Come fare marketing con Pinterest per avere vantaggi di business

Come fare marketing con Pinterest per avere vantaggi di business

di Mirko Cuneo

clock image23 minuti

marketing con pinterest

Se pensi ancora che Instagram e Facebook siano gli unici social media da utilizzare per promuovere la tua attività, non ti rendi conto di quali siano le potenzialità di fare marketing con Pinterest.

Con oltre 300 milioni di utenti, questa piattaforma è una delle più utilizzate al mondo per pianificare acquisti. Shopify ha condotto una ricerca che ha dato risultati stupefacenti: Pinterest è la seconda fonte di traffico al sito e, il 93% degli utenti, lo utilizza per cercare articoli da inserire nel proprio carrello!

Ora ti rendi conto del potenziale di Pinterest?

Fare marketing con Pinterest per il tuo e-commerce significa presentarsi ad utenti potenzialmente interessati attraverso una piattaforma che non ha ancora raggiunto il livello di competizione di Facebook e Instagram.

Ci sono già molte le aziende che hanno aperto un account Pinterest per il proprio business, ma ti assicuro che non sono così tante quelle che lo usano davvero bene.

Ti interessa sapere di più riguardo a fare marketing con Pinterest per la tua attività o il tuo brand?

Bene, allora mettiti comodo e buona lettura.

Cos’è Pinterest e perché utilizzarlo per la tua attività?

Pinterest è una piattaforma che proprio quest’anno festeggia i suoi dieci anni.

Nata nel 2010, basa il suo successo sulla condivisione di immagini e sul forte impatto commerciale che ha sugli utenti.

Per spiegarti bene come funziona Pinterest, ti faccio un esempio.

Hai mai avuto una bacheca, un diario o semplicemente un’agenda in cui conservavi appunti, ricette o ritagli di giornale?

Pinterest rappresenta il tuo raccoglitore digitale, molto più ordinato e organizzato.

È una piattaforma in cui puoi trovare idee, immagini e ispirazioni e salvarle sulla tua bacheca.

A livello di marketing, Pinterest ha un fortissimo appeal sugli utenti che tendono a navigare su questo social alla ricerca di tendenze e oggetti curiosi.

Attenzione non intendo dire che sia il social giusto per te. Quello che ti consiglio, però, è di fare un’attenta valutazione delle piattaforme social per scoprire quelle che fanno al caso tuo e del tuo business.

Quali sono i motivi per cui dovresti inserire Pinterest nella tua strategia di digital marketing?

Per rispondere a questa domanda e farti capire quanto questo social media possa influire sull’andamento delle tue vendite, ho scritto per te una lista con i principali motivi per utilizzare Pinterest.

Perché utilizzare Pinterest?

Magari utilizzi già Pinterest da privato, ma i suoi vantaggi per brand e aziende sono bene altri.

Vediamoli subito:

  • Rende competitiva la tua attività. Pinterest è utilizzato in particolar modo dai siti aziendali. Questo ti fa capire quanto sia importante utilizzarlo per la crescita aziendale. Due terzi dei pin provengono da siti web che si occupano di business.
  • Aumenta la visibilità della tua azienda. I pin rimandano direttamente alla fonte originale, con un traffico potenziale grandissimo. Più traffico significa più clienti.
  • Fa conoscere il tuo brand a chi è alla ricerca di idee, prodotti o marchi. La maggior parte degli utenti si reca su Pinterest per trovare qualche ispirazione. Quando effettuano una ricerca hai moltissime possibilità di comparire tra i risultati.
  • I tuoi contenuti durano di più rispetto agli altri social. Su Pinterest i pin sono evergreen, cioè possono essere trovati e ripubblicati anche a distanza di tempo.

Non hanno una scadenza come su Facebook e Instagram.

  • Aiuta a costruire la tua brand identity. Come altri strumenti di digital marketing, inserire Pinterest nella tua strategia è funzionale alla crescita della tua immagine aziendale. Qualsiasi strumento, se utilizzato bene, diventa parte della tua strategia di crescita online.
  • Ti permette di interagire con i tuoi potenziali clienti. Conoscere il tuo pubblico è molto interessante per costruire una strategia di marketing aziendale che funziona.

Pinterest è molto utile per profilare il tuo target, capire quali sono i suoi gusti, individuare i concorrenti che segue.

