

Un altro colosso nell’esperienza utente è Sephora. Sulla propria app mette a disposizione un simulatore che, grazie alla realtà virtuale, permette alle donne di truccarsi e trovare i giusti prodotti. Dopodiché, quegli stessi prodotti rimangono memorizzati nel sistema ed è possibile acquistarli nel negozio più vicino.

Passiamo a Nike e vediamo come anche questa multinazionale stia sfruttando le ultime tecnologie per permettere ai consumatori di indossare virtualmente scarpe e abbigliamento prima di concludere l’acquisto.

Come vedi, le idee sono le più disparate.

Il suggerimento è quello di trovare un’idea che sappia sbalordire il potenziale cliente e aiutarlo nella ricerca del prodotto perfetto.

Cosa fare per passare all’azione

Dare vita a un e-commerce è un’esperienza entusiasmante, ma per renderlo davvero competitivo è necessaria la mano di un esperto del settore.

La creazione di uno shop di questo tipo richiede delle competenze tecniche per quanto riguarda la scelta della giusta piattaforma, la creazione delle pagine, la selezione dei contenuti, l’ottimizzazione del sito e l’implementazione delle strategie di marketing.

Non solo. Un professionista del web può aiutarti dal punto di vista tecnico, ma tu hai bisogno di una figura che sappia aiutarti anche dal lato strategico.

Ecco perché la figura giusta è quella del Business Coach, un professionista che ha già raggiunto i risultati a cui tu aspiri e che sappia darti i consigli e il supporto pratico di sui hai bisogno per raggiungere i tuoi obiettivi in tempi più brevi.

Il mio programma di Business Coaching aiuta gli imprenditori e i professionisti a impostare al meglio la propria attività per raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati.

Se vuoi lavorare anche tu insieme me per far crescere la tua attività, clicca sul bottone rosso e prenota una chiamata gratuita. Tutte le mie abilità di imprenditore sono a tua disposizione.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Aiuto aziende e professionisti a potenziare il proprio business, in modo che possano aumentare i propri guadagni, clienti e la rispettabilità del proprio brand.

Ti serve aiuto? Clicca QUI

Nessun commento

Commenta

C

Crescita Sito

Come guadagnare con un sito Internet: strategie pe...

come guadagnare con un sito internet

L’obiettivo di ciascun imprenditore è quello di riuscire ad aumentare le vendite dei propri prodotti e servizi. Sapere come guadagnare con un sito Internet è di importanza vitale perché ogni singolo click in più avvicina l’utente a concludere l’acquisto. Cosa fa la differenza tra un utente che acquista e uno che abbandona la pagina? La […]

Leggi l'articolo >