Pubbliche relazioni per aumentare la visibilità del marchio - Mirko Cuneo

Pubbliche relazioni per aumentare la visibilità del tuo marchio

di Mirko Cuneo

clock image21 minuti

pubbliche relazioni

Fare Pubbliche Relazioni (PR) rimane un pilastro nel mondo della comunicazione e della promozione. Anche in questo campo, però, ci sono delle tattiche che prima funzionavano ma che ora non danno più gli stessi risultati.

A tal punto che le persone si chiedono se le pubbliche relazioni servano ancora.

Nel mio lavoro mi capita di incontrare persone ancora aggrappate al passato. Si impuntano a seguire sempre le stesse strategie ma, come diceva Bob Dylan in una sua canzone, “I tempi sono in evoluzione” e questo non è mai stato così vero.

L’attuale mondo delle pubbliche relazioni e dei media è sempre più complesso e articolato ed escono continuamente novità. Per questo ascoltami quando ti dico che le tattiche di PR si sono evolute con il mercato e anche tu devi stare al passo con i tempi.

Viviamo in un mondo diverso in cui le abitudini e i comportamenti delle persone sono cambiati perciò è indispensabile plasmare le metodologie per continuare a restare in contatto con loro.

Questo significa veicolare un nuovo tipo di messaggio, con metodi che vengono capiti dagli utenti e attraverso i canali che sfruttano più spesso.

Se sei qui significa che sei già sulla strada giusta per recepire i cambiamenti che hanno interessato il mondo delle pubbliche relazioni. Continuare ad ampliare le tue abilità ti consentirà di sfruttare l’attività di PR per fare Personal Branding e promuovere il tuo marchio.

Oggi, per sopravvivere nel mercato, devi emergere dalla massa dei competitor.

Sei pronto a scoprire come farlo? Perfetto, non perdiamo altro tempo!

Cosa sono le pubbliche relazioni?

Prima di analizzare quali tipi di pubbliche relazioni esistono e perché sono importanti, dobbiamo chiarire cosa intendiamo quando pronunciamo queste parole.

Le pubbliche relazioni sono l’arte di sfruttare i canali mediatici per la promozione del tuo brand.

Cosa significa?

Per spiegarlo compiutamente dobbiamo fare un passo indietro.

Le pubbliche relazioni vanno a braccetto con la tua reputazione. Tutto ciò che fai e che dici, sia di positivo che di negativo, concorre a formare la tua reputazione.

Una buona strategia di pubbliche relazioni ha il compito di indagare sulle opinioni che gli altri hanno del tuo brand e sfruttare i mezzi di comunicazione a tua disposizione per modificare a tuo vantaggio l’immagine del tuo marchio.

Quindi anche le pubbliche relazioni, insieme al branding, concorrono per la creazione di un brand forte e il posizionamento del tuo marchio.

Solo che le PR si concentrano sul versante della comunicazione e della reputazione.

Più il tuo marchio riesce a creare un rapporto positivo e solido con il pubblico, più quest’ultimo sarà incentivato ad acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Ogni azienda dovrebbe investire in pubbliche relazioni perché la qualità della reputazione che riesci a crearti influenza sia le vendite, ma anche il lavoro dei tuoi dipendenti e i fondi concessi dagli investitori.

E per farlo, sfrutta i principali canali di comunicazione che tutti utilizziamo quotidianamente e che oggi sono irrimediabilmente legati al mondo del web.

Perché le pubbliche relazioni sono importanti?

Tantissime persone hanno solo una vaga percezione di cosa siano le tecniche di PR e, ancora meno, sanno quali vantaggi siano in grado di procurare all’azienda.

Inoltre, tanti collegano questo concetto a vecchie strategie ormai superate. Ma fare PR è sempre più importante, soprattutto perché nel panorama tecnologico e digitale si è di nuovo alla ricerca del “rapporto umano”.

Quindi, conoscere e seguire i trend in ambito di pubbliche relazioni è importante per ogni azienda.

Come mai? Perché le pubbliche sono uno dei modi migliori per creare una solida brand reputation e per sviluppare delle ottime strategie di marketing per la promozione del marchio.

Mettiamo da parte le chiacchiere, le aziende che investono in PR ottengono un ROI superiore rispetto a chi non lo fa.

Ma perché le pubbliche relazioni svolgono questo lavoro meglio di tutte le altre strategie aziendali? Perché raggiungono le persone in target esattamente nei luoghi in cui si trovano e che, ultimamente, coincidono sempre di più con i social media e con i magazine online.