  • È importante per la tua strategia SEO. Pinterest è un social SEO friendly e, con i pin giusti, è un ottimo alleato per scalare la SERP di Google.

Il visual content marketing e i suoi strumenti

Sai che se si associano dei contenuti visuali alle informazioni, le persone tendono a ricordare meglio le informazioni che ricevono?

Ora ti starai chiedendo dove intendo arrivare con questa affermazione.

Voglio solo farti capire che la percezione visiva è fondamentale per il processo d’acquisto. Quando si dice “comprare con gli occhi” si afferma una grandissima verità.

Per questo motivo all’interno della tua strategia di marketing devi prevedere l’utilizzo del visual content marketing.

Di cosa si tratta?

Quando prepari un contenuto da condividere sui tuoi social, devi inserire un’immagine o un contenuto visuale. Questo tipo di lavoro deve essere preceduto dallo sviluppo di una strategia precisa e mirata, in grado di far diventare unico il tuo contenuto.

I contenuti testuali, privi di immagini, hanno performance molto inferiori rispetto ai post con contenuti visuali. Le persone, infatti, vengono attratte in modo inconscio principalmente dai contenuti visuali.

Se non sei convinto, prova a dare un’occhiata ai numeri di Instagram, YouTube e TikTok. Questi tre social network, che basano tutto il loro successo sulla condivisione di fotografie, immagini e filmati, stanno vivendo un momento d’oro.

  • Instagram, ad esempio, ha superato il miliardo di utenti attivi.
  • YouTube è il secondo sito più visitato al mondo.
  • TikTok triplica il suo numero di utenti ogni tre mesi. 

Con questi dati intendo farti capire quanto sia importante prevedere una strategia di visual content marketing per la tua azienda. Gli strumenti migliori per trasmettere i contenuti visuali sono:

  • Immagini
  • video
  • infografiche
  • gif

Grazie a questi strumenti ti sarà più facile raggiungere potenziali clienti con i tuoi messaggi.

Immagini

Pinterest è un social che basa tutto il suo successo sulle immagini.

In un account Pinterest, le immagini hanno un duplice scopo: descrivere la tua storia e incuriosire le persone.

Anche attraverso le fotografie puoi fare il tuo Personal Branding: raccontare il tuo brand, trasmettere i valori della tua azienda, parlare alle persone in modo diretto.

Mi raccomando, occhio alle dimensioni e alla qualità delle immagini! Le migliori sono quelle verticali che occupano più spazio e fanno risaltare i contenuti.

Inoltre ricordati sempre di ottimizzare le immagini per i dispositivi mobili. La maggior parte delle persone, infatti, effettua ricerche da mobile. Considera che nel caso di Pinterest, l’85% degli utenti lo utilizza tramite app.

pinterest - esempio di immagine
Esempio di immagine su Pinterest

Ora ecco alcuni spunti per capire quali sono i trend su Pinterest:

  • lo stile di vita ha molto appealsugli utenti di questo social network. Il tasso di coinvolgimento di questo tipo di pin supera il 18%;
  • gli abiti e gli accessori di moda attraggono più utenti se indossati. I capi appoggiati o inseriti in un set non sono molto attraenti per gli utenti;
  • le immagini che presentano didascalie o testi hanno un buon effetto sui social network. Se scegli di utilizzare queste immagini, ricordati di dare informazioni reali e accurate. Altrimenti rischi di ottenere un effetto boomerang;
  • le foto di beauty danno ottime performance quando hanno uno sfondo semplice. I capelli, la pelle e i prodotti di bellezza sono ricchi di per sé e non richiedono sfondi costruiti;
  • per far rendere al meglio i prodotti fai-da-te, fotografali nel contesto d’uso. In questo modo darai immediatamente all’utente uno spunto per inserirli nella propria quotidianità;
  • le decorazioni della casa, gli arredi e i particolari funzionano meglio senza persone nelle immagini.

In ogni caso mostra più di una foto per ogni oggetto.

Video

Sai qual è il formato che dà il miglior ritorno sull’investimento?

La risposta non ti stupirà, i contenuti video sono quelli che hanno il ROI maggiore.

Il fascino del video, infatti, sta conquistando un pubblico sempre più vasto.

Le persone spendono circa 40 minuti per sessione su YouTube che, in pochi anni, ha superato il miliardo di utenti.

Prova ad inserire questo formato nelle tue landing page o nelle descrizioni dei tuoi prodotti. È stato provato che i video aumentano le conversioni di circa l’85%!

Cosa significa?

Che il video marketing attira un maggior numero di utenti che possono diventare tuoi follower ed essere poi convertiti in clienti. Di conseguenza, puoi aumentare in modo significativo le tue vendite!

Quali caratteristiche deve avere un buon video?

Se stai cercando di capire quanto investire per un buon video, ti rispondo immediatamente. Per un video efficace non hai bisogno di rivolgerti ad un regista o ad una troupe professionale. Il budget è molto relativo.

L’importante è che tu crei un prodotto coerente con il tuo brand, in grado di trasmetterne i valori e l’etica.

pinterest - esempio di videdo
Esempio di video su Pinterest

Per aiutarti, ti dico anche quali sono gli argomenti che gli utenti amano di più sono:

  • gli “how to”: tutti quei video che spiegano come effettuare una determinata azione, includono i manuali, le istruzioni e le guide;
  • le testimonianze video di consumatori che hanno già acquistato il prodotto o che sono venuti in contatto con il brand;
  • i video illustrativi, con spiegazioni approfondite sul prodotto.

Puoi utilizzare i video in una molteplicità di versioni. Per sapere quella che fa al caso tuo è necessario fare un’analisi della tua attività, della tua situazione e identificare i tuoi obiettivi.

In breve, il contenuto dipende dalla strategia.

Infografiche

Tabelle, grafici, schemi e mappe concettuali sono le infografiche più utilizzate.

Sono un modo per semplificare e rendere più concreti i concetti astratti. Ancora una volta, servono per visualizzare immediatamente un processo, un concetto o quant’altro e per riuscire a ricordarlo più facilmente.

Io le utilizzo molto per esempio all’interno dei miei articoli perché credo che siano il migliore accompagnamento ad argomenti complessi.

pinterest - esempio di infografica
Esempio di infografica su Pinterest

Su Pinterest puoi utilizzarle per fare tutorial, lavorare con l’e-learning, se ti occupi di formazione, per comunicare con i tuoi clienti.

In generale io ritengo che siano uno strumento ulteriore che puoi fornire agli utenti per rendere più semplici e immediati i momenti in cui cercano informazioni.

Gif

Hai presente quando ti arrivano messaggi animati su Whatsapp?

Quelle sono le gif e servono per esprimere, con immagini ironiche o specifiche, dei concetti più complessi o noiosi.

Per essere più precisi, le gif sono formati grafici animati che sembrano dei brevi video. I movimenti si ripetono in loop.

In genere sono molto spiritose e devono essere inserite in base al tipo di pubblico che hai.

pinterest - esempi si gif
Esempio di Gif

A differenza dei meme, prevedono dei piccoli momenti.

I meme sono delle immagini a cui vengono associate frasi divertenti e provocatorie, per attirare l’attenzione degli utenti.

Ora conosci gli strumenti per fare visual content marketing. Tutti sono utili ma non lo sono per tutti. Scusa il gioco di parole. Cosa significa? Vuol dire che non tutti i contenuti fanno al caso tuo, dipende dalla personalità del tuo brand e dal tuo pubblico di riferimento.

Perciò, prima di partire a razzo con la creazione di contenuti, devi lavorare sulla costruzione della strategia per promuovere la tua azienda online. Studia il tuo mercato, il tuo target e definisci i tuoi obiettivi, di conseguenza capirai quale strumento è più adatto alla creazione della comunicazione con i tuoi potenziali clienti.

Pinterest per il business

I numeri, i dati e le potenzialità di questa piattaforma dovrebbero farti capire che è un’ottima opportunità. Questo non significa che devi abbandonare le altre piattaforme, puoi prevedere di inserirla all’interno della tua strategia di Social Media Marketing.

Vuoi sapere come sfruttare al meglio questo social?

La prima cosa da fare è attivare un account business che ti permette di utilizzare al meglio le potenzialità del marketing su Pinterest.