Oggi la presenza si forma online. Ma sai anche tu quanto sia facile creare una buona reputazione sul web e quanto sia facile, allo stesso tempo, rovinarla con un passo falso. Oggi per le aziende è vitale controllare tutto ciò che viene detto e veicolato sul proprio conto.

Vediamo più nello specifico quali sono i vantaggi che procurano le pubbliche relazioni.

pubbliche relazioni - i vantaggi

1.     Aumentano la credibilità del marchio

Il successo di un’azienda si basa sull’idea che il pubblico ha della stessa e sulla fiducia che prova verso il marchio. Se non ha stima di te, difficilmente deciderà di acquistare i tuoi prodotti o servizi.

Gestire tutti questi aspetti senza un esperto di PR può essere veramente complesso. Oggi è molto più difficile tenere costantemente sotto controllo tutto ciò che viene scritto a proposito della propria azienda e, soprattutto, analizzarne il contenuto.

Per questo motivo, gli esperti di pubbliche relazioni si rivelano necessari per riuscire a colmare un eventuale divario che si venga a creare tra l’idea che vuoi far trapelare della tua azienda e quella che si è autonomamente formata nel mondo esterno.

L’esperto fa proprio questo, si occupa di creare un’immagine inattaccabile del tuo brand lavorando sulla reputazione e questo ha luogo nel momento in cui sfrutta determinati messaggi, crea alleanze con persone influenti della tua stessa nicchia di mercato e dà vita ad una rete studiata a tavolino.

Inoltre, un esperto di PR riesce anche a contenere i danni nel momento in cui un competitor storico, oppure una new entry nel mercato, mette in giro false notizie sulla tua azienda. Questa strategia è scorretta e molto pericolosa. Se non te ne accorgi in tempo cercando di smentire le calunnie, potresti incappare in seri danni di immagine e, in conseguenza di questo, anche problemi dal punto di vista economico.

Un esperto sa come gestire una situazione simile analizzando l’entità del danno e utilizzando le giuste strategie per smentire le voci false.

2.     Portano lead e profitti

Ti ricordi quando ti ho detto che le pubbliche relazioni colpiscono le persone giuste nel posto giusto? Ecco, questo ti consente di aumentare notevolmente i lead utili per la tua azienda, in gergo si dice fare Lead Generation.

Un esperto in PR si occupa di veicolare il giusto messaggio affinché raggiunga il target di riferimento dandogli più spunti e più canali con i quali contattare la tua azienda.

Avere più lead significa che le successive attività di marketing avranno più materiale su cui basarsi e più probabilità di ottenere buoni risultati.

Ricorda sempre che le pubbliche relazioni iniziano il lavoro e il marketing lo completa. Ma non può esistere l’uno senza l’altra.

Tutto questo meccanismo, alla fine, si traduce in un aumento delle vendite e dei profitti.

D’altronde, lo sanno tutti che i consumatori amano acquistare dal leader del mercato nel proprio settore. Le tecniche di PR ti aiutano in questo obiettivo e, di conseguenza, hanno lo scopo di portarti maggiori contatti che arriveranno di riflesso.

Forse ora investire in un’agenzia di PR può sembrarti eccessivamente oneroso, ma non è questo su cui devi concentrarti. La giusta domanda è: quanto perderei a non farlo?

Le pubbliche relazioni ti consentono facilmente di implementare i tuoi guadagni. Quindi perché farsi sfuggire un’occasione come questa?

3.     Migliorano la presenza online

Oggi creare una forte presenza online è d’obbligo per ogni azienda. Questo è vero perché è lì che si trovano i potenziali clienti. Lavorare sulla tua presenza online rende il tuo marchio molto più visibile a chi sta cercando i tuoi prodotti o servizi e che ancora non ti conosce.

Tuttavia, per quanto possa sembrare facile costruire una buona reputazione online, all’atto pratico si dimostra più complesso del previsto. Basta un errore per rovinare mesi di lavoro e il web è molto bravo a mettere in mostra uno scivolone perché tutto avviene pubblicamente.

Gli esperti di PR sanno individuare i canali online più corretti per dare visibilità alla tua azienda e sanno scegliere i giusti influencer per parlare del tuo brand.

I personaggi pubblici del web giocano un ruolo fondamentale nelle tecniche utilizzate dalle moderne agenzie di PR, insieme al sapiente uso dei social media e alla pubblicazione di comunicati stampa.

Inoltre, questo processo deve rimanere costantemente alimentato. Non basta lavorare bene per qualche tempo nella speranza di ottenere benefici per sempre.

Sul web vengono caricati miliardi di contenuti ogni giorno e tu devi sempre essere visibile. I potenziali clienti non devono assolutamente dimenticarsi di te.

I social media servono a questo, a veicolare i giusti messaggi per un’azienda e a creare relazioni solide.

Se decidi di non lavorare sulla tua presenza online, posso assicurarti che taglierai fuori una fetta notevole del tuo mercato. Quanto più notevole dipende dalla tipologia di attività che gestisci. Per tanti business la maggior parte dei clienti arriva proprio dal web.

pubbliche relazioni

Pubbliche relazioni vs marketing

Dalle mie parole potrebbe esserti sorta una domanda lecita. Ma queste attività non vengono già svolte dal marketing?

Alcune strategie sono simili, ma a cambiare sono gli obiettivi che si danno le due diverse attività.

Cerchiamo di definire meglio questa differenza:

  • L’obiettivo delle pubbliche relazioni è l’aumento e il miglioramento della reputazione e della notorietà del tuo brand, con lo scopo di aumentare il bacino di potenziali clienti.
  • L’obiettivo del marketing è quello di portare i potenziali clienti ad avere sempre più fiducia nel brand. Il marketing accompagna i consumatori direttamente verso la fine del processo, ovvero fino alla fase della vendita e della conversione del lead in cliente.

In questo senso, nel momento in cui decidi di implementare le pubbliche relazioni non devi valutare la loro efficacia in termini di vendite immediate. Questo perché le tecniche di PR non incidono direttamente sulle vendite.

Le pubbliche relazioni si occupano di preparare il terreno fertile su cui potranno poi attecchire le strategie di marketing e le tecniche di vendita.

Le campagne di PR possono incentrarsi su due obiettivi principali:

  • Promozione dell’attività
  • Pubblicizzazione dei prodotti o servizi

Queste attività sono utili per aumentare la percezione positiva che l’utente finale ha del tuo brand, nonché dei tuoi prodotti o servizi.

Ma è assolutamente necessario preparare il campo perché è vero che, all’apparenza le persone acquistano il prodotto finale, ma in realtà stanno acquistando molto di più.

Pensa ad Apple. Le persone comprano i dispositivi dell’azienda non solo perché pensano che siano tecnologicamente migliori di quelli dei competitor. Ma perché vogliono acquistare uno status. Vogliono sentirsi creative, diverse. Chi compra Apple vuole sentirsi “figo”.

Quindi non acquista solo l’oggetto, ma anche i valori del marchio e tutto ciò che rappresenta.

Tipi di pubbliche relazioni

Prima di tutto va detto che le strategie di pubbliche relazioni possono essere svolte in due modi diversi: un’azienda può decidere di implementare un ufficio interno che se ne occupi oppure, se non ha le dimensioni tali per adibire un’area apposita, può appoggiarsi ad un’agenzia esterna.

Dopodiché, sulla base delle caratteristiche dell’azienda, gli esperti scelgono tra una vasta gamma di strumenti che riguardano i comunicati stampa, l’ufficio stampa, l’organizzazione di conferenze ed eventi, la gestione dei messaggi sui social media, ecc.

In realtà, il principio di fondo non è diverso da quello con il quale le agenzie di pubbliche relazioni hanno sempre lavorato, però devono adattarsi al mutare dei canali di comunicazione utilizzati.

Questo ha portato all’evoluzione delle PR in Digital PR.

Cosa significa? Che ai principali canali da sempre utilizzati dalle agenzie di pubbliche relazioni, oggi si sono affiancati nuovi strumenti digitali.

Ora potresti sollevare un’obiezione: ma i canali tradizionali non sono morti del tutto!

Vero, infatti le strategie classiche devono lavorare in sinergia con quelle nuove per riuscire a soddisfare nel migliore modo possibile il cliente.

Qual è il grande apporto che forniscono i sistemi digitali? Il fatto di raggiungere direttamente gli utenti nelle piattaforme sulle quali trascorrono la maggior parte del tempo.

D’altronde, un influencer trasmette un messaggio molto più immediato e fruibile rispetto a quello che veicolerebbe un quotidiano cartaceo e questo un esperto di PR lo sa bene.