Ecco lecaratteristiche dell’account business su Pinterest:

Cambiano i termini di servizio. Mentre rimangono invariate le norme d’uso e la policy sull’utilizzo dei pin,Pinterest pone alcune restrizioni sull’utilizzo dell’account business:

  • Vieta di promuovere lo spam, invitando i partecipanti a commentare continuamente.
  • Chiede di non eseguire troppo spesso concorsi a premi, concorsi, lotterie e promozioni.
  • Non lasciar passare agli utenti l’idea che Pinterest sponsorizzi o approvi in qualunque modo il tuo business, i tuoi prodotti o la tua azienda.

Materiale didattico di marketing. Sulla piattaforma c’è una ricca sezione blog con materiale didattico che puoi consultare per migliorare i risultati del tuo marketing su Pinterest. In questo modo, il social, ti mette a disposizione in modo gratuito le sue potenzialità e ti forma in modo che tu possa utilizzarle al meglio. Sul sito o sull’app quindi puoi consultare:

  • Pinstitute: una serie di workshop interattivi per entrare in contatto con altri pinner;
  • Webinar e risorse per piccole aziende.

Pinterest Analytics. Grazie a questa funzionalità, potrai monitorare le strategie e i contenuti che funzionano meglio, come si muove il tuo pubblico e cosa devi migliorare sul tuo profilo.

Inoltre, se hai un account business puoi utilizzare i Rich Pins, ovvero Pin più dettagliati perché puoi mostrare più informazioni direttamente su un Pin.

Oltre a questi vantaggi, i social sono sempre in evoluzione e anche Pinterest promette nuovi strumenti per gli account aziendali.

Strategia di marketing con Pinterest per il tuo business

Dopo aver creato il tuo account business è il momento di pensare alla tua strategia di marketing.

Per una strategia vincente su Pinterest devi basarti su alcuni punti cardine:

Obiettivi SMART.

Cosa significa? L’acronimo SMART sta per specifici, misurabili, realizzabili, pertinenti e limitati nel tempo. Seguendo queste indicazioni riuscirai a porti degli obiettivi concreti e delle tempistiche da rispettare.

Darsi obiettivi difficili da raggiungere o irrealizzabili, può crearti solo frustrazione. In questo modo, invece, saprai in che direzione muoverti e come farlo.

Carica i tuoi Pin con regolarità.

Su Pinterest, come sugli altri social, devi trovare il giusto compromesso sul numero dei Pin. Esagerare può stancare i follower, mentre, pubblicare poco, può farti dimenticare.

Pinterest consiglia di fare tra i 10 e 12 Pin giornalieri. L’orario migliore, secondo gli esperti, è tra le 20 e le 23 e i giorni migliori quelli del weekend. Ma il mio consiglio è di testare ciò che risulta meglio per la tua situazione specifica.

Pianifica le schede e i pin.

Schede e Pin devono essere coerenti e attraenti per i potenziali clienti. Non pubblicare a caso: rischi di trasmettere un’immagine disordinata e poco professionale. Programma la tua comunicazione attraverso un calendario editoriale dedicato ai social.

Utilizza gli altri social per aumentare il tuo traffico.

Ogni volta che condividi un contenuto, promuovilo anche sugli altri social. Utilizzando i social in modo sinergico, infatti, puoi ampliare notevolmente il tuo pubblico.

Considera, inoltre, che Pinterest per il business ti dà la possibilità di connettere il tuo account a Facebook e Twitter. In questo modo potrai avere gli stessi follower senza ricominciare da capo.

Crea una strategia adatta al tuo profilo.

Queste sono le basi per fare marketing su Pinterest, ora arriva la parte più importante che comprende tutto. La pianificazione strategica e personalizzata per la tua azienda.

marketing con pinterest - impostazione della strategia
Punti fondamentali per impostare una strategia di marketing con Pinterest

1. Personalizza il tuo profilo

Per iniziare a lavorare su Pinterest, il primo passo è la scelta del nome per il tuo account business.

Ottimizzare il nome dell’account, inserendo una keyword inerente al tuo business è fondamentale per farti trovare dagli utenti. Molte aziende infatti trascurano questo passaggio e nel loro account inseriscono solamente il nome della loro impresa.

Il tuo brand è già famoso? Gli utenti effettuerebbero una ricerca per nome?