Ora vediamo nello specifico tutto ciò di cui può occuparsi un ufficio di pubbliche relazioni.

pubbliche relazioni

1.     Relazioni comunitarie

Sviluppare delle buone relazioni comunitarie per un’azienda significa impegnarsi in progetti che riguardino la comunità locale, oppure non così locale, e che si possano tradurre in attività di beneficienza o in un progetto etico.

La potenza di queste attività benefiche ha sempre inciso positivamente sulla reputazione di un’azienda che dimostra di non pensare solo ed esclusivamente al proprio guadagno economico.

Tuttavia, con le crisi ecologiche e ambientali che l’intera comunità mondiale si è trovata ad affrontare negli ultimi anni, questi temi hanno assunto ancora più rilevanza.

Attività che interessino le relazioni comunitarie possono tradursi in un progetto etico che dia qualcosa di positivo ad una determinata comunità oppure che si traduca nella costruzione di un impianto utile e senza scopi di lucro.

Il pubblico deve percepire il coinvolgimento aziendale in una problematica etica che mostri i valori esistenti dietro a prodotti e servizi venduti.

Ricordi quando prima dicevamo che il cliente acquista uno status? Comprando uno dei tuoi prodotti o servizi sposa automaticamente anche i tuoi principi.

Per questo devi mostrarti sempre impegnato in cause che tocchino da vicino la comunità. E ricorda, devi farlo con il cuore, non con il portafoglio.

2.     Eventi aziendali

Torniamo per un momento nel mondo offline e parliamo della potenza degli eventi aziendali Li hai mai considerati? Dì la verità.

Sono un ottimo trampolino di lancio per dare visibilità alla tua azienda, nonché per mostrare i tuoi prodotti o servizi. Inoltre, hai la possibilità di farlo con uno stile che ti vada a contraddistinguere dai tuoi competitor.

Per organizzare un evento aziendale devi prima scegliere il luogo giusto. Puoi farlo all’interno dell’azienda, se hai abbastanza spazio per contenere un buon numero di ospiti, altrimenti puoi selezionare uno spazio esterno.

Nel secondo caso è fondamentale scegliere un ambiente che sia in linea con la tua azienda e in questo può aiutarti l’ufficio di pubbliche relazioni.

Dopodiché, è importante decidere se l’evento deve essere a porte aperte o chiuse. In quest’ultimo caso è molto importante stilare una lista di invitati studiata, che possa portare lustro al tuo brand e che possa aiutarti a parlare della tua azienda.

Qual è il vero potenziale di un evento aziendale? Oltre a mostrare dal vivo i tuoi prodotti o servizi, e a fornire una valida scusa per chiamare il pubblico a visitare la tua azienda, puoi anche parlare del tuo impegno in determinate cause o dei nuovi progetti a cui stai lavorando.

Si tratta di un momento in cui la tua azienda è la protagonista indiscussa e tocca a te venderla nel migliore dei modi, sfruttando il terreno preparato dall’ufficio di PR.

3.     Gestione della crisi

Ricordi quando all’inizio ti ho detto che basta poco per vedere la propria reputazione compromessa? Questo può accadere per tantissimi motivi.

Ad esempio, il tuo prodotto può essere difettato costringendoti a richiamare la partita, un dipendente può commettere un errore nella comunicazione oppure può emergere un nuovo competitor che decide di screditarti deliberatamente mettendo in circolo false voci sul tuo conto.

Questo è un bel problema. Soprattutto a causa dei social media, quando accade un fatto di questo genere, la notizia circola molto velocemente e rimane reperibile sul web per anni.

In una situazione simile è necessario agire tempestivamente e nel modo giusto. Per questo motivo, un ufficio di pubbliche relazioni è la giusta soluzione perché gli esperti sanno esattamente cosa devono fare per ripristinare un’immagine positiva della tua azienda.

Per gestire una crisi è necessaria una persona che sia in grado di elaborare velocemente una soluzione, individuare il canale o i canali con cui diffondere il giusto messaggio e preparare una strategia per risollevare il tuo nome.

Ma l’ufficio di PR non è utile solo per risolvere una crisi, quanto per prevenirla.

Monitorando i diversi canali è in grado di captare un malcontento o una diceria e, prima che questa si trasformi in una valanga pronta a travolgerti, può arginarla.

4.     Rapporti con i dipendenti

Finora abbiamo parlato della creazione della tua immagine all’esterno, ma cosa dire dell’immagine interna? Quanto conta l’idea che hanno i dipendenti dell’azienda nella quale lavorano?

Ti sembrerà un aspetto secondario, ma la soddisfazione dei tuoi dipendenti incide considerevolmente sulla tua reputazione.

Se hai dei dipendenti motivati, che lavorano con passione e che credono in ciò che fanno ogni giorno, questa positività si trasmetterà all’esterno grazie alle attività aziendali ma anche attraverso i discorsi che faranno quando parleranno del proprio posto di lavoro.

Come si motivano i dipendenti? Facendoli sentire parte di qualcosa di più ampio che non arrivare alla busta paga di fine mese.

Puoi farlo lavorando sulle relazioni interne, risolvendo eventuali controversie e disagi che potrebbero crearsi, nonché organizzando eventi per coinvolgere tutto il personale.

Ora starai pensando: qual è il ruolo di un ufficio di PR in tutto ciò? Sanare un dissidio tra dipendenti non è un affare da prendere sotto gamba. Il clima della tua azienda influenza la produttività generale e un esperto può aiutarti nell’organizzare delle attività per creare un team affiatato oppure può aiutarti nell’attività di mediazione.

Alla fine dei conti, il compito degli esperti di PR è quello di gestire la comunicazione, di qualunque genere essa sia.

Inoltre, in questo caso, conta molto di più l’azione della strategia ed è necessario rivolgersi ad una persona che possa aiutarti nell’atto pratico.

5.     Relazioni con i media

Una delle attività da sempre svolte dall’ufficio di pubbliche relazioni è quella di mantenere dei buoni rapporti con i media.

Cosa significa? Conoscere le diverse pubblicazioni, creare legami con i giornalisti e saper scegliere il canale migliore per veicolare i messaggi inerenti all’azienda da promuovere.

Come si guadagna visibilità con i media? Principalmente, divulgando dei comunicati stampa, organizzando delle interviste e tenendo discorsi davanti alla stampa.

Tutte queste attività hanno l’obiettivo di elevare positivamente la tua reputazione, parlando della tua azienda e dei prodotti o servizi che vendi.

Questo genere di pubblicazioni viene percepito come più autentico da parte del pubblico perché non si tratta di pubblicità a pagamento che richiedi al media specifico.

Si tratta di contenuti gratuiti che hanno lo scopo di costruire l’immagine che vuoi venga veicolata all’esterno. In questo modo la tua azienda verrà percepita sempre di più come punto di riferimento del settore.

Curare il rapporto con i giornalisti è fondamentale per ottenere interviste. Si tratta di un mezzo molto potente perché è quello attraverso il quale puoi raccontare la tua storia.

Se questa è avvincente, anche il pubblico si appassionerà a te e sarà molto più incentivato ad acquistare ciò che produci.

Ma come mai serve un esperto di PR per fare tutto questo? Perché certe storie possono essere pianificate in anticipo, ma altre informazioni devono essere divulgate tempestivamente.

Per questo hai bisogno di una figura che sia in grado di destreggiarsi tra una buona rete di conoscenze e che sappia cogliere al volo un’opportunità interessante coinvolgendo anche la stampa.

6.     Social media

Sui social media le strategie di PR si accavallano a quelle di Social Media Marketing. I social servono per:

  • Raccogliere follower
  • Condividere contenuti
  • Contattare clienti
  • Risolvere incomprensioni
  • Ottenere recensioni positive

Ma come mai sono necessari degli esperti per gestire i social media? Perché tutto ciò che dici e condividi è pubblico.

Basta una risposta sbagliata ad un cliente o un contenuto inappropriato per far crollare la tua reputazione in un soffio.

Nonostante il clima sui social media sembri molto più rilassato che non sugli altri media, non devi farti ingannare. Proprio per questo motivo è facile lasciarsi andare e creare danni molto seri per l’azienda.

Tuttavia, i social media possono essere utilizzati in ogni momento a proprio vantaggio.

Con una buona comunicazione puoi costruire la tua reputazione online, ma li puoi anche sfruttare per riparare ad un errore.

Non è inusuale leggere messaggi di scuse pubbliche sui social a seguito di crisi o affermazioni errate. La loro potenza risiede proprio nel far circolare molto velocemente un messaggio, positivo o negativo che sia.

Questo non significa essere troppo seri. Ci sono aziende che basano il loro successo con i follower sul sapiente utilizzo dell’umorismo.

Ma tutto questo deve essere controllato ed è il motivo per cui hai bisogno di un professionista che riesca a gestire in modo giusto tutti i canali a disposizione.

Cosa fa un manager delle pubbliche relazioni?