So già che la risposta è no. Per questo motivo, quando scegli un nome per il tuo account, inserisci anche una parola che ricordi l’attività che svolgi o il problema che risolve il tuo prodotto/servizio.

Ottimizzare il nome del tuo account e della tua bacheca aumenta la possibilità che i tuoi clienti ti trovino.

Dopo aver individuato il nome adatto al tuo account, inizia a creare le tue bacheche.

Sai che puoi crearne fino a 500? All’inizio però vacci piano.

Infatti è sufficiente creare almeno 15 bacheche e arricchirle con 20 Pin ciascuna. Quando sistemi le tue bacheche, posiziona quelle più performanti nelle posizioni più alte.

Quali sono gli elementi che determinano il successo di una bacheca?

Per rispondere a questa domanda, devi dare un’occhiata alle bacheche più popolari nella tua categoria. Cerca gli elementi simili e individua cosa le rende accattivanti per i follower.

Segui i tuoi concorrenti e pinners con più follower, in questo modo puoi capire quali sono i contenuti di tendenza nel tuo settore e riproporli nelle tue bacheche.

Una pratica che non tutti gli imprenditori e i professionisti mettono in atto è la definizione delle buyer personas.

Definire il tuo target e stabilire chi sono i tuoi clienti tipo, può aiutarti a definire meglio la strategia da adottare.

Una volta definito il tuo target, è arrivato il momento di impostare la tua strategia di contenuti.

2. Imposta la tua strategia di contenuti

Molte bacheche e account di Pinterest sembrano solamente un insieme indefinito di immagini scollegate.

Sai perché accade?

Perché gli altri imprenditori spesso si muovono senza definire una strategia per la crescita della propria azienda.

Se non vuoi commettere lo stesso errore, quando inizi a lavorare su Pinterest, ricordati le caratteristiche di questo social.

Quando crei una bacheca, non devi solamente inserire le immagini dei tuoi prodotti. Il tuo scopo è raccontare una storia e trasmettere dei valori.

Lo storytelling è fondamentale per trasmettere emozioni e per creare empatia.

E sai a cosa servono le emozioni? A vendere!

Le persone infatti acquistano i prodotti in base alle emozioni che percepiscono. Per questo motivo, ricordati sempre che non stai lavorando sui testi o sulle immagini. Creare una strategia di contenuti significa impostare il modo in cui vuoi raccontare la tua storia.

Le persone su Pinterest cercano idee per la loro quotidianità. Analizza i brand che seguono e le ricerche che fanno. In questo modo capirai come trasmettere ai tuoi follower l’ispirazione che cercano.

Come creare pin popolari

Un buon pin su Pinterest può aumentare le vendite del tuo sito e-commerce in modo notevole. Inoltre è capace di far arrivare visitatori sul tuo sito e stimolare la condivisione da parte degli utenti.

Ma come si crea un pin popolare?

Prima di iniziare a caricare le tue immagini, devi svolgere un grandissima attività di ricerca.

Cosa cercano i tuoi follower?

Solo rispondendo a questa domanda potrai creare delle schede funzionali per la tua attività.

Voglio darti alcuni dati per capire quali sono le tendenze di pinterest. In questo modo riuscirai ad orientarti meglio nella creazione del tuo piano editoriale.

La prima cosa che devi sapere è che la maggior parte degli utenti di questo social è di sesso femminile. Il pubblico maschile fino a questo momento ha trascurato Pinterest, a cui si sta avvicinando solo recentemente. Questo rende gli uomini il gruppo demografico che sta crescendo più rapidamente su Pinterest.

E quali sono i trend? Ecco qualche spunto per capire quali sono gli argomenti più popolari su Pinterest:

  1. Cibo e bevande;
  2. lavori artigianali;
  3. decori per la casa;
  4. moda femminile;
  5. matrimonio;
  6. design;
  7. capelli e bellezza;
  8. arte;
  9. bambini;
  10. fotografia.

Quelle che ti ho indicato sono macrotendenze. Devi essere bravo nel cercare la nicchia in cui posizionare il tuo brand e i tuoi prodotti.

Per affinare la ricerca, ti consiglio di osservare cosa seguono i tuoi potenziali clienti, cosa e che categorie scelgono i tuoi concorrenti.

Dopo aver individuato la categoria considera che:

  • le immagini costituiscono la base per il tuo successo. Per diventare popolari, le foto devono essere chiare, professionali e con una buona risoluzione;
  • le dimensioni di un pin tipico devono essere di 736 * 1102 pixel;
  • un formato molto gradito su Pinterest sono le “instructographic”. Questa parola, lanciata proprio dal social, indica le infografiche che spiegano come fare una cosa.

3. Unisciti alle community

Le community di Pinterest ti permettono di connetterti con un molte persone che condividono i tuoi interessi. All’interno delle community puoi partecipare alle conversazioni, condividere pensieri e idee.

È una funzionalità che Pinterest ha aggiunto di recente, trasformandosi in un social media vero e proprio.

Come si entra a far parte di una community su Pinterest?

L’accesso alle community è subordinato ad un invito. So che può sembrarti strano, ma per entrare a far parte di una community devi ricevere un invito da una persona che ha già l’accesso. Dopo questo passaggio iniziale, potrai visitare la community nella quale sei stato invitato, cercare nuove community a cui unirti e dar vita alla tua community.

A cosa ti serve entrare a far parte di una community?

Per ottenere il massimo dalle community, ti consiglio di interagire il più possibile.

Renditi utile, condividi idee, spunti ed esperienze. In questo modo potrai essere funzionale per gli altri utenti, ottenendo in cambio che il tuo nome giri all’interno della community. In questo modo acquisterai follower e potrai condividere contenuti che verranno accolti e seguiti con favore dagli altri membri.

Community e gruppi sono la stessa cosa?

Se hai sentito già parlare dei gruppi ti spiego subito che i gruppi e le community hanno funzioni diverse. All’interno delle community si prevede una maggiore interazione tra i membri, con scambio di idee, spunti e momenti di discussione.

Le bacheche di gruppo, invece, servono per mostrare i pin ad un pubblico più ampio. I gruppi infatti raccolgono moltissimi follower e collaboratori e ti permettono di raggiungere più persone di quanto non riusciresti a fare attraverso la tua bacheca personale.

Per sfruttare al meglio i gruppi, trova le bacheche più adatte alla tua attività ed entra a farne parte. In breve tempo il numero dei tuoi follower aumenterà!

4. Analizza gli andamenti

La fase di analisi è quella che ti fa capire come sta andando la tua attività di marketing con Pinterest.

Impara a leggere gli insight! Dal momento in cui in inizierai a capire cosa dicono i dati, sarai in grado di gestire al meglio il tuo profilo, saprai cosa apprezza il tuo pubblico e riuscirai a pianificare in modo ottimale le attività del tuo sito web.

Pinterest insight è la funzionalità che la piattaforma mette a disposizione degli account aziendali e permette di visualizzare:

  • i dati relativi ai tuoi pin e alle schede del tuo profilo. In questo modo saprai cosa piace di più al tuo pubblico e quali sono i contenuti più performanti;
  • quali sono gli articoli e le immagini del tuo profilo che le persone salvano;
  • dati interessanti sul tuo pubblico di Pinterest, come interessi, sesso, posizione, età;
  • se le persone che ti seguono, salvano i tuoi pin da dispositivi mobili o da postazione fissa;
  • il percorso che gli utenti fanno dal website alla piattaforma e viceversa.

Cosa puoi fare con questi dati?

Lavorando su queste statistiche, potrai programmare una solida strategia per fare marketing su Pinterest. Basandoti su dati concreti, limiterai al minimo il margine di errore e vedrai il tuo account crescere in modo costante.

Per accedere agli insight di Pinterest la prima cosa che devi fare è verificare il tuo sito web. Non temere, il passaggio è molto semplice: basta andare sulle impostazioni e aggiungere un meta tag. In questo modo otterrai un badge di verifica e avrai accesso a Pinterest Analytics.

Verificare il tuo account è molto utile anche per far crescere la tua autorevolezza a lavorare sulla brand awareness del tuo brand. Non dimenticare di farlo! Per far crescere un brand non bisogna tralasciare neanche i più piccoli particolari. 

Ultime tattiche per fare marketing con Pinterest

Abbiamo visto quali sono le tendenze e gli argomenti più popolari su Pinterest, quali sono i formati migliori e quanto questo social possa aiutarti a commercializzare il tuo marchio.

Ora ti spiego quali sono le migliori strategie di marketing per crescere su Pinterest nel 2020.

Pensa alle parole chiave

Come si esegue una ricerca su Pinterest?

Pinterest lavora esattamente come un motore di ricerca. Gli utenti, quindi, per trovare un contenuto, digitano alcune parole chiave. Nei risultati appaiono quei contenuti o dei contenuti correlati. Il social inoltre propone agli utenti frasi simili a quelle della ricerca iniziale.

Per sfruttare al meglio questa funzionalità di Pinterest, ti consiglio di ottimizzare i tuoi pin in ottica SEO. In questo modo sarà più semplice raggiungere il tuo pubblico e i tuoi potenziali clienti.

Farlo è molto semplice, ti basta seguire questi 4 passaggi:

  1. fai una prima ricerca su Google Adwords e trova le keywords correlate alla tua attività;
  2. inserisci la keyword ai titoli dei pin;
  3. aggiungi la keyword alle descrizioni dei pin;
  4. rinomina i nomi dei file dei tuoi pin inserendo la keyword.

Quando inserisci le parole chiave, fallo in modo naturale, senza forzare. La giusta keyword ti aiuterà a descrivere al meglio il tuo prodotto e a raggiungere più facilmente gli utenti che effettuano quel tipo di ricerca.

Oltre alla parole chiave, cerca di essere molto preciso nella tua descrizione: questo è un modo ottimo per arrivare ad un pubblico più profilato!

Interagisci con i tuoi follower

Come per ogni social, anche su Pinterest è la comunità a decretare il successo di un brand.

Se vuoi che i tuoi follower ti seguano, condividano i tuoi pin e contribuiscano a far crescere il tuo brand, devi ricambiarli.

Trascorri del tempo sui commenti, rispondi alle domande, sii disponibile. In questo modo conquisterai la fiducia dei tuoi follower e farai aumentare la loro fedeltà al tuo marchio.

Oltre a essere presente sulle tue bacheche, devi contattare anche le bacheche dei tuoi follower.

Commenta i loro post e interagisci con i loro seguaci. In questo modo i tuoi follower sentiranno che ricambi le loro attenzione e il tuo brand sarà visibile a nuovi utenti.

Ora però ti voglio svelare il segreto per raggiungere il maggior numero di follower.

Per avere successo su Pinterest, la strategia migliore è quella di seguire e interagire con le schede popolari. In questo modo il tuo marchio sarà visibile ad numero grandissimo di persone.

Ma fai attenzione: scegli bacheche correlate con il tuo settore. Solo in questo modo potrai raggiungere un pubblico profilato e potenzialmente interessato al tuo prodotto.

Ottimizza le tue schede

Ricordi cosa ti ho spiegato sulla ricerca delle parole chiave?

Scegliere le parole con cura è fondamentale anche nella creazione delle schede.

Generalmente gli utenti non vanno alla ricerca di schede, ma l’algoritmo di Pinterest si basa sulle descrizioni per classificare meglio il contenuto delle schede.

Conclusione

Pinterest rappresenta un’occasione importante per far crescere la tua azienda e aumentare le vendite del tuo e-commerce.

Ma, come ogni opportunità, deve essere sfruttata con competenza. Utilizzare uno strumento che non padroneggi al meglio, rischia di danneggiare la tua attività e allontanarti dal tuo obiettivo.

Ogni azione che compi deve essere inserita in modo integrato nella tua strategia di marketing. Sei sicuro di saperlo fare? Non pensi che un aiuto specializzato e professionale possa aiutarti ad ottenere risultati migliori in minor tempo?

Se vuoi gestire al meglio la tua attività, contattami per una consulenza! Sono qui per aiutarti a costruire il successo della tua azienda.

Ogni tentativo fallito, delude i tuoi follower e ti fa perdere potenziali clienti. Sono a tua disposizione per maggiori informazioni, insieme possiamo progettare il futuro del tuo business.

Se vuoi approfondire la tua conoscenza su Vendita, Marketing e Mindset, fai un giro sul mio blog. Troverai podcast, articoli e video su questi argomenti.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Imprenditore e leader digitale, formatore e CEO di Nextre Engineering. Aiuta gli imprenditori a potenziare il proprio business attraverso co...

Nessun commento

Commenta