Abbiamo tanto parlato di questi fantomatici esperti di pubbliche relazioni. Ma, nella pratica, cosa fa un PR manager?

Il PR manager fa tutto ciò che abbiamo visto finora come:

  • Scrivere i comunicati stampa per la promozione dell’azienda, nonché dei prodotti e servizi;
  • Organizzare gli eventi aziendali;
  • Gestire la comunicazione sui media;
  • Creare materiale multimediale di presentazione dell’azienda;
  • Individuare i migliori media su cui far apparire i messaggi;
  • Monitorare tutti i risultati dell’attività messa in campo.

L’ultima caratteristica citata è molto importante perché tutta l’attività dev’essere analizzata con un costante controllo dei backlink, della domain authotiry, del traffico sul sito web, dell’engagement sui social media e delle conversioni.

Quali caratteristiche deve avere un manager delle pubbliche relazioni?

Prima di tutto delle buone capacità di scrittura. Queste sono fondamentali per la redazione dei comunicati stampa ma anche dei testi da pubblicare sui social media.

Dopodiché, deve avere delle ottime doti di comunicazione. Uno spiccato talento per la scrittura deve essere accompagnato da qualità divulgative.

Deve essere una persona molto informata sul settore e su tutti i canali di comunicazione. Questo significa che deve essere curiosa e fare molta ricerca per essere sicura di scegliere sempre il meglio per il cliente di cui si occupa.

Infine, deve essere una persona creativa perché i messaggi che veicola non devono mai essere banali e scontati. Vanno creati sulla base dell’identità aziendale e devono essere sempre diversi per suscitare interesse nel pubblico.

manager delle pubbliche relazioni
La figura del Manager delle Pubbliche Relazioni

Ultime tendenze delle pubbliche relazioni

Ricordi quando abbiamo detto che uno degli obiettivi principali delle pubbliche relazioni è quello di generare lead?

Tieni ben stretto questo concetto perché ti servirà per procedere nella nostra chiacchierata.

I lead sono fondamentali per permettere al marketing di trasformare questi contatti in clienti.

Ma è proprio questo connubio che rappresenta la nuova tendenza in fatto di pubbliche relazioni.

Le tecniche di PR lavorano sempre più a stretto contatto con le strategie di marketing proprio perché la reputazione oggi si costruisce principalmente online.

Come si raggiunge oggi il pubblico?

Quello che qualche decennio fa veniva fatto con un articolo di giornale, oggi può essere fatto con l’invio a tutti i contatti di un’email personalizzata scegliendo il contenuto più appropriato e il momento migliore in cui mandarla.

Ma questo è solo l’inizio. Oggi si punta molto anche sull’ottimizzazione del sito web inserendo pagine che parlino della tua azienda e moduli di contatto in cui gli utenti possono lasciare i propri dati.

Inoltre, i contenuti su cui gli esperti possono lavorare non sono solo quelli veicolati con i social media, ma anche quelli che appaiono su una piattaforma di proprietà come può essere un blog. Sapere come scrivere un articolo di blog ti permette di rafforzare sempre di più l’immagine e la reputazione aziendale.

Inoltre, queste ultime si possono costruire anche inserendosi all’interno di forum di settore oppure organizzando dei webinar che forniscano informazioni utili e che ti aiutino a posizionarti come esperto del settore.

È molto importante individuare le tendenze in linea con il tuo prodotto o servizio e che diano un valore aggiunto al cliente finale.

Conclusione

Svolte correttamene, le pubbliche relazioni possono avere un impatto maggiore di quanto immagini. I social media, il content marketing, l’advertising, il referral marketing e tutto quello che compete con il mondo del digital marketing non rappresentano un nemico delle PR, ma lavorano a loro sostegno.

Il mondo online viaggia a ritmo incalzante e ha modificato tantissimi aspetti della comunicazione e della promozione.

Cattura immediatamente l’interesse dei tuoi clienti e influenza positivamente il loro comportamento d’acquisto seguendo le giuste tendenze.

Se pensi che le pubbliche relazioni rappresentino la svolta per la tua attività, contattami per discutere dell’argomento e ricevere una consulenza riguardo al tuo caso specifico.

Intanto, continua ad approfondire gli argomenti di personal branding, social media e marketing digitale consultando gli articoli, i video e i podcast che trovi sul mio blog.

image of Mirko Cuneo

Mirko Cuneo

Imprenditore e leader digitale, formatore e CEO di Nextre Engineering. Aiuta gli imprenditori a potenziare il proprio business attraverso co